Notizie

Seleziona un argomento dalla lista seguente, e dopo scegli un articolo da leggere.

CONSEGNA TESSERINI VENATORI

Si informano gli interessati che dalla giornata dell'8 agosto 2019 saranno consegnati i tesserini venatori, nei giorni di lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 10 alle 12,30.

Il sindaco Morini distribuisce nuove deleghe

Al consigliere comunale Andrea Caccialupi sono state conferite dal sindaco di Manciano Mirco Morini, le deleghe al Commercio, Cultura, Agricoltura e rapporti con l’ente Edilizia provinciale grossetana Epg. Il consigliere, nell’attuazione di queste deleghe, svolgerà i seguenti compiti: tenuta dei rapporti con enti e associazioni e partecipazione a riunioni ed incontri promossi dal Comune o da altri soggetti. A Valeria Bruni rimangono gli assessorati al Sociale e ai Lavori Pubblici e le è stata conferita dal sindaco la delega al Turismo. Al consigliere Roberto Bulgarini sono state conferite le deleghe alla Comunicazione e ai Rapporti con le istituzioni, insieme a Sport e Rapporti con le frazioni.

“La notte del dono e del baratto”, Rapaccini “regala” le sue vignette

E’ in programma domani, sabato 20 luglio, “La Notte del dono e del baratto”, ideata e diretta da Elena Guerrini, insieme all’associazione culturale Creature Creative, con la collaborazione del Comune Manciano, Consulta per il sociale e per le politiche giovanili, Arci Manciano e gli albergatori e ristoratori del mancianese che donano camere e pasti agli artisti. “Una notte gioiosa e generosa – spiega Guerrini - dedicata al dono abita il borgo di Manciano, il pubblico come nelle antiche veglie contadine porta la sedia da casa in una mano e un dono della terra nell’altra. Gli artisti, anziché il cappello avranno una cassetta dove mettere l’incasso, ovvero tutto ciò che sta in una cassa, olio, vino, formaggio, ma anche vestiti o libri o marmellate e birre. Un sorriso e un dono per sconfiggere la diffidenza e aprire le menti e le porte alla solidarietà e all’arte della musica e del racconto. Parole, danza e video illuminano le vetrine di Via Marsala, che con la presentazione del libro di Francesca Guercio, venerdì 19 luglio, è diventata un salotto culturale. Proseguono le performance in vetrina di Guerrini, Bastogi e Spang. Inizia il sabato con un intervento di Massimo Leoncini di Extincion Rebellion Italia su ambiente ed emergenza climatica. Per la prima volta in Maremma la presentazione del romanzo di Chiara Rapaccini, che da anni segue il festival disegnando il logo ed essendo ‘complice’ della manifestazione, disegnerà vignette a baratto, dopo la presentazione del suo libro. Grande serata di spettacoli per grandi e piccini. Con ‘Ottica Politica’ di Igi Meggiorin che per sottoporrà il pubblico, tre spettatori alla volta, nella sede del Pci in via Marsala, ad alcuni interessanti test politici, un check up per capire lo stato di salute dell’idealista rivoluzionario che è in ognuno di noi. Grande musica blues, popolare e combat folk con tre gruppi locali dal grande seguito, Blues Reverse, Badilanti e Mediterranea, che animeranno con i loro originali sound dal tardo pomeriggio a sera tutta via Marsala, esibendosi per la prima volta a baratto. Vasco Mirandola, ‘aggiustacuori’ poetico, barattattore di parole, reciterà le sue poesie e i suoi testi comici, usando un ‘apecar’ come palco nel centro del paese, per lo spettacolo comico ‘Non urlare che mi rovini il prezzemolo’. Alle 21 in piazza Giordano Bruno, la compagnia livornese ‘Garbuggino Ventriglia’, per grandi e piccoli, racconterà ‘Il principe felice’ di Oscar Wilde, in una piazza dove le parole si attaccano alle pietre e il pubblico torna indietro nel tempo. Francesco Riva, giovane attore milanese presenterà lo spettacolo e il libro ‘Dislessia, dove sei Albert? e il libro il pesce che scese dall’albero, ed. Sperling e Kupfer, e narrerà la sua esperienza scolastica da dislessico che scopre una passione, quella per il teatro che lo porterà a vivere una profonda rivoluzione umana. Fine serata con grande parata del gruppo ‘Teatro nucleo di Ferrara’, ma con attrice grossetana Martina Pagliucoli, nel gruppo da qualche anno, per la prima volta in Maremma, con azioni poetiche, mangiafuoco, trampolieri e musicanti, che invaderà tutto il paese fino a notte fonda. Le vetrine dei negozi di Manciano saranno decorate con i disegni dell’artista Micha Bandini sul tema di baratto ed emergenza ambientale. La serata di sabato sarà trasmessa in diretta su network Radio 2000, la web radio di Dario Arrighi, 12enne dj maremmano”.

