Notizie

Seleziona un argomento dalla lista seguente, e dopo scegli un articolo da leggere.

Nasce un’unica Consulta per il sociale e le politiche giovanili

La Consulta per il sociale e la Consulta Giovani di Manciano diventano un’unica cosa. E’ stato approvato all’unanimità, nello scorso Consiglio comunale, l’istituzione di un’unica Consulta che lavori, con le più ampie sinergie, nei diversi campi del sociale e delle politiche giovanili. La Consulta si rivolge con particolare attenzione alle categorie dei giovani, degli anziani, dei disabili, degli immigrati, delle associazioni di volontariato e del tempo libero. La Consulta intende costituire, per tutti i soggetti che vi partecipano, un ambito permanente di incontro, di reciproca conoscenza e di supporto organizzativo e ha il fondamentale compito di proporre e stimolare la realizzazione di tutte le iniziative necessarie a garantire il rispetto dei diritti di tutti i cittadini, in particolare dei più svantaggiati nei vari campi sociali. La Consulta per il Sociale e le politiche giovanili ha la propria sede istituzionale nei locali del centro di aggregazione ex-mattatoio “La Pesa” in via Circonvallazione sud. “Grazie al lavoro della Consulta – spiega l’assessore al Sociale del Comune di Manciano, Valeria Bruni – la nostra collettività giova di numerose iniziative con l’obiettivo di favorire la conoscenza delle norme e delle politiche riguardanti il sociale e i giovani; svolge funzioni consultive sugli atti del Comune di Manciano che investono questi due macro settori, elabora proposte per il Consiglio comunale e per tutti gli organi istituzionali competenti cui spettano le scelte attuative dei suggerimenti proposti. Da sempre promuove indagini, studi, rilevazioni sulle condizioni e sui problemi dei cittadini e azioni atte a mantenere e migliorare i servizi erogati e proporne di nuovi. La Consulta organizza convegni, dibattiti ed iniziative pubbliche coinvolgendo le nuove generazioni, favorendone il dialogo con adulti e anziani”. Il capogruppo della maggioranza, Roberto Bulgarini ha richiamato all’attenzione il ruolo vero che deve avere questa consulta. “La Consulta è un vero e proprio assessorato – continua Bulgarini - che deve sviluppare progetti orientati al futuro e alle future generazioni come ad esempio accompagnare i giovani verso un lavoro certo e stabile. La Consulta ha tanto lavoro da svolgere per i giovani e sul sociale, dobbiamo, quindi, ‘alzare’ l’asticella e guardare oltre a quello che si è sempre fatto. Non basta organizzare eventi e ascoltare, occorrono fatti concreti. “Oggi – parla il sindaco di Manciano, Mirco Morini – le due Consulte si fondono e prende vita un unico punto di riferimento per tutto il territorio. La Consulta ha l’importante compito di prendere per mano i nostri giovani e favorire, incrementare e diffondere una cultura di prevenzione, condivisione, aiuto, mutuo aiuto e sostegno”.

“Basta con le strumentalizzazioni sul piano operativo”

Il gruppo di maggioranza “Manciano Idea Comune”, in relazione al piano operativo e alla sua approvazione, tiene a precisare che le rettifiche riportate nel Consiglio comunale dello scorso 19 marzo si sono rese necessarie a seguito di contributi ricevuti dalla Provincia di Grosseto e dalla Regione Toscana, nel pieno rispetto delle loro facoltà relative alle funzioni di controllo. Si tratta di mere precisazioni che non vanno in alcun modo ad inficiare nel merito i contenuti e le prescrizioni del piano operativo. Evidenziamo che la delibera inerente tali integrazioni si sarebbe in ogni caso resa necessaria e non si tratta assolutamente di riapprovazione del piano stesso. A ciò si aggiunge la necessità di rettificare un semplice errore tecnico nella trascrizione del corpo della delibera. Il gruppo di maggioranza “Manciano Idea Comune” resta allibito dinanzi alle affermazioni apparse sulla stampa, a firma del gruppo di minoranza, dove si afferma che gli stessi siano venuti a conoscenza della sospensione degli interventi relativi all’area delle cascate del Mulino solo nell’ultimo Consiglio. Infatti, in sede di approvazione del piano operativo nel Consiglio comunale del 30 novembre del 2017, quest’area, insieme alle altre citate negli articoli, era già stata sospesa, con votazione favorevole unanime di maggioranza e opposizione (delibera n. 44 del 30/11/2017). Comprendiamo le preoccupazioni della minoranza, e le facciamo nostre, poiché da quanto dichiarato sulla stampa si evince che la minoranza “dimentica” quanto votato in precedenza. Aggiungiamo, inoltre, per tranquillizzare la cittadinanza, che già nella giornata di ieri, lunedì 26 marzo, con protocollo n. 5105, abbiamo provveduto ad inoltrare al genio civile di Grosseto le integrazioni richieste in merito alle aree momentaneamente sospese, compresa l’area relativa al Gorello. La maggioranza rimanda al mittente queste accuse sterili e strumentali, volte a disinformare e confondere i cittadini. Prendiamo tristemente atto che abbiamo visioni diverse sul concetto di opposizione costruttiva. Ribadiamo, infine, che il nostro unico scopo è l’economia del territorio, intesa come sviluppo e occupazione, e che il lavoro di questa maggioranza è in linea con gli obiettivi prefissati. In questa logica fatichiamo a comprendere prima il voto favorevole del 30/11/2017 e poi l’astensione nel Consiglio del 19/03/2018. Manciano Idea Comune ritiene la scelta della minoranza contraddittoria e lontana dall’interesse della collettività.

