DISPOSIZIONI ANTICIPATE DI TRATTAMENTO - INFORMAZIONI

Si informano gli interessati a presentare una Disposizione Anticipata di Trattamento (D.A.T.), ai sensi della legge n. 219/2017, che il Ministero dell'Interno, con circolare n. 1/2018 dell'8 febbraio 2018, ha fornito ai Comuni queste indicazioni:

1) Il Comune può ricevere le D.A.T. solo dei propri residenti, e non di residenti in altro Comune;

2) L'Ufficio si deve limitare a ricevere la D.A.T. verificando che chi la presenta sia un proprio residente; non deve partecipare alla redazione dell'atto né dare informazioni su di esso;

3) Una volta consegnato l'atto, l'ufficiale di stato civile rilascia all'interessato una formale ricevuta, con indicazione dei dati anagrafici di chi la sottoscrive, data, timbro e firma; tale ricevuta può essere apposta anche su copia della D.A.T. che l'interessato avesse predisposto;

4) Le D.A.T. verranno registrate in un elenco cronologico e saranno conservate nel rispetto dei principi di riservatezza (D.Lgs. n. 196/2003.

Di conseguenza, si invitano gli interessati a presentare una D.A.T. a prendere contatto con il Servizio per concordare il giorno per la presentazione stessa, tenendo presente che, al momento della presentazione, la D.A.T. dovrà essere già compilata secondo quanto previsto dall'art. 4 della L. 219/2017. L'interessato dovrà presentarsi con documento di identità valido e con copia del documento, in corso di validità, del fiduciario che ha eventualmente già sottoscritto la disposizione. Si ricorda che il fiduciario può sottoscrivere la disposizione anche successivamente, con atto specifico, per il quale valgono le stesse disposizioni indicate sopra.