Imprese Turistiche: Strutture ricettive extra-alberghiere

  • Stampa

Strutture ricettive extra-alberghiere con le caratteristiche della civile abitazione
 

I locali destinati alle attività ricettive di cui alla presente sezione, devono possedere i requisiti strutturali ed igienico-edilizi previsti per le case di civile abitazione, nonché quelli previsti dalla legge regionale di disciplina.

L'utilizzo delle abitazioni per le attività di cui alla presente sezione, non comporta modifica di destinazione d'uso degli edifici ai fini urbanistici.

a) Esercizi di affittacamere: strutture composte da non più di sei camere per clienti, con una capacità ricettiva non superiore a dodici posti letto, ubicate nello stesso appartamento, nelle quali sono forniti alloggio e, eventualmente, servizi complementari.
Gli affittacamere possono somministrare, limitatamente alle persone alloggiate, alimenti e bevande. Gli affittacamere che oltre all'alloggio somministrano la prima colazione possono assumere la denominazione di "bed & breakfast".
L’attività di affittacamere può essere esercitata in forma non professionale, nel caso in cui sia svolta nella casa ove si ha la propria residenza e domicilio.

b) Case e appartamenti per vacanze: unità abitative composte da uno o più locali arredati e dotate di servizi igienici e di cucina autonoma, gestite unitariamente in forma imprenditoriale per l'affitto ai turisti, senza offerta di servizi centralizzati.
La gestione di case e appartamenti per vacanze non può comunque comprendere la somministrazione di cibi e bevande e l'offerta di altri servizi centralizzati caratteristici delle aziende alberghiere.
Si considera gestione di case e appartamenti per vacanze la gestione non occasionale e organizzata di una o più case o appartamenti ad uso turistico.

c) Residenze d’Epoca: strutture ricettive ubicate in complessi immobiliari di particolare pregio storico-architettonico assoggettati ai vincoli previsti dal D.Lgs. n. 42/2004,(Codice dei beni culturali e del paesaggio), che offrono alloggio in camere e unità abitative, con o senza servizio autonomo di cucina, con il limite di venticinque posti letto.
Nelle residenze d'epoca possono essere somministrati alimenti e bevande.
         
d) Residence: strutture ricettive costituite da almeno sette unità abitative mono o plurilocali, aventi i requisiti igienico-edilizi previsti per le case di civile abitazione, ciascuna arredata, corredata e dotata di servizi igienici e di cucina, gestite unitariamente in forma imprenditoriale per fornire alloggio e servizi, anche centralizzati. Le unità immobiliari devono essere ubicate in stabili a corpo unico od a più corpi.
I residence devono possedere, oltre ai requisiti igienico-edilizi previsti per le case di abitazione, un numero di unità abitative per l’alloggio delle clientela, non inferiore a sette.
I residence sono, altresì, classificati con un numero di chiavi variabili da due a quattro.

L'apertura delle suddette strutture ricettive, è subordinata alla presentazione di apposita Denuncia di Inizio di Attività (D.I.A.) con Modello M117 per Affittacamere, B&B, Case Appartamenti Vacanze, Residenze d’Epoca e con Modello M125 per Residence, presso lo Sportello Unico Attività Produttive di Pitigliano (SUAP), o presso il Comune di Manciano, che provvederà a trasmetterla allo stesso SUAP, attestante, per la struttura, i requisiti previsti per le case di civile abitazione ed i requisiti di sicurezza, di igiene e sanità, e, per il titolare, i requisiti soggettivi, e può essere iniziata dal ricevimento della Denuncia al Protocollo dello stesso SUAP o del Comune.

La Denuncia di Inizio di Attività riguarda, se svolta, anche la somministrazione di alimenti e bevande agli ospiti alloggiati ( la procedura in materia sanitaria è la stessa indicata per le strutture alberghiere ) e, per i Residence, anche l’autocertificazione sulla classificazione della struttura con modello apposito allegato alla autocertificazione stessa; tale autocertificazione, verrà verificata dalla Agenzia per il Turismo di Grosseto, la quale procederà ad emettere apposito decreto di classificazione.
Modulistica:
MOD. M117 - Strutture ricettive - Affittacamere, B&B, CAV, residenze d'epoca - avvio - variazioni - subingresso [doc] [pdf] [zip]
MOD. M125 - Strutture ricettive - Residence - avvio, trasferimento, variazione, subingresso (TOSCANA) [doc] [pdf] [zip]