 

 

PROGRAMMA

 

Dalle 17.30 mercato del baratto: espositori potranno barattare i loro oggetti come libri, vestiti, borse, etc etc. Alle 18, la vetrina di un negozio in via Marsala accoglierà tre donne performer, Tanita Spang, Elena Bastogi ed Elena Guerrini che intratterranno il pubblico, pochi spettatori alla volta, con brevi performance. Sempre alle 18 Dominique Tahay “Iniziazione allo Yoga della risata” e Igi Meggiorin presenterà uno spettacolo per tre spettatori alla volta “Optica Trotsky”. Alle ore 18.30 in piazza della Rampa, Massimo Leoncini con “Extintion Rebellion (XR)”, dialogo sulla lotta non violenta contro il cambiamento climatico. Alle 19 Chiara Rapaccini “Rossa” con letture di Elena Guerrini (presentazione libro) e a seguire vignette a baratto. Alle 20 in piazza della Rampa, Vasco Mirandola “Non urlare che mi rovini il prezzemolo” (teatro comico e presentazione libro). Alle 21 in piazzetta Giordano Bruno, Compagnia Garbuggino Ventriglia “Il Principe felice” di Oscar Wilde (teatro per grandi e piccini). Alle 22 sotto l’arco de Le Muretta, Francesco Riva con DisLessia…dove sei Albert?” (teatro di narrazione e presentazione libro). Alle 23 lungo via Marsala, Teatro Nucleo con “Eretica”, (spettacolo itinerante con musica, trampoli, numeri di fuoco, azioni poetiche). Sabato tre band musicali Blues Reverse (blues), Mediterranea (combat folk) e Badilanti (popolare) si esibiranno insieme e a baratto (ciò che verrà loro donato sarà destinato dalla Consulta alle famiglie bisognose: alle 18 in via Marsala 126; alle 18.45 in via Marsala 106; alle 19.30 in via Marsala 55. Durante la manifestazione in mostra i disegni di Micha Bandini sul tema del dono e del baratto nelle vetrine di via Marsala e postazione Radio 2000 sotto piazza della Rampa, la web radio di Dario Arrighi, 12enne dj maremmano”.

 

Aperitivo filosofico e teatro in giardino: gran finale degli spettacoli a baratto

Ultima giornata con l’arte a Manciano. Quello di domani, domenica 21 luglio, è il gran finale con gli spettacoli curati dalla direttrice artistica Elena Guerrini. “La cura, l’ascolto e la partecipazione attenta di pubblico attratto da arte in vetrina e filosofia – spiega Guerrini - ha caratterizzato ‘La notte del dono e del baratto’ di Manciano. Sabato sera, 19 luglio, la grande partecipazione del pubblico in piazza ha unito un paese nel nome della condivisione attraverso l’arte, i libri e la musica con i Blues reverse, I Badilanti e I Mediterranea. Spettacoli per tutti al mercato e nei teatri naturali che sono le piazzette di Manciano e del suo comune, con lampioni e pietre che assorbono le parole. Grande partecipazione anche di giovanissimi a tutti gli spettacoli, alla presentazione del libro di Chiara Rapaccini, alla parata del Teatro Nucleo per le vie di Manciano e allo spettacolo di Francesco Riva alle Muretta dove si è parlato di dislessia e teatro. Domani, domenica 21 luglio alle 11.30, l’attore Francesco Riva e lo psicoterapeuta Andrea Arrighi, all’enoteca ‘Manciano 444’ parleranno di bullismo e del valore del dialogo, per la presentazione del nuovo progetto su questo fenomeno. Il teatro torna nelle case e nei giardini, domani sera alle 21 a Poderi di Montemerano, ritrovo ore 20.45 da Franchino Garage sotto la locanda Laudomia, con due spettacoli. In un giardino trasformato in teatro, vedremo, con la sedia da casa e un dono, baratto per gli artisti, “Il clown non è un pagliaccio stupido” di Igi Meggiorin e a seguire “Dal superbo al superfluo” di Vasco Mirandola. “Gente del luogo con sedia e barattoli di marmellata – commenta ancora Guerrini - e turisti venuti per seguire questa originale manifestazione hanno abitato per un weekend il paese di Manciano e il suo comune condividendo sui social immagini e commenti, comprando prodotti locali come olio e vino da donare agli artisti e da portare a casa, visitando i borghi mancianesi, dove l’arte nutre il territorio e il territorio nutre l’arte. C’è grande attesa per la 13esima edizione del festival “A veglia teatro del baratto”, che si svolgerà dal 12 al 15 settembre, di cui sabato c’è stata un’anteprima estiva e di grande successo per portare il teatro d’autore a tutta la popolazione in piazza e in strada. Saranno in programma sorprese e nomi di qualità della drammaturgia contemporanea nazionale. Durante l’anno – continua Guerrini - vedo gli spettacoli in giro, nei teatri e ai festival, in Italia e in Europa, e poi sono felice di invitare gli artisti in questo luogo che amo e dove ho trascorso l’infanzia per dare la possibilità anche ai giovani e giovanissimi di confrontarsi con il linguaggio del teatro, della danza e della drammaturgia contemporanea. Ringrazio il Comune di Manciano, la Consulta per il sociale e le politiche giovanili, il circolo Arci, i ristoratori e gli albergatori del territorio per il sostegno ricevuto”. Per informazioni e prenotazioni 3398512693.

 

A Manciano, l’arte si fa in vetrina

Sarà un venerdì di festa quello di domani, 19 luglio a Manciano. L’evento di domani fa parte della tre giorni (fino a domenica 21 luglio) con spettacoli che caratterizzeranno l’anteprima della 13esima edizione del festival “A veglia teatro del baratto” e con “La notte del dono e del baratto”. Domani, alle ore 19 in via Marsala 52 Elena Guerrini con “Rebirth room 9m”, Elena Bastagi con “Senza titolo (gioco di parole)” e Tanita Spang con “30 minuti”. “Arte performativa e danza contemporanea – spiega la direttrice artistica Elena Guerrini - al centro di ben tre performance che si susseguiranno ogni mezz’ora nelle vetrine dei negozi di via Marsala. Sperimentazioni su linguaggi contemporanei di due giovani danzatrici in vetrina per pochi spettatori alla volta in performance per corpo e voce, con danza, video e carta stagnola, che vedrà la Bastogi nella performance ‘Senza Titolo (gioco di parole) e la Spang con ‘30 minuti’. Artiste del territorio con radici in Maremma e ali nel mondo, che lavorano con i più importanti nomi del teatro e della danza contemporanea. La vetrina centrale, rivestita in oro con gli ‘emergency blanket’, i teli che vengono dati ai migranti al loro arrivo sulla terraferma, ospiterà, invece, ‘Rebirth room 9 m’ di Elena Guerrini, testi poetici recitati sui temi dell’ambiente e della cura. Vedendo il cuore di ghiaccio che si scioglie ci guardiamo negli occhi per capire cosa è meglio fare per la nostra cura e la cura del pianeta tutto. La terra e i suoi abitanti non possono più aspettare, dobbiamo rinascere, dedicando 9 minuti a una meditazione poetica per noi stessi e per il pianeta che è la nostra casa e poi decidere come agire”. Alle 21.30 in piazza della Rampa Francesca Guercio con “Essere e non, cura e sapere di sé attraverso le pratiche teatrali”, dialogo con Francesca Lotti con letture di Elena Guerrini e la partecipazione dell’insegnante e regista Francesca Guercio, Federico Levy e Andrea Arrighi. “Cura, filosofia, antropologia e teatro, in una parola “antropoteatrosofia” in piazza della Rampa. “Una serata – spiega ancora la Guerrini - dedicata in particolar modo a genitori, agli insegnanti e a chi usa il teatro nel sociale, nel lavoro con le comunità con adolescenti e anziani, studenti e carcerati”.

Sottocategorie

  • Ultime
    Le ultime notizie dal Comune di Manciano
    Conteggio articoli:
    130