Variazione di Bilancio, Bulgarini: “Il Comune è in buona salute: destinate somme importanti per la manutenzione delle strade e viabilità”

  • Stampa

 

“Con deliberazione di Giunta n. 86 del 22.06.2021, è stata fatta una variazione al bilancio di previsione 2021/2023. Con tale variazione di bilancio questa amministrazione ha applicato l’avanzo di amministrazione libero per 449.216,95 euro, destinato agli investimenti per 240.993,86 euro e 56.354,46 euro di avanzo vincolato”. Così l’assessore al Bilancio del Comune di Manciano Roberto Bulgarini ha spiegato in Consiglio comunale, che si è svolto ieri giovedì 29 luglio, lo stato di salute dell’ente, dal punto di vista economico: la variazione di Bilancio è stata approvata. “Riguardo alle modalità di impiego – continua Bulgarini - questa amministrazione, in maniera trasparente e responsabile, ha inteso destinare parte delle risorse finanziarie alla viabilità e, in particolare, sono state impiegate 250.210,81 euro per la manutenzione straordinaria del patrimonio disponibile, 80.000,00 euro per la manutenzione straordinaria delle strade esterne, 19.000,00 euro sono state assegnate all’Unione dei Comuni sempre per l’attività per la viabilità. Ancora, 32.000,00 euro per la realizzazione di dossi artificiali, 50.000,00 euro per la toponomastica del Comune, 50.000,00 euro per incarichi professionali, 5.000,00 euro per il completamento del Mosaico di Saturnia, 5.000,00 euro per le attività culturali, 4.000,00 euro per il completamento del sistema di videosorveglianza. Analogamente allo scorso anno, questa amministrazione ha stanziato la somma di 50.000,00 euro per contributi alle impese a titolo di aiuti economici in ragione dell’emergenza epidemiologica Covid-19. Infine, 120.000,00 euro vengono applicati ai capitoli del servizio manutenzioni, in parte in ragione dell’emergenza sanitaria Covid come disposto dall’art.109 del decreto legge n. 18 del 17.03.2020 convertito in Legge n. 27 del 24.04.2020 il cui disposto è stato prorogato per effetto del Decreto Legge 41 del 22.03.2021 convertito in Legge 69/2021, ed in parte in ragione del disposto dall’art. 187 Tuel oltre che dal paragrafo 9.2.12 del principio contabile applicato alla contabilità finanziaria in quanto spesa corrente non ripetitiva. Come sempre – sottolinea Bulgarini – questa amministrazione sa dare risposte concrete ai cittadini: essi sanno quanto spendiamo e per cosa. Per quanto attiene la somma di 56.354,46 euro di avanzo vincolato, costituito da impegni che in sede di riaccertamento, sono confluiti in tale avanzo in ragione della loro inesigibilità, la somma di 47.853,88 euro è stata applicata per i lavori eseguiti dall’Unione dei Comuni Montani Colline del Fiora mentre 8.500,58 euro vanno in favore della Fraternita di Misericordia di Manciano a titolo di oneri. In ultima analisi – afferma ancora Bulgarini - si è registrata una maggiore entrata per 25.000,00 euro per violazione dei regolamenti comunali e, inoltre, è stata assegnata la somma di 19.000,00 euro per spese legali, 4.000,00 euro per prese afferenti a gare e, infine, 9.600,00 euro per l’acquisto di beni immobili. La destinazione dell’avanzo di amministrazione derivante dal 2020 riguarda una serie di interventi, perfettamente in linea con il programma che questa amministrazione ha presentato in sede di inizio mandato. Quanto alle tempistiche si evidenzia che il rendiconto 2020 è stato approvato nel rispetto dei tempi di legge. Si consideri che le motivazioni della proroga dell’approvazione di tale rendiconto dal 30 aprile al 30 maggio 2021 sono legate alla compilazione della certificazione relativa ai fondi Covid 2020 (anch’essa scadente in data 31 maggio 2021), poiché se tali fondi non fossero stati utilizzati avrebbero dovuto confluire nell’avanzo di amministrazione. Il bilancio del Comune di Manciano si trova in perfetto equilibrio. In particolare, la sana gestione finanziaria condotta da questa amministrazione si riscontra in fattori sintomatici, quali: fondo riserva pari a 22.069,20 euro e, quindi, in linea con le disposizioni di legge (0,30 del totale delle spese correnti) e fondo cassa che alla data del 14.07.2021 ammonta a 4.210.578,78 euro. Il dato più che positivo del fondo di cassa evidenzia l’ingente disponibilità liquida nelle casse del Comune e, quindi, mi consente di poter escludere un potenziale ricorso a anticipazioni di tesoreria. Sotto il diverso profilo della gestione di competenza relativamente alla parte corrente e capitale emerge una sostanziale situazione di equilibrio economico-finanziario che si presenta, altresì, anche nella gestione dei residui. Passando, poi, alla trattazione delle variazioni che con il medesimo atto sono state effettuate al bilancio di previsione 2021/2023, rilevo che è stata applicata al bilancio di previsione la somma di 11.000,00 euro di avanzo vincolato per sanzioni del codice della Strada destinata all’impianto di videosorveglianza. Per quanto attiene alla Tari, ai sensi dell’art 6 “Decreto Sostegni bis” D.L 25 maggio 2021 n. 73, al Comune di Manciano sono stati assegnati 105.388,00 euro che, in uscita, saranno utilizzate per concedere agevolazioni oltre a un assestamento in entrata del capitolo afferenti ai rifiuti in ragione delle risultanze del Pef. Per quanto concerne le maggiori entrate – spiega ancora Bulgarini - mi limito ad evidenziare quelle più significative e, cioè 27.669,24 euro a titolo di contributo per la sostituzione degli infissi i cui lavori essendo stati già effettuati con spesa a carico del bilancio comunale sono stati impiegati in uscita nel patrimonio disponibile 17.139,39 euro per contributo nido d’infanzia. Continuando nella trattazione, quanto all’uscita evidenzio, tra le varie, 17.018,18 euro per i centri estivi finanziati in entrata con una somma erogata a titolo di contributo oltre che risorse proprie 30.000,00 euro per illuminazione pubblica”.  

Comunichiamo che il nuovo revisore dei conti del Comune di Manciano, estratto dalla Prefettura di Grosseto è il dottor Alessandro Caprili, nato a Viareggio e residente a Camaiore (Lucca). Caprili ha accettato l’incaro e sostituirà l’ex revisore dei conti, il dottor Cateni, dal 24 settembre 2021.