A fronte dell’emergenza COVID-19, il Comune di Manciano ha aperto un conto corrente ove poter effettuare le donazioni. 

 

Di seguito il codice Iban:

IT94 E030 6972 2821 0000 0300 004

 

 

Uncategorised

Raccolta funghi: le disposizioni per l'anno 2021

In Toscana la raccolta dei funghi epigei è disciplinata dalla L.R. 22 marzo 1999 n. 16 e successive modifiche ed integrazioni.

L'attuale disciplina prevede i seguenti adempimenti:

per i residenti in Toscana

  • coloro che vogliono raccogliere i funghi epigei spontanei nel solo territorio del Comune di residenza non sono tenuti a munirsi di alcuna autorizzazione;
  • coloro che vogliono raccogliere i funghi epigei spontanei al di fuori del Comune di residenza sono tenuti ad effettuare un versamento sul conto corrente postale n. 6750946 intestato a Regione Toscana, un bonifico tramite codice IBAN (IT87 P076 0102 8000 0000 6750 946), oppure un versamento tramite IRIS, la piattaforma della Regione Toscana per i pagamenti su servizi toscana

La ricevuta deve riportare la causale ‘Raccolta funghi' e le generalità del raccoglitore e va conservata e portata con sé al momento della raccolta, insieme a un documento di riconoscimento.

Per ottenere l'autorizzazione devono essere versati i seguenti importi:

Euro 13,00 per l'autorizzazione personale semestrale
Euro 25,00 per l'autorizzazione personale annuale

Nel caso di residenza in territori classificati montani tali importi sono ridotti del 50%. Di analoga riduzione beneficiano i soggetti di età compresa fra i 14 ed i 18 anni in possesso dell'attestato di frequenza ai corsi di cui all'art. 17 della legge regionale n. 16 /1999 .
 

per i non residenti in Toscana
 

I non residenti in Toscana devono utilizzare l'autorizzazione turistica.

Anche in questo caso il versamento deve essere effettuato sul conto corrente postale n. 6750946 intestato a Regione Toscana, oppure con bonifico tramite codice IBAN (IT87 P076 0102 8000 0000 6750 946)

Gli importi sono pari a:
Euro 15,00 per l'autorizzazione turistica giornaliera;
Euro 40,00 per l'autorizzazione turistica valida per 7 giorni consecutivi.
Euro 100,00 per l'autorizzazione turistica valida un anno.

La data o l'indicazione della settimana devono essere obbligatoriamente aggiunte nella causale dopo la dicitura ‘Raccolta funghi'.

Per maggiori informazioni consultare il sito della Regione Toscana

Incendi, prorogato al 19 settembre il divieto assoluto di abbruciamenti

E’ prorogato fino a domenica 19 settembre su tutta la Toscana il divieto assoluto di abbruciamento di residui vegetali agricoli e forestali (potature, sfalci, ecc) e il divieto di effettuare qualsiasi accensione di fuochi. Resta esclusa la cottura di cibi in bracieri e barbecue situati in abitazioni o pertinenze o all'interno delle aree attrezzate.

La proroga si è resa necessaria per la grave situazione che vede perdurare condizioni meteo climatiche caratterizzate da scarse precipitazioni con generali condizioni di siccità e conseguente forte stress idrico anche della vegetazione di grandi dimensioni.  

“Raccomandiamo la massima attenzione", ha detto la vicepresidente e assessora all’agroalimentare Stefania Saccardi. "Un comportamento non corretto, imprudente o superficiale può dar luogo ad un danno ambientale elevato sia per i boschi sia per la sicurezza dei cittadini e per l’economia di tutte quelle attività agricole e turistico ricettive che vivono nell’ambiente agricolo-forestale. Invitiamo pertanto gli imprenditori agricoli e i privati cittadini a tenere comportamenti prudenti”.

La mancata osservanza del divieto di abbruciamento comporta l'applicazione di pesanti sanzioni previste dalle disposizioni in materia.

Si sottolinea l'importanza di segnalare tempestivamente eventuali focolai al numero verde 800.425.425 della Sala operativa della Regione Toscana o al 115 dei Vigili del Fuoco.

Fonte: www.toscana-notizie.it

Gestione Patrimonio Arboreo e Arbustivo

GESTIONE PATRIMONIO ARBOREO E ARBUSTIVO IN AREE URBANE E ASSIMILATE

L'Ufficio Ambiente si occupa delle istanze relative alla gestione del patrimonio arboreo e arbustivo in area urbana e assimilata, ai sensi del Regolamento Forestale DPGRT 48/R/2003.
 
Per i perimetri di riferimento si può visionare il Piano Operativo Comunale, approvato con Deliberazione C.C. n. 44/2017, Tavole da 4.1 a 4.8.
Per le specie soggette ad autorizzazione, si può far riferimento agli articoli 55 e 56 del predetto Regolamento Forestale
Il modello di riferimento è scaricabile qui.
Le istanze sopradette sono soggette all'assolvimento dell'imposta di bollo, nella seguente misura:
  • 2 marche da bollo da euro 16,00 8di cui una nell'istanza iniziale e una da apporre nel provvedimento finale).
E' possibile provvedere a tale adempimento mediante il modello di assolvimento, scaricabile qui.
 
Qualora si preveda di effettuare un intervento di manutenzione del patrimonio arbustivo / arboreo in area urbana privata, si può utilizzare il relativo modello di comunicazione scaricabile qui.
 
Per le istanze esterne ai centri abitati ci si può rivolgere al competente Ufficio dell'Unione dei Comuni Montani "Colline del Fiora" ( www.uc-collinedelfiora.it ).
 
Per ogni eventuale informazione in merito ci si può rivolgere ai seguenti recapiti:
  • 0564/625348
  • 0564/625331

Istanze Attività Rumorose

ATTIVITÀ RUMOROSE TEMPORANEE E INQUINAMENTO ACUSTICO

 
L'Ufficio Ambiente si occupa dei procedimenti relativi alle istanze per eseguire attività rumorose temporanee ai sensi della normativa vigente in materia di inquinamento acustico, con particolare riferimento alla Legge Quadro 447/1995.
La principale disciplina comunale è dettata:
  • dal "Regolamento per le attività rumorose" allegato al vigente Piano di Classificazione Acustica (P.C,C.A.), approvato con deliberazione C.C. n. 9/2005;
  • dalla "Circolare interpretativa" del 26/05/2016.
I modelli di riferimento, utilizzabili in base al caso di specie, sono:
  • allegato 1, per richiedere la deroga ai limiti di immissione previsti dal DPCM 14/11/1997 per l'area di riferimento nel caso di cantieri edili, stradali o assimilabili;
  • allegato 2, per richiedere la deroga ai limiti di immissione previsti dal DPCM 14/11/1997 per l'area di riferimento nel caso di manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico, e assimilabili;
  • allegato 3, per comunicare l'esecuzione di attività rumorosa temporanea nel rispetto dei limiti di immissione previsti dal DPCM 14/11/1997 per l'area di riferimento nel caso di cantieri edili, stradali o assimilabili e di manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico, e assimilabili;
  • allegato 4 per comunicare che la propria attività, purchè appartenente alle categorie di impresa di cui al DMA 18 aprile 2005, rientra tra quelle definite a bassa rumorosità (art. 4 DPR 227/2011). 
 
Unitamente al modello sopra indicato e a un documento di identità in corso di validità, è da assolversi l'imposta di bollo provvedendo ad apporre:
  • 1 marca da 16 euro sul modello di istanza
  • 1 marca da 16 euro all'eventuale autorizzazione rilasciata.
Si può altresì provvedere mediante il modello di assolvimento scaricabile qui.
Per ogni eventuale informazione in merito ci si può rivolgere ai seguenti recapiti:
  • 0564/625331
  • 0564/625348

ZMPSL

Zone a maggiore pericolosità sismica locale

Capanne - Murella
Manciano
Marsiliana
Montemerano
Poderi di Montemerano
San Martino sul Fiora
Saturnia
Sgrillozzo