Notizie

Seleziona un argomento dalla lista seguente, e dopo scegli un articolo da leggere.

Presentazione del calendario eventi 2016

Mercoledì pomeriggio, 23 marzo alle ore 15.30 al Nuovo cinema di Manciano sarà presentato il calendario eventi 2016. In questa occasione, sarà consegnato il calendario a tutti gli operatori turistici, alle associazioni, ai partecipanti al contest fotografico e ai cittadini presenti, all’interno del quale sono segnalate tutte le iniziative e tutti gli appuntamenti sul territorio. “Uno strumento utile – spiega il sindaco di Manciano Marco Galli – che aiuta le strutture ricettive a informare il turista delle iniziative del posto. Solo con la collaborazione di tutte le forze è possibile realizzare progetti importanti come questo”. Anche l’assessore al Turismo, Giulio Detti si pone sulla stessa linea: “La passione delle associazioni e dei volontari, la capacità di programmare e organizzare del Comune, il lavoro dell’Osservatorio turistico di destinazione, la partecipazione dei cittadini e la grande volontà collettiva ci ha portato ad avere il calendario eventi più bello di sempre. In occasione della presentazione ufficiale del calendario, spiegherò le iniziative una per una. Ogni evento è un piccolo sogno che si realizza”.

 

Motocavalcata della Valle del Fiora

Quella di domani (20 marzo) sarà una domenica all’insegna della natura e dello sport. E’ in programma la quarta edizione della Motocavalcata della Valle del Fiora. Un percorso, dalla difficoltà medio-alta, con tratti hard bypassabili, per moto enduro in regola con il codice della strada. L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Manciano, “il quale – come afferma il sindaco di Manciano, Marco Galli – è sempre pronto a sostenere iniziative dedicate agli amanti dello sport e della natura e che arricchiscono tutto il territorio, sotto ogni punto di vista: da quello commerciale a quello turistico, a quello economico”. “La motocavalcata della Valle del Fiora – commenta l’assessore comunale al Turismo, Giulio Detti - è un evento che sta diventando sempre più importante per gli appassionati delle due ruote, che per l’occasione arrivano in Maremma da tutta Italia. E’ un piacere ospitare la partenza e l’arrivo a Manciano. Ringrazio gli organizzatori e tutti i volontari che con il loro impegno rendono possibile l’organizzazione di eventi di questo tipo che fanno bene a tutto il nostro territorio”. “Anche in questa edizione – parla uno degli organizzatori, Paolo Garbati – sarà all’insegna del divertimento. Il percorso, composto solamente dal 2% di strada asfaltata, è indicata per piloti dalla preparazione elevata non dunque per principianti. Come negli scorsi anni, gli iscritti vengono da tutta Italia. E’ previsto ristoro e rifornimento a metà percorso grazie all’aiuto di volontari e della Misericordia di Manciano”.   

Centro giovani, parla il sindaco

A seguito della notizia sul nuovo centro di aggregazione giovanile e sul progetto “Hai qualcosa da buttare? Faccelo riusare!”, il sindaco di Manciano Marco Galli rilascia la seguente dichiarazione. “Sono orgoglioso – parla Galli – di far parte di una comunità sempre pronta a svolgere attività e operazioni volte all’aiuto e alla crescita dei soggetti più deboli e più esposti a rischi. Il lavoro delle due consulte rappresenta cosa significhi lavorare in sinergia per ottenere il miglioramento della qualità della vita. La nostra amministrazione è sempre pronta a sostenere progetti come questi, per i giovani ma anche per gli anziani. Il centro di aggregazione è un progetto ambizioso e di qualità che vuole accogliere e ospitare i ragazzi con attività dedicate a loro. Quindi ora la cittadinanza tutta è chiamata a dare una mano, a raccogliere il materiale che serve per il centro di aggregazione”. 

