CALENDARIO PROVE BANDO DI CONCORSO CAT. D

Si rende noto il calendario delle prove:

PROVA SCRITTA01 Marzo 2022 ore 9.30 presso Palazzetto dello Sport di Manciano

PROVA ORALE: 17 Marzo 2022 ore 09.30 presso Sala del Consiglio del Comune di Manciano

Notizie

Seleziona un argomento dalla lista seguente, e dopo scegli un articolo da leggere.

Sanità e Protezione civile, Giorgi e sindaco Morini: “Abbiamo agito in nome della sicurezza”

“Anni intensi, questi appena trascorsi, che ci hanno aperto gli occhi, che ci hanno insegnato a conoscere questa terra per la sua bellezza ma anche per la sua fragilità. L’ambito della Protezione civile e della sanità per me hanno un unico comune denominatore: la sicurezza. In nome della sicurezza ho iniziato questo mandato e con la parola sicurezza, tradotta in azioni concrete, torno semplice cittadino”. Questo l’intervento del consigliere comunale di Manciano Luca Giorgi. “In questi anni difficili – spiega il sindaco Mirco Morini – ci siamo fatti in quattro per ottenere risultati mai raggiunti prima dal punto di vista della sanità e della sicurezza. La pandemia e le calamità naturali ci hanno messo di fronte alla realtà: la macchina amministrativa non deve mai essere impreparata. E oggi, posso dire con orgoglio, abbiamo tracciato un percorso netto e trasparente su questi temi che può essere preso a modello: aggiornamenti sul maltempo in tempo reale, continuo filo diretto con i cittadini nell’emergenza, cancelli automatici di chiusura stradale, mappatura delle zone a rischio, defibrillatori a uso pubblico, corsi formativi Blsd, aree atterraggio elisoccorso sono tra le tante cose che abbiamo fatto, su cui abbiamo investito”. “Per fronteggiare le grandi emergenze, l’alluvione del 2019 e la pandemia da Covid-19, – spiega Giorgi – abbiamo creato un sistema di rete tra i dipendenti dell’ufficio comunale di Protezione civile, i quali hanno lavorato incessantemente attraverso il servizio di reperibilità, tra il personale volontario della Misericordia di Manciano e con il personale dell’Unione dei Comuni-Colline del Fiora in reperibilità. Questo sistema in rete ha permesso di gestire e monitorare le emergenze durante le maggiori calamità accadute in questi 5 anni. Ad oggi il Comune di Manciano vanta una gestione emergenziale di alto profilo, con un monitoraggio capillare del territorio che si attiva in pochi minuti dal peggiorare degli eventi climatici e con un sistema di comunicazione a carattere informativo in tempo reale verso la popolazione che viene aggiornata costantemente tramite i canali istituzionali e social del Comune sull’evolversi dei fenomeni e delle problematiche a esse connesse, soprattutto sulla viabilità del territorio e sull’evolversi del fenomeno. Questa amministrazione ha potenziato il Sistema Alert System, l’importante servizio di informazione telefonica con cui vengono comunicate notizie riguardanti eventuali rischi di allerta meteo, sospensione di servizi, interruzioni strade, chiusure scuole. A oggi conta oltre 400 utenze telefoniche mobili e circa 1280 utenze fisse registrate e rende possibile il raggiungimento di 1.500 famiglie per comunicazioni di emergenza. Abbiamo rinnovato e potenziato dal punto di vista economico la convenzione con il gruppo volontari di Protezione Civile della Misericordia di Manciano, che supporta negli interventi il Comune di Manciano con il proprio personale h 24; finanziato l’acquisto di due nuovi mezzi per la protezione civile della Misericordia e mappato le famiglie residenti nei luoghi più a rischio calamità della zona sud del comune. L’amministrazione Morini ha portato a termine l’aggiornamento del piano intercomunale di protezione civile e abbiamo messo in atto una campagna informativa per la divulgazione alla cittadinanza delle aree di ammassamento e raccolta della popolazione in caso di calamità naturali gravi. Il Comune di Manciano ha donato e consegnato materiali per le emergenze alluvionali ai Vigili del Fuoco Volontari del distaccamento di Manciano. Abbiamo lavorato per l’installazione dei cancelli di chiusura stradale che consentano, in caso di emergenze dovute a fenomeni meteo intensi, l’interruzione al transito dei veicoli delle strade più soggette ad allagamenti e più pericolose per l’incolumità delle persone. Un sistema unico in tutta la provincia. Attualmente è stato messo in sicurezza l’attraversamento sul torrente Fiascone, reso più sicuro con l’installazione delle sbarre mobili a chiusura automatica nel momento dell’innalzamento dell’acqua del fiume. Sul fronte della sanità – continua Giorgi – abbiamo portato a termini alcuni progetti: Comune Cardioprotetto con l’installazione di ben 16 defibrillatori a uso pubblico in tutti i centri abitati del comune; progetto Caccia Sicura, con la donazione di sei defibrillatori alle squadre di caccia. Abbiamo organizzato un corso formativo Blsd a tutto il personale dipendente del Comune di Manciano e alla Polizia Municipale che ha in dotazione un defibrillatore a bordo della pattuglia che ha come obiettivo l'apprendimento delle manovre per intervenire velocemente e in modo efficace in soccorso di un adulto o bambino in arresto cardiaco. Di fondamentale importanza sono state le abilitazioni dei campi sportivi di Manciano e Marsiliana per l’atterraggio diurno-notturno dell’elisoccorso e l’abilitazione di un’area per atterraggio diurno-notturno dell’elisoccorso presso la frazione termale di Saturnia. Inoltre, abbiamo creato una postazione di emergenza sanitaria 118 unica presso la sede Pet all’ex ospedale Aldi, alla presenza di un’ambulanza e un sanitario Asl per il primo soccorso. Abbiamo lavorato per la stabilizzazione del servizio di emergenza che fortunatamente non ha più visto la presenza di buchi riguardo la copertura sanitaria (medico – infermiere) a Manciano e per il consolidamento del servizio di guardia medica. Durante l’emergenza da Covid-19, fin dalle prime settimane, abbiamo fornito pasti e spese di bene di prima necessità a domicilio per i positivi in quarantena grazie all’ausilio della Protezione Civile della Misericordia in collaborazione con la Consulta del Sociale e Avis. Abbiamo confezionato oltre 7mila dispositivi di protezione individuale e preparato oltre 30mila mascherine da distribuire alla popolazione. Ringrazio tutti i colleghi della maggioranza – conclude Giorgi - con cui ho collaborato proficuamente, il sindaco Mirco Morini per la disponibilità sempre avuta nel sostenere i miei progetti. Un ringraziamento va ai dipendenti comunali, agli operai, alla Polizia municipale, ai Carabinieri di Manciano e Saturnia, ai Vigili del Fuoco, all’Unione dei Comuni e alla Provincia di Grosseto. Faccio un augurio a tutti i candidati di entrambe le liste con l’auspicio che chiunque vincerà e prenderà l’incarico per questo delicato settore possa continuare nel miglioramento dei servizi, ricordando che nulla è mai perfetto e tutto è sempre migliorabile”.

