Notizie

Seleziona un argomento dalla lista seguente, e dopo scegli un articolo da leggere.

Cucina centro “La Pesa”, Bruni: “Non abbiamo agevolato nessuno. Gli attacchi ricevuti sono anche contro i dipendenti comunali”

In merito alle polemiche nate sui social network, sull’acquisto della cucina installata qualche giorno fa al centro di aggregazione “La Pesa” dedicata ai disabili e facente parte del progetto della Asl Toscana Sud Est “Dopo di noi”, l’amministrazione comunale di Manciano intende intervenire per fare chiarezza sulla questione. “Siamo amareggiati ed increduli nel leggere certe affermazioni e certi commenti in rete, privi di fondamenta e verità”. Queste le parole dell’assessore alle Politiche sociale del Comune di Manciano Valeria Bruni, la quale commenta il post scritto e pubblicato su Facebook da un commerciante di Manciano che non ha ottenuto l’appalto per la vendita della cucina per disabili e che con quelle affermazioni scredita l’amministrazione, asserendo che il Comune avrebbe affrontato una spesa maggiore per acquistare la cucina da un altro fornitore rispetto al suo preventivo. “La cucina che serve per il progetto di co-housing – spiega Bruni è sicuramente particolare perché destinata a persone portatrici di handicap. Abbiamo chiesto il preventivo a tre mobilifici, di cui due di Manciano e solamente uno ha soddisfatto le nostre richieste, offrendoci una cucina certificata per disