A fronte dell’emergenza COVID-19, il Comune di Manciano ha aperto un conto corrente ove poter effettuare le donazioni. 

 

Di seguito il codice Iban:

IT94 E030 6972 2821 0000 0300 004

 

 

CALENDARIO PROVE BANDO DI CONCORSO CAT. D

Si rende noto il calendario delle prove:

PROVA SCRITTA01 Marzo 2022 ore 9.30 presso Palazzetto dello Sport di Manciano

PROVA ORALE: 17 Marzo 2022 ore 09.30 presso Sala del Consiglio del Comune di Manciano

Uncategorised

Pubblicazioni matrimoniali

CITTADINI ENTRAMBI ITALIANI O DI CUI ALMENO UNO STRANIERO O ENTRAMBI STRANIERI RESIDENTI NEL COMUNE

Attraverso la pubblicazione di matrimonio, l’Ufficiale di Stato Civile accerta l’insussistenza di impedimenti alla celebrazione del matrimonio.

La richiesta di pubblicazione può essere effettuata dai nubendi, dei quali almeno uno residente per la celebrazione del matrimonio civile ed anche nel caso di matrimonio religioso ( cattolico/acattolico).

Il procedimento si distingue in 3 fasi:

1. almeno un nubendo si presenta personalmente all’Ufficio Servizi Demografici per informazioni; l’Ufficiale di Stato Civile provvede ad accertare i dati dei nubendi al fine di poter acquisire d’Ufficio (per i Cittadini Italiani) la documentazione necessaria per procedere alla pubblicazione;

2. Acquisita la documentazione necessaria, previo appuntamento, si procede alla pubblicazione;

3. Espletate le formalità con la firma dell’apposito verbale da parte dei nubendi e dell’Ufficiale di Stato Civile, si procede all’affissione dell’atto di pubblicazione nell’apposito spazio presso il Palazzo Comunale: per 8 giorni + 3 giorni per le eventuali opposizioni. Il matrimonio dovrà essere celebrato entro 180 giorni per delega dal primo giorno utile dalla fine delle pubblicazioni; la celebrazione potrà avvenire in qualsiasi Comune Italiano.

Decorso il termine della pubblicazione, per il matrimonio religioso, l’Ufficiale di Stato Civile può rilasciare:

· certificato di eseguite pubblicazioni per il Parroco;

· autorizzazione per la celebrazione del matrimonio al Ministro di Culto;

· delega per la celebrazione del matrimonio in altro Comune italiano.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE:

· nel caso di matrimonio religioso richiesta di pubblicazione da parte del Parroco o del Ministro di Culto;

· nel caso di cittadino straniero che vuole contrarre matrimonio in Italia, è necessario il nulla osta o il certificato di capacità matrimoniale rilasciato dall’Autorità competente del Paese di appartenenza secondo quanto stabilito dalla normativa vigente, con eventuale legalizzazione o Apostille.

· eventuale autorizzazione del Tribunale per i Minorenni competente, nel caso di nubendi da 16 a 18 anni;

Denuncia di nascita

Dichiarazione di nascita - iscrizione nei registri dello Stato Civile della dichiarazione di nascita di figlio legittimo o naturale

La dichiarazione può essere resa da uno dei genitori, da un procuratore speciale, dal medico, dall'ostetrica o da altra persona che ha assistito al parto, rispettando la volontà della madre che eventualmente non voglia essere nominata:
- entro tre giorni dalla nascita alla Direzione Sanitaria dell'ospedale o casa di cura in cui  è avvenuto l'evento
- entro dieci giorni dalla nascita, all'Ufficiale di Stato Civile del Comune o Delegazione in  cui è avvenuto l'evento o al Comune o Delegazione di residenza dei genitori.

Nel caso in cui gli stessi risiedano in Comuni diversi, la dichiarazione può essere resa, secondo il preventivo accordo tra essi, in uno dei due Comuni, ma l'iscrizione anagrafica sarà sempre presso il Comune di residenza della madre.

Attribuzione del nome

Il nome da imporsi al bambino deve corrispondere al sesso e può essere composto al massimo da tre elementi onomastici anche separati.
Tutti i nomi saranno riportati nei certificati di Stato Civile e in quelli anagrafici.

Riconoscimento di nascituro

Può essere effettuato prima della nascita per i figli naturali.

In questo caso la paternità e la maternità saranno già riconosciute alla nascita e ciò semplificherà la procedura per la dichiarazione di nascita, non essendo piu' necessaria la presenza di entrambi i genitori.

L'atto viene redatto dall'Ufficiale di Stato Civile del Centro o della Delegazione, su appuntamento, alla presenza dei futuri genitori, muniti di valido documento di identità.

Dovrà essere prodotto un certificato medico attestante la gravidanza.

Iscrizioni e trascrizioni nei registri di nascita

Nei registri degli atti di nascita vengono anche iscritti e trascritti:

- atti di nascita di italiani nati all'estero, trasmessi da Consolati o Ambasciate italiane
  (d'ufficio o a richiesta di parte)
- decreti per cambiamento di nome o cognome (a richiesta di parte)
- sentenze di rettifica di nome o di sesso (d'ufficio o a richiesta di parte)
- riconoscimento paterno o materno (a richiesta di parte)
- disconoscimento paterno (d'ufficio)
- dichiarazione giudiziale di paternità (d'ufficio)
- attribuzione di cognome paterno (d'ufficio)
- formazione atto di nascita (d'ufficio)
- decreto d'adozione (d'ufficio)
- atto di nascita di adottato straniero (a richiesta di parte)
- atti di nascita di cittadini stranieri (a richiesta di parte).

 

 

Autenticazione di Foto

L'autenticazione della fotografia può essere fatta per ottenere un'autorizzazione da parte di un ufficio della pubblica amministrazione (ad es.: patente automobilistica o nautica, patente di operatore di conduttore di caldaie a vapore, porto d'armi, licenza di caccia o pesca, ecc.).

L'interessato si presenta dal funzionario dell'ufficio con una foto e un documento di identificazione in corso di validità.

Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà

Ldichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà concerne stati, qualità personali o fatti a diretta conoscenza dell'interessato e per i quali non è prevista la dichiarazione sostitutiva di certificazione. La dichiarazione sostitutiva di notorietà, resa nell'interesse proprio del dichiarante, può riguardare anche stati, fatti e qualità personali relative ad altri soggetti di cui egli abbia diretta conoscenza.

Cosa non si può dichiarare
non si possono fare dichiarazioni a carattere dispositivo, manifestazioni di volontà o relative ad eventi futuri.


Come si fa

le singole amministrazioni possono predisporre, in conformità al modello ministeriale, i moduli necessari per la redazione delle dichiarazioni sostitutive che gli interessati hanno la facoltà di utilizzare:

a)  modello di dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, da presentare alla P.A. 

b)  modello di dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, resa da chi non sa o non può firmare, da presentare alla P.A.

c)   modello di dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà da presentare ai privati

Notizie utili se la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà è presentata alle Amministrazioni e ai Gestori di Servizi Pubblici, la firma non deve essere autenticata. E' sufficiente firmare la dichiarazione davanti al dipendente addetto a riceverla oppure presentarla o inviarla allegando la fotocopia di un documento di identità.


La dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà è estesa anche ai privati ( ad esempio banche e assicurazioni) che decidono di accettarla.  Per i privati accettare le dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà non è un obbligo ma una facoltà. In questo caso però è necessario autenticare la firma del dichiarante. L'autenticazione può essere fatta da un notaio, cancelliere, segretario comunale, dal dipendente addetto a ricevere la documentazione o da altro dipendente incaricato dal Sindaco.

Assensi

(a seconda delle situazioni: minori – genitori con prole minore)

Validità: cinque anni

 

Rinnovo:
  • per scadenza: bisogna presentarsi agli sportelli dell'Anagrafe con tre fotografie formato tessera recenti, uguali e la carta d'identità scaduta (da non troppo tempo) o in scadenza (nei sei mesi prima della scadenza).
  • per cambiamento di dati personali ritenuti errati (nome, cognome e data di nascita....): occorre fare richiesta agli sportelli che provvederanno d'ufficio ad acquisire il certificato necessario; per i cittadini stranieri occorre l'apposita dichiarazione rilasciata dal Consolato o dall'Ambasciata di appartenenza. 
  • - per deterioramento: presentare tre fotografie recenti formato tessera e uguali, il documento deteriorato (se il documento deteriorato non ha elementi sufficienti per l'identificazione occorre presentare un altro documento valido e, in mancanza di questo, è necessaria la presenza di due testimoni maggiorenni che, mostrando un documento valido, devono dichiarare l'identità del richiedente). 
  •  per smarrimento o furto: occorre fare la denuncia alle autorità di Polizia e presentarla in Anagrafe al momento del nuovo rilascio, insieme a tre fotografie recenti formato tessera, uguali e un documento valido; senza questo è necessaria la presenza di due testimoni maggiorenni che, con un documento valido, devono dichiarare l'identità del richiedente.

 

I cittadini stranieri devono presentare anche il permesso di soggiorno e il passaporto o documento equipollente

 

 

Altri articoli...

  1. Servizi Demografici