Avviso MOBILITA' VOLONTARIA PER N. 1 ISTRUTTORE TECNICO-GEOMETRA

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PERSONALE

RENDE NOTO

che con determinazione n. 92 /2022 è stato approvato l’avviso pubblico  DI MOBILITA' VOLONTARIA PER N. 1 ISTRUTTORE TECNICO-GEOMETRA CAT. C1 A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO CON PRIORITA' AL PERSONALE IN COMANDO PRESSO L'ENTE

sono ammessi a partecipare i dipendenti di ruolo a tempo indeterminato e pieno, di pubbliche amministrazioni di cui all’art.1,comma2,delD.Lgs.n.165/2001e successive modifiche ed integrazioni in posizione di comando presso il Comune di Manciano ed in possesso, alla data di presentazione della domanda, del  nulla-osta alla mobilità verso questo Ente da parte della propria Amministrazione di    appartenenza

Scadenza per la presentazione della domanda: 26.04.2022 

 

SCARICA QUI L’AVVISO INTEGRALE

Modello istanza in formato .doc

 

Relazione fine mandato, amministrazione Morini: “Raggiunti tutti gli obiettivi e oltre. 88 opere pubbliche in cinque anni”

“Lasciamo un Comune in buona salute, sotto ogni punto di vista. Abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi prefissati nelle linee programmatiche in ogni settore”. Queste le parole del sindaco di Manciano Mirco Morini sul mandato 2017-2022 che si concluderà nel prossimo mese di maggio. “In questi 5 anni – afferma il sindaco – abbiamo avuto modo di guardare da vicino le esigenze della gente, quello che andava e quello che non andava. Abbiamo lavorato sempre ascoltando le richieste dei cittadini, le proposte dei nostri elettori e le critiche dell’opposizione. Abbiamo lavorato duramente, impegnandoci seriamente a cercare e poi trovare soluzioni per dare risposte celeri e certe a chi ce le chiedeva, in maniera trasparente e sempre alla luce del sole. Abbiamo dovuto affrontare grosse avversità tutte insieme che forse mai nessuno prima di noi si era trovato a vivere: l’alluvione del 2019 che aveva messo ko le Cascate del Mulino, le ripetute esondazioni dei fiumi a causa di forti ondate di maltempo, la pandemia, l’inagibilità della scuola elementare e media di Saturnia, la morte del nostro comandante della Polizia municipale Piero Rossi. Abbiamo dato la nostra vita tra le pareti di questo Comune e nello stesso tempo abbiamo aperto le porte del Comune e non abbiamo mai lasciato indietro nessuno”. “È tempo di bilanci – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Valeria Bruni – e lo faccio guardando indietro con la mente tutto quello che è stato fatto: una miriade di progetti e opere pubbliche. L’ufficio Lavori pubblici e manutenzioni ha lavorato nel quinquennio in modo proficuo e collaborativo. In cinque anni abbiamo portato a casa 88 progetti tra opere pubbliche e servizi di manutenzione. Tutti gli interventi di manutenzione e riqualificazione hanno interessato il territorio comunale, sia a Manciano che nelle frazioni, dando priorità alla messa in sicurezza del patrimonio immobiliare esistente con particolare attenzione agli edifici scolastici e alla messa in sicurezza delle strade. Abbiamo riscontrato numerose criticità: l’inverno 2019 è stato coinvolto dall’evento alluvionale che ha creato numerose difficoltà principalmente alle infrastrutture viabili. Nel corso dell’anno 2020 a causa della situazione pandemica, il settore Lavori pubblici ha dovuto adeguare i propri processi di lavoro, cercando di arginare l’emergenza sanitaria e tutelando i propri impiegati, come previsto dalle norme legislative emesse. L’area specifica dei Lavori pubblici e manutenzioni, visti i numerosi servizi essenziali da garantire alla cittadinanza, nonché le numerose opere pubbliche da seguire direttamente sui cantieri, nonostante l’emergenza sanitaria ha garantito seppur in maniera alternata del personale sempre il lavoro in presenza. In particolare il personale addetto ai servizi manutentivi, vista la dislocazione logistica territoriale, ha lavorato sempre in presenza e in sicurezza”. “In questi anni – spiega l’assessore al Bilancio, Roberto Bulgarini – il nostro scopo era quello di centrare gli obiettivi elencati nelle linee programmatiche e questo abbiamo fatto. Abbiamo onorato il patto stretto con gli elettori e abbiamo portato a casa quello che avevamo promesso. Inoltre, cosa non da poco, abbiamo ridotto le tasse e nel periodo della pandemia abbiamo concesso agevolazioni agli imprenditori e alle famiglie. Ma non solo, abbiamo aumentato gli investimenti nonostante il delicato periodo che abbiamo dovuto affrontare”.  

 

Ecco tutti gli interventi dal 2017 al 2022: manutenzione alla viabilità comunale finalizzata alla regimazione delle acque meteoriche; pulizia dell’area antistante la piazza della chiesa di San Martino sul Fiora; realizzazione nuova pavimentazione della pista da ballo parco pubblico a San Martino sul Fiora; progetto impianti sportivi; accatastamenti degli immobili ed aree comunali; acquisto forniture cimiteriali; realizzazione bagno per diversamente abili alla scuola elementare a Marsiliana; manutenzione ordinaria alla scuola materna di Manciano; rifacimento dei 3 bagni a servizio dei bambini; sostituzione di 4 caldaie  con nuova impiantistica per le scuole; riqualificazione impianto termico a servizio degli spogliatoi del campo sportivo di Manciano con realizzazione fotovoltaico; sostituzione caldaie edifici pubblici comunali; ripristino del muro di via Martiri della libertà a Manciano capoluogo; arredi urbani; realizzazione dei loculi a Manciano capoluogo gruppo 18; riqualificazione della piazza di Saturnia; adozione del bando sul sociale destinato ai servizi alla persona; ripristino copertura palazzetto dello sport a Manciano; acquisto cannocchiali panoramici; acquisto di 16 lampioni fotovoltaici; acquisto 2 automobili Panda 4x4; acquisto 2 porter; acquisto attrezzature cantiere comunale per eseguire lavori in amministrazione diretta; rifacimento copertura del tetto delle ex scuole dei Poderi; manutenzione delle scuole di Manciano; adozione del bando sul sociale sul progetto ‘Il futuro siamo noi’; interventi di riduzione movimento franosi del territorio comunale (Poggio Murella, Marsiliana e San Martino sul Fiora, riqualificazione della piazza di Marsiliana; progetto via Clodia; ripristino pensiline scuole e copertura dell’edificio delle scuole medie di Manciano; manutenzione ordinaria viabilità extra urbana; manutenzione ordinaria viabilità urbana capoluogo e frazioni; manutenzione straordinaria ex scuole di San Man Martino Sul Fiora; manutenzione straordinaria della scalinata fra vicolo IV e via XX settembre e costa nuova a Manciano; manutenzione straordinaria viabilità strada delle Piagge s Montemerano e località Greppo a Poggio Capanne; manutenzione viabilità del tratto di strada del morticino a Poggio Foco e primo tratto della strada del Saragiolo in agro di Manciano e Montemerano; ripristino de muro tra via Marsala e via Trieste a Manciano con il contributo ministeriale per di 70mila euro; riqualificazione di piazza della Rampa, via Marsala a Manciano; lavori di manutenzione del patrimonio disponibile in genere eseguiti su tutto il territorio comunale; incarico professionale per stradario; incarico professionale per stradario e completamento, realizzazione del nuovo gruppo di loculi del cimitero di Poggio Murella; lavori di adeguamento  e messa in sicurezza  del cimitero di Poggio Murella (parte più vecchia) compreso l'accatastamento dei nuovi gruppi e della parte ex nuova (mai accatastata); lavori di messa in sicurezza dell'edificio scolastico di Saturnia sede della scuola elementare e media; lavori di manutenzione straordinaria per la sostituzione di alcuni infissi e pavimenti presso le scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di Manciano;                    

adeguamenti degli spazi delle scuole del Comune in seguito all'emergenza Covid-19; lavori di manutenzione straordinaria dei locali dell'ex mattatoio in via dello Spedale a Montemerano; lavori di realizzazione nuovi impianti di illuminazione pubblica del parco area pubblica San Martino sul Fiora, camminamento la Follonata a Saturnia, strada Sassi bianchi a Poggio Murella); lavori di manutenzione straordinaria alcuni tratti della strada dei Cavallini; riqualificazione e valorizzazione del contesto urbano del centro commerciale naturale di Saturnia; lavori di sistemazione di alcuni tratti della strada di Marco Pantani,  collegamento Saturnia – Poggio Murella; lavori di risanamento di alcuni tratti della viabilità comunale – Manciano - Poderi di Montemerano - Poggio Capanne; ampliamento illuminazione pubblica via Aurinia a Saturnia; potature di alberature su varie aree comunali e abbattimenti e reimpianti; lavori di manutenzione straordinaria dei locali dell'ex mattatoio a Montemerano; completamento del progetto efficientamento energetico degli edifici scolastici fondo Kyoto p.o. pubb.2019; realizzazione di 2 nuovi gruppi di loculi a Marsiliana; manutenzione straordinaria edificio ex stanze per la realizzazione del centro di informazione turistica a Manciano; lavori di sistemazione e di bonifica di un'area a Saturnia; installazione cartellonistica stradale Manciano, Marsiliana, Montemerano; sistemazione viabilità tratto di strada dei Cavallini, completamento viabilità del progetto del 2020; predisposizione area di sosta temporanea, parcheggio a Saturnia; opere di rifacimento e manutenzione della viabilità urbana del centro abitato Marsiliana; rifacimento della copertura del teatro di Montemerano; riqualificazione centro commerciale naturale di Montemerano; riqualificazione con efficientamento energetico delle torri faro del campo sportivo di Manciano; completamento del parcheggio area Saturnia e predisposizione impiantistica elettrica; lavori di completamento e realizzazione dell’area polivalente a Marsiliana; riqualificazione viabilità a Marsiliana; realizzazione del campo da padel a Manciano; riqualificazione, messa a norma e in sicurezza dell'infrastruttura  presente nella frazione di San Martino sul Fiora; lavori di fornitura e posa in opera di infissi e tende presso alcuni immobili di proprietà comunale a Marsiliana; lavori di realizzazione di una platea in cemento presso il campo sportivo di Montemerano; acquisto n. 160 ossari/cinerari all'interno dei cimiteri di San Martino sul Fiora, Poggio Capanne, Saturnia e  Montemerano; riqualificazione della centrale termica della sede municipale; lavori di manutenzione straordinaria dell'impianto di illuminazione esterna del campo sportivo di Montemerano; sulla scuola di Saturnia, presentata la candidatura per il reclutamento delle risorse finanziarie al Piano nazionale di ripresa e resilienza - Pnrr missione 2 – rivoluzione verde e transizione ecologica componente 3 – efficienza energetica e riqualificazione degli edifici investimento 1.1: “Costruzione di nuove scuole mediante sostituzione di edifici” progetto di demolizione e ricostruzione; efficientamento energetico dell’illuminazione pubblica per l'intero territorio comunale; adeguamento portoni in legno accesso sede comunale e accesso del museo; alla Cupolina realizzazione e lavori in ampliamento per la residenza sanitaria diurna; interventi (lavori, servizi e acquisiti vari) al patrimonio disponibile dell'intero territorio, edifici pubblici, scuole, viabilità aree verdi etc; servizi di manutenzione degli impianti termici-idraulici ed elettrici,  verifiche periodiche obbligatorie; lavori di manutenzione del verde pubblico e della viabilità comunale e vicinale; acquisti forniture necessarie al rinnovo del patrimonio esistente in riferimento alle richieste della cittadinanza (in allegato la tabella).  

Avviso MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALLA NOMINA A MEMBRO DELLA COMMISSIONE TOPONOMASTICA

IL RESPONSABILE dei SERVIZI DEMOGRAFICI

RENDE NOTO

che con determinazione n. 94/2022 è stato approvato l’avviso pubblico  PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALLA NOMINA A MEMBRO DELLA COMMISSIONE TOPONOMASTICA

possono presentare istanza gli esperti in discipline quali storia, tradizioni e cultura locale, architettura, topografia locale, glottologia, scienze matematiche fisiche e naturali, archivistica, studi di genere o altre materie la cui conoscenza permetta di ottemperare meglio allo svolgimento dell’attività della Commissione.

Scadenza per la presentazione dell’ISTANZA: 26.04.2022 ore 12:00

SCARICA QUI L’AVVISO INTEGRALE

Modello istanza in formato.doc

 

GASTONE NOVELLI: SATURNIA, LE ORIGINI, LA MAGIA DEL SEGNO

Saturnia come luogo di meditazione, di vita relazionale, di arricchimento dell’immaginario artistico. Archeologia, paesaggio e arte contemporanea si incontrano nella mostra Gastone Novelli: Saturnia, le origini, la magia del segno, in programma al Polo Culturale Pietro Aldi di Saturnia, dal 9 aprile 2022 all’8 gennaio 2023. A oltre cinquant’anni dalla scomparsa dell’artista, disegni, sculture e tele di Gastone Novelli, esposti in relazione a una selezione di reperti etruschi e romani della collezione archeologica Ciacci, rivelano i legami dell’artista con Saturnia.

 

Gastone Novelli nasce a Vienna nel 1925, partecipa alla resistenza e nell'immediato dopoguerra vive in Brasile per cinque anni. Nel 1955 si stabilisce a Roma e allestisce numerose mostre personali in Italia e all'estero. Partecipa nel 1964 alla Biennale di Venezia, dove ottiene il premio Gollin. Nel 1967 si trasferisce a Venezia, partecipa attivamente al movimento del maggio '68 e in segno di protesta chiude la propria sala alla XXXIV Biennale. Muore il 22 dicembre 1968 a Milano.

I primi anni Sessanta sono per Novelli un momento in cui è ormai chiara la dedizione alla creazione del “linguaggio magico”, un sistema di segni capace di esprimere universi possibili. Sono gli anni dei viaggi in Grecia, esperienza cardine di questa indagine, ma anche della costruzione della sua casa a Saturnia.

 

Gastone Novelli arriva a Saturnia dall’Argentario durante una vacanza, se ne innamora e decide di acquistare un terreno per costruire una piccola casa nel fondovalle, a stretto contatto con le suggestive cascate del Gorello. La casa diviene un luogo di incontro con amici intellettuali e artisti, “un punto di arrivo, che è di tregua e di ritrovo, di un nuovo lavoro”. La sinuosità del paesaggio collinare maremmano, il moto costante delle acque sulfuree e la marcata caratterizzazione archeologica dell'area influenzano l’immaginario poetico di Gastone Novelli, che dedica a Saturnia una serie di opere.

 

Nell’allestimento della mostra cubi e parallelepipedi creano uno spazio dinamico che, con giochi di pieni, vuoti e prolungamenti ideali delle linee, invita alla visualizzazione di quei “diversi orizzonti” di cui Novelli parla nelle sue lezioni di composizione architettonica e che egli stesso rintraccia nella sua pratica artistica.

La prima sala mette in relazione una selezione di tele e i disegni di Novelli della Serie Saturnia con i reperti archeologici della collezione Ciacci; nella seconda sala sono esposte le sculture di Novelli, con un focus sull’immagine della collina/montagna; la terza sala racconta le molteplici valenze della casa di Novelli a Saturnia.

 

La mostra, realizzata al Polo Culturale Pietro Aldi grazie al contributo del Comune di Manciano e di Terme di Saturnia Spa & Golf Resort, è curata da Guglielmo Buda e Anna Cristina Caputi, fondatori dell'associazione Guna Contemporary, in collaborazione con l'Archivio Gastone Novelli. Guna Contemporary è una No profit al servizio di territori che desiderano valorizzare il loro patrimonio culturale e artistico, utilizzando l’arte contemporanea come catalizzatore di riflessione collettiva.

 

Mirco Morini, Sindaco di Manciano dichiara: “Per noi è un onore tornare a ‘vivere’ il grande artista Novelli così da vicino. Gastone Novelli ha amato tanto Saturnia e oggi si realizza il nostro sogno: vedere le opere di Novelli all’interno del Polo Pietro Aldi. Ringrazio il Polo, il museo archeologico, l’archivio, i curatori e Tema Vita per aver reso possibile tutto questo”.

 

Sottolinea Valeria Bruni, Assessore al Turismo del Comune di Manciano: “Sono anni che lavoriamo per portare la mostra di Gastone Novelli a Saturnia: un atto dovuto, un privilegio per la nostra comunità e la nostra amministrazione. Gastone Novelli illumina il nostro territorio con il suo estro, con la sua immaginazione e questa amministrazione ha voluto elogiare la sua figura e ringraziarlo per quello che ci ha lasciato. Con Gastone Novelli a Saturnia, il nostro territorio acquista dal punto di vista culturale e artistico ancora più importanza perché grazie a questa grande collaborazione con tutti i soggetti che sono intervenuti per dare vita alla mostra, abbiamo fuso naturalmente il turismo con l’arte”.

 

“Il Polo Culturale Pietro Aldi – afferma Marco Firmati, direttore del Polo Culturale Pietro Aldi di Saturnia è lieto di presentare al pubblico la mostra Gastone Novelli: Saturnia, le origini, la magia del segno in armonia con la politica dell’istituzione che, pur ispirata dal patrimonio culturale locale, non preclude aperture verso altri orizzonti. Così gli spazi inaugurati nel 2019 e dedicati alle esposizioni temporanee amplificano l’offerta culturale del Polo: alla collezione permanente (ma non statica!) delle opere di Aldi di proprietà di Banca TEMA si affianca adesso un artista contemporaneo dal respiro internazionale, che proprio Saturnia elesse come luogo d’incontro con altri artisti e intellettuali. In forza di questo legame con il territorio accanto alle opere di Novelli si trovano i materiali archeologici, già raccolti nella collezione Ciacci, che evocano il locale sostrato etrusco quale lo stesso Novelli, forse, intravide nel paesaggio di Saturnia vivendoci immerso: “esprimersi è tracciare, incidere (come gli etruschi il campo) un universo segnico complesso”.

 

Guglielmo Buda, co-curatore della mostra e del progetto GUNA Contemporary mette l’accento sul progetto: “Guna Contemporary è un team curatoriale nato a Londra durante la primavera 2021. Attiva anche in Italia, nella forma dell’associazione culturale senza scopo di lucro, si pone quale obiettivo principale l’organizzazione di mostre d’arte prevalentemente in territori lontani dalle principali capitali nazionali ed internazionali dell’arte. Attraverso la pratica dello studio della storia e della contestualizzazione contemporanea di un territorio, il team curatoriale procede ad un progressivo avvicinamento al luogo in cui nascerà il progetto di mostra, instaurando dei legami duraturi con la popolazione e stimolando un processo collettivo ed inclusivo di realizzazione del progetto. La fase conclusiva dello stesso è la realizzazione di una mostra d’arte che ambisce a raccontare alcuni aspetti di un dato territorio. Nell’ambito specifico della mostra Gastone Novelli: Saturnia, le origini, la magia del segno, l’esposizione intende rendere omaggio ad un grande artista, uno dei principali interpreti del dopoguerra italiano, che esattamente sessant’anni fa aveva deciso di costruire una piccola casa a Saturnia dove trascorrere momenti distensivi e di assimilazione contemplativa per la propria produzione artistica”.

 

“Questa mostra espone per la prima volta opere di Gastone Novelli a Saturnia, luogo che la storiografia riconosce come rilevante per la sua produzione, ma in cui non erano mai stati presentati suoi lavori. – rimarca Anna Cristina Caputi, co-curatrice della mostra e del progetto GUNA Contemporary - Riteniamo che il valore scientifico della mostra consista nell'avviare un momento di indagine su quanto questi territori sia entrati nell'immaginario di Novelli. Accostando opere di Novelli ai reperti archeologici, si vuole alludere a quel processo in cui l'artista struttura il suo linguaggio artistico attingendo a vari elementi della realtà, creando poi nuovi universi personali riflessi nei suoi lavori. La serie di disegni su Saturnia dimostra come l'immaginario saturnino, fatto di natura e reperti, entra attivamente nel linguaggio artistico dell'autore. Sui disegni appaiono infatti i paesaggi naturali locali e si scorgono resti di mura, epigrafi, forse sigilli. L’exhibition design guida il visitatore nella fruizione e potenzia il messaggio della mostra. Disegni e sculture di Novelli sono su pannelli o supporti azzurri, mentre i reperti poggiano su plinti beige. I due colori richiamano la terra e l’acqua, i due elementi caratterizzanti il territorio saturnino e la casa dell’artista, che sorge su un terreno a contatto con le cascate del Gorello. La prima sala mette in relazione i disegni di Novelli della Serie Saturnia con i reperti archeologici della collezione Ciacci. I plinti, variando in altezza, formano idealmente una linea orizzontale ondulata, che allude a quello spazio orizzontale immaginato dall’autore, in cui segni e oggetti del passato restano percepibili nel presente”.

 

Il Museo Archeologico di Saturnia – sottolinea Massimo Cardosa, Direttore Musei Civici di Manciano e Saturnia dal 2003 accoglie la Collezione Ciacci, raccolta di materiali archeologici formatasi a partire dalla metà dell’800, grazie agli interessi culturali della famiglia di origine pitiglianese che acquistò il feudo di Saturnia dai marchesi Panciatichi Ximenes, originari feudatari del luogo. In particolare Bernardino Ciacci (1818-1897), medico di professione, si adoperò per lo sviluppo e il progresso del piccolo centro, che allora era quasi completamente spopolato, migliorandone le condizioni di vita, impegnandosi nella bonifica della valle ai piedi della rupe dove sorge il paese, dove le acque della sorgente termale si impaludavano, e avviando la costruzione del primo stabilimento termale moderno. Bernardino fu anche “Regio Ispettore degli Scavi” e probabilmente proprio a lui si deve il maggiore impulso alla formazione della raccolta, che diventò presto un vero e proprio Antiquarium, collocato a partire dal 1930 in una sala dell’antica rocca senese, appositamente ristrutturata per diventare la nuova dimora della famiglia. Il piccolo museo, seppur privato, fu sempre aperto su richiesta per il pubblico, finché nel 1978 la raccolta fu acquisita dallo Stato, che la collocò dapprima nel Museo Archeologico di Grosseto e infine nella sede odierna. Quello che fu l’Antiquarium di villa Ciacci, oggi civico Museo Archeologico di Saturnia, per le sue vicende è così diventato nel corso del tempo uno degli elementi identificativi della comunità di Saturnia, ed è quindi di particolare interesse e rilevanza ritrovarne alcuni reperti a fianco di opere d’arte che, non solo ad esse si sono ispirate, ma che, come esse, sono state concepite nelle suggestioni che questo territorio ha in fondo saputo fornire agli artisti di tutte le epoche”.

 

Terme di Saturnia Natural Destination è onorata e lieta di sostenere il territorio e l’arte contribuendo alla realizzazione della Mostra Gastone Novelli: Saturnia, le origini, la magia del segno. – afferma Antonello Del Regno, General Manager Terme di Saturnia Natural Destination -

Il territorio è da sempre parte integrante della cultura di Terme di Saturnia in quanto luogo unico e di grande fascino, alta fonte di ispirazione e opportunità di scoperta per i nostri ospiti. L’acqua di Saturnia in primis, miracolo della natura e cuore pulsante di Terme di Saturnia che, proprio dal territorio, prende vita e la dona a chi è intorno, restituendo il miracolo sotto forma di proprietà benefiche e curative. Da oltre 3.000 anni fuoriesce ininterrottamente dal cuore della terra all’interno di un cratere, alla temperatura costante di 37,5°C. La storia della Via dell’acqua più famosa d’Italia è affascinante: inizia il suo percorso dalle pendici del Monte Amiata e viaggia sotterranea per quarant’anni prima di emergere arricchita di minerali nella vasca Sorgente, sulla quale si affaccia il Resort. Terme di Saturnia è a tutti gli effetti un luogo dove la Natura diventa Arte: le sfumature celeste smeraldo delle acque termali, i 120 ettari di verde, il bianco del marmo travertino. Il Resort ha inoltre la fortuna di ospitare opere d’arte nei giardini e negli interni: la scultura di Gio Pomodoro Aquapietra, una maestosa onda di marmo di Giò Pomodoro all’ingresso, le vivaci sculture di resina e cera Herbert Hamak nella SPA e la fontana Spirito d’Acqua del giapponese Yoshin Ogata nel chiostro della veranda”.

 

“Tema Vita – spiega Francesco Gentili, Vicepresidente Tema Vita e consigliere di Banca Tema –  è un’associazione senza scopo di lucro che opera a favore dei soci in ambito sanitario, sociale e culturale. Gestisce il Polo Pietro Aldi, di proprietà di Banca Tema Credito Cooperativo, che raccoglie la più ampia collezione esistente di dipinti e bozzetti dell'omonimo pittore mancianese. Un patrimonio culturale di rilievo che Banca Tema, socio sostenitore di Tema Vita, mette a disposizione della comunità gratuitamente. Con grande piacere ospitiamo questa importante mostra dedicata a Gastone Novelli che nel 1963 ha costruito una casa proprio qui a Saturnia, luogo di incontro di amici scrittori e artisti”.

 

La mostra si è potuta realizzare grazie al contributo: Comune di Manciano dell’Assessore ai lavori pubblici, alle politiche sociali e al turismo Valeria Bruni, in collaborazione con l’Archivio Gastone Novelli - nella figura di Ivan Novelli e con la consulenza scientifica di Maria Bonmassar - che ha prestato le opere dell’artista; il Polo Culturale Pietro Aldi, nella persona del Direttore Marco Firmati che ha messo a disposizione le sale espositive del museo. Si ringrazia inoltre l’intero consiglio direttivo di Tema Vita, in particolare il Presidente Massimo Barbini ed il Vice Presidente Francesco Gentili per avere promosso pienamente la mostra.

Ringraziamenti speciali vanno anche a Terme di Saturnia Spa & Golf Resort, in particolare al Presidente Massimo Caputi ed il General Manager Antonello Del Regno, per aver offerto un importante contributo economico alla realizzazione della mostra. Infine, si ringrazia il Direttore del Museo Archeologico di Saturnia Massimo Cardosa che con la sua disponibilità ha favorito il progetto della mostra. Si ringrazia Banca Tema per la disponibilità nei confronti della mostra.

Inoltre, si ringraziano i responsabili dei servizi del Polo Culturale Pietro Aldi Enrico Morgantini e Maria Cristina Fava per avere offerto costante e totale supporto tecnico e logistico durante le fasi di allestimento.

 

Sottocategorie

  • Ultime
    Le ultime notizie dal Comune di Manciano
    Conteggio articoli:
    135