Nasce un centro di aggregazione per giovani

La Consulta giovani di Manciano e la Consulta per il sociale hanno sviluppato un progetto per creare, all’interno dell’ex mattatoio in via Circonvallazione sud, un centro di aggregazione per i giovani. Lo scopo del progetto è realizzare un luogo dove generazioni diverse possano incontrarsi, confrontarsi e integrare le proprie conoscenze ed esperienze. Per fare questo i volontari delle consulte chiamano a rapporto la cittadinanza. “Stiamo cercando attrezzi e mobili – spiegano la presidente della Consulta giovani di Manciano, Beatrice Lombardi e la presidente della Consulta per il sociale, Cinzia Tomassoli – per creare uno spazio condiviso, aperto a tutti. Vorremmo costruire una piccola officina, un laboratorio artigianale, una sala prove, una sala disegno e scrittura, un’area informatica e un’area wi-fi gratuito. Per realizzare tutto questo – continuano – cerchiamo donatori di tavoli ordinari e tavoli da disegno, attrezzi, fogli, penne, carta”. Le consulte, così, hanno lanciato l’appello “Hai qualcosa da buttare? Faccelo riusare!” affinché le cose in disuso possano avere una nuova vita importante per il paese. Per questo, è possibile contattare gli organizzatori al 329-6221089 e il 366-4400946. “Sono orgoglioso – spiega l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Manciano, Andrea Teti - e soddisfatto dello spirito con cui la Consulta dei giovani e quella del sociale collaborino tra loro. Questa iniziativa è stata concepita e costruita sulla base di un principio virtuoso, per noi molto importante, legato al concetto del riuso. Il riuso è la vera alternativa alla pratica dell’usa e getta. In controtendenza all’abitudine, sempre più diffusa, di disfarsi di ciò che è vecchio o ingombrante, anche quando può essere recuperato o semplicemente rimesso in circolazione. Seguendo questo principio intendiamo arredare e rendere più accogliente il centro d’aggregazione, individuato nello stabile dell’ex mattatoio, a cui stiamo lavorando. In cantiere ci sono molti progetti interessanti e alcuni di essi sono pronti a partire come lo sportello a disposizione per le vittime di violenza con l’ausilio di una psicologa, un appoggio/magazzino per il progetto della mensa sociale, laboratori d’artigianato, uno spazio aperto a tutti, dedicato alla realizzazione dell’allestimento per gli eventi locali, corsi dedicati ai giovani e agli anziani. I più giovani, per esempio, - continua Teti - aiuteranno gli anziani a prendere confidenza con le nuove tecnologie. Insomma, c’è molto lavoro da fare. E per portarlo a termine c’è bisogno dell’aiuto di tutti. L’obiettivo è quello di valorizzare l’associazionismo e il volontariato locale, fare rete tra le istituzioni e le associazioni, creare interscambio tra generazioni diverse e restituire uno spazio come quello dell’ex mattatoio alla comunità come valore aggiunto e offrire nuove opportunità. Le porte sono aperte a tutti e le consulte faranno da ponte tra il tessuto associativo locale e l’amministrazione, oltre ad occuparsi della logistica e dell’organizzazione generale delle attività che si svolgeranno nell’ex mattatoio. Terminato l’allestimento – conclude l’assessore Teti - procederemo con l’inaugurazione e la presentazione delle varie progettualità”. 

 

Riqualificazione di via Marsala, il sindaco stoppa il Movimento 5 Stelle

“La nostra amministrazione comunale sta lavorando sul progetto di riqualificazione e riprogettazione dell’architettura di Manciano e in particolare sull’identificazione dei caratteri urbani per la definizione dell’immagine del centro storico di Manciano e di via Marsala”. Il sindaco di Manciano Marco Galli tiene a precisare il lavoro portato avanti nell’ultimo anno dall’ente, in merito al progetto nato nell’ambito dell’attività di ricerca e didattica del dipartimento di Architettura Dida dell’università di Firenze, in cui sono state sviluppate attività di indagine, analisi e rilievi finalizzati alla predisposizione del quadro documentario per la conoscenza e la valorizzazione del territorio di Manciano, con particolare riguardo ai centri storici di Manciano e Saturnia, a seguito dell’attacco da parte del Movimento 5 Stelle finito sulla stampa. “Il lavoro svolto dal gruppo di ricerca composto da docenti e studenti dell’università di Firenze – continua il sindaco Galli - ha prodotto una fotografia dello stato dell’arte e un manuale operativo da prendere come spunto per le fasi successive. In particolare, i progettisti hanno messo in evidenza delle linee di miglioramento partendo, però, da una situazione che non è di degrado, anche grazie agli interventi di completamento della pavimentazione effettuati nell’ultimo quinquennio dalle amministrazioni comunali. Quindi, il gruppo di ricerca ha evidenziato la necessità di rendere la via più attraente dal punto di vista del prodotto, valorizzando soprattutto gli scorci panoramici che portano al Cassero. Per elaborare bene la progettualità è stato evidenziato anche dal Movimento 5 Stelle nel loro comunicato, che le risorse che ammontano a 25mila euro non sono sufficienti a realizzare un lavoro ben fatto. Proprio per questo, i pentastellati sollecitano la nostra amministrazione a reperire maggiori risorse e suggeriscono di seguire un iter innovativo, promosso direttamente da loro, per la realizzazione dell’opera. L’iter consiste nell’indire un concorso di progetti in cui è quantificato sin dall’origine l’importo complessivo a disposizione per la realizzazione dell’opera e il premio per il vincitore. In questo modo, è possibile stabilire un cronoprogramma dei tempi, con degli importi per il progetto e per i progettisti. Tale passaggio di incremento delle risorse, non può che avvenire con l’approvazione del bilancio di previsione del 2016. L’amministrazione comunale, dunque, si impegna a portare a termine questo progetto, solo dopo l’approvazione del bilancio di previsione 2016 e solo dopo aver trovato maggiori risorse da aggiungere ai 25mila euro per sfruttare al meglio il lavoro dell’università di Firenze, in maniera più organica ed efficace”. 

 

Sottocategorie

  • Ultime
    Le ultime notizie dal Comune di Manciano
    Conteggio articoli:
    119