Raffiche di vento, i rifiuti non verranno raccolti

A causa del forte vento che imperversa su tutto il territorio, l’amministrazione comunale di Manciano in concertazione con Sei Toscana, ha concordato per la giornata di oggi, mercoledì 21 marzo, di non procedere allo svuotamento dei contenitori della raccolta rifiuti che, in condizioni di vuoto assoluto, possono costituire pericolo a persone e a cose. “Si provvederà a recuperare gli svuotamenti – spiegano dall’ufficio tecnico del Comune di Manciano - non appena possibile, compatibilmente con il ripristinarsi delle condizioni di assoluta sicurezza per i cittadini”.

 

E’ iniziato il corso di inglese per i bambini della scuola di infanzia

L’amministrazione comunale di Manciano, grazie alla collaborazione con l’associazione genitori Ursula, ha finanziato un corso di inglese rivolto agli alunni della scuola infanzia di Manciano, Montemerano, Poggio Murella e Marsiliana. Il progetto, appena partito, che si chiama “Hello world” prevede l’insegnamento della lingua inglese nelle scuole di infanzia del circolo “P. Aldi” e si pone come obiettivo di dare ai piccoli un primo approccio alla lingua straniera per creare una base di interesse e motivazione che ne faciliteranno l’apprendimento negli anni successivi. Le insegnanti Gessica Tiribocchi e Giulia Mosci lavoreranno con i bambini di 5 anni attraverso attività proposte in forma ludica, rispettando i loro naturali ritmi e tempi di apprendimento. “Questo progetto – spiega l’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Manciano, Fiorenzo Dionisi – è un’importante opportunità che la nostra amministrazione, in concertazione con il prezioso lavoro dell’associazione Ursula, è in grado di dare a bambini così piccoli. Coltivare l’interesse per una lingua straniera, già dalla tenera età, ne favorisce un veloce apprendimento. Siamo, dunque, orgogliosi di formare oggi i piccoli uomini e piccole donne di domani, inseriti a pieno in un contesto socio-culturale sempre più multietnico”. Il sindaco di Manciano, Mirco Morini ringrazia “l’istituto comprensivo Aldi, l’associazione Ursula per aver condiviso con l’amministrazione questo meraviglioso ed interessante progetto, importante per la crescita delle generazioni future”.

 

Da Manciano a Barcellona per ballare al campionato mondiale di danza

La scuola di danza di Manciano Fit’n Dance Academy vola a Barcellona. Quattro ragazze di 13 e 14 anni (Emma Bellini, Giulia Lucchesi, Asia Piscini e Sofia Lorenzoni), guidate dall’insegnante Enrica Brumini, parteciperanno dal 28 marzo al 1 aprile, al campionato del mondo di danza “Barcellona dance award”. Si tratta di un concorso internazionale i cui tratti principali sono la spiccata vocazione teatrale e il coinvolgimento di gruppi provenienti da tutto il mondo. I teatri che ospiteranno le serate in competizione sono dei veri e propri teatri, con quinte, fondali, camerini, impianti luci e audio ai massimi livelli della tradizione teatrale catalana: “niente palazzetti con situazioni improvvisate o rudimentali strutture in piazze esterne o padiglioni fieristici” come spiegano gli organizzatori. I gruppi partecipanti provengono da tutti i continenti e i gruppi di danza partecipanti avranno la possibilità di incontrare e condividere un’avventura unica con culture e sensibilità artistiche diverse. “Il Comune di Manciano – spiega il consigliere delegato allo Sport, Roberto Bulgarini – promuove le associazioni sportive all’estero e i suoi atleti. Daremo visibilità al nostro territorio anche grazie all’immagine di Manciano che le nostre ragazze porteranno fino in Spagna”. “Grazie all’amministrazione comunale per il supporto – commenta l’insegnante Brumini – e grazie a tutti coloro che tiferanno per noi. Sarà una bella e nuova esperienza soprattutto per le ragazze che avranno l’opportunità di confrontarsi con mondi diversi”. 

Sottocategorie

  • Ultime
    Le ultime notizie dal Comune di Manciano
    Conteggio articoli:
    124