A fronte dell’emergenza COVID-19, il Comune di Manciano ha aperto un conto corrente ove poter effettuare le donazioni. 

 

Di seguito il codice Iban:

IT94 E030 6972 2821 0000 0300 004

 

 

"Aiuti per i danni da predazione provocati dal lupo"

La Regione Toscana intende indennizzare  le  aziende agricole con allevamento zootecnico ovino, caprino, bovino, bufalino, equino, asinino e suino  per i danni da predazione provocati da attacchi di lupi (canis lupus), predazioni dell'annualità 2020

 
 
 
BANDO CON ATTUAZIONE
 
Data di scadenza presentazione domande
 
30 aprile 2021
 
L’aiuto è concesso sia per danni diretti (rimborso del valore di mercato del capo predato) che indiretti (i costi veterinari relativi al trattamento di animali feriti).
 
Con Decreto Dirigenziale n. 4229 del 09/03/2021 la Regione Toscana ha adottato il bando per l'attuazione dell'intervento relativo agli "Riconoscimento alle aziende zootecniche dei danni da predazione provocati dal lupo (canis lupus) - predazioni dell'annualità 2020".
 
Bando
 
 
DGR n. 45/2021 - Attuazione dell'intervento "Riconoscimento alle aziende zootecniche dei danni da predazione provocati dal lupo (canis lupus) - predazioni dell'annualità 2020" - Approvazione bando di attuazione.
 
 
Proroga della scadenza dei termini per la presentazione delle domande
 
Scadenza
 
le domande possono essere presentate dal 22 marzo 2021 fino alle ore alle ore 24:00 del 30 aprile 2021
 
 
 
 
 
 
 
 
 
A chi si rivolge
 
Imprese agricole con allevamento zootecnico ovino, caprino, bovino, bufalino, suino, equino e asinino, la cui UPZ (unità produttiva zootecnica) è situata nel territorio regionale, che abbiano subito un evento predatorio da parte del lupo.
 
Opportunità
 
L'aiuto è concesso:
 
·         per i danni diretti: costo degli animali uccisi o morti/abbattuti a seguito delle ferite riportate
 
·         per i costi indiretti: i costi veterinari documentati relativi al trattamento di animali feriti;
 
Possono fare richiesta gli imprenditori agricoli (PMI attive nella produzione agricola primaria) con allevamento zootecnico posto nel territorio regionale che abbiano subito un evento predatorio, da parte del lupo (canis lupus), certificato da veterinario dell'azienda ASL, nel periodo compreso tra il 1°gennaio 2020 e il 31 dicembre 2020, che abbia causato la morte o il ferimento grave (destinato a morte) di uno o più capi allevati, ed è subordinato all'applicazione di almeno una misura di prevenzione (cani da guardiania e/o recinzioni di sicurezza).
 
In considerazione dell’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia Covid-19, è eccezionalmente consentito presentare domanda per i danni subìti anche nell’anno 2019, a condizione che l’azienda non vi abbiano provveduto in occasione del bando dell’anno 2020.
 
Come partecipare
 
La domanda, completa di tutti i documenti richiesti, si presenta sul portale di Artea www.artea.toscana.it a partire dal 22 marzo 2021 mediante l’utilizzo del modulo ID 21406
 
Leggi il bando completo
 
·         Testo dell'atto, Decreto n. 4229 del 9/3/2021
 
·         Bando, allegato A
 
·         Tabelle valori danno diretto, Allegato B
 
·         Decreto n. 4387 del 19/03/2021 (proroga scadenza)
 
 
 
 
 
Finalità
 
Con il presente intervento la Regione Toscana intende provvedere all’indennizzo dei danni provocati al patrimonio zootecnico delle aziende agricole dagli attacchi predatori da parte del lupo (canis lupus), rimborsando il valore di mercato dei capi uccisi e le eventuali spese veterinarie per la cura degli animali feriti.
 
Destinatari/beneficiari
 
Possono fare richiesta le imprese agricole (PMI attive nella produzione agricola primaria) con allevamento zootecnico posto nel territorio regionale che abbiano subito un evento predatorio da parte del lupo (canis lupus) nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2020 e il 31 dicembre 2020, muniti di certificato rilasciato dal veterinario dell’azienda ASL competente attestante la descrizione dell’evento predatorio subito, ed è subordinato all'applicazione, da parte dell’azienda, di almeno una misura di prevenzione (cani da guardiania e/o recinzioni di sicurezza).
 
Scadenza e presentazione della domanda
 
Le domande di aiuto possono essere presentate solo mediante procedura informatizzata, a partire dal 22 marzo 2021 ed entro le ore 24.00 del 30 aprile 2021, impiegando esclusivamente la modulistica disponibile sulla piattaforma gestionale dell'Anagrafe Regionale delle aziende agricole gestita dall'Agenzia regionale erogazione in agricoltura (ARTEA) e raggiungibile dal sito www.artea.toscana.it, attraverso la compilazione e firma del modulo ID 21406.
 
La domanda deve essere sottoscritta e presentata secondo le modalità indicate dal decreto del direttore di ARTEA del 31 dicembre 2015, n. 140 e successive modifiche e integrazioni (decreto del direttore ARTEA n. 70/2016).
 
Tipo di agevolazione
 
L’aiuto è concesso nell’ambito degli “Orientamenti dell'Unione Europea per gli aiuti di stato nei settori agricolo e forestale e nelle zone rurali 2014/2020" del 1/7/2014n. 2014/C204/01 ed in particoolare agli “Aiuti destinati a indennizzare i danni causati da animali protetti”.
 
L’aiuto è pagato direttamente al beneficiario, la verifica dei requisiti per l’indennizzo è effettuata dagli Uffici Territoriali dell’Agricoltura della Regione Toscana, le domande ammesse saranno liquidate in base ad una graduatoria in cui la priorità è determinata dalla data dell’evento predatorio subito.
 
Dotazione finanziaria
 
Il bando ha un budget finanziario di 318.606,99 euro.
 
Per conoscere i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda, consultare integralmente il testo del bando (allegato A del decreto n. 4229 del 09/03/2021)
 
Per ulteriori informazioni
 
Dirigente responsabile:
 
Paolo Banti - tel 0554385481 e-mail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Referente per la misura:
 
Fernando Berti - tel 0554386457 e-mail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Organismo emittente:
Regione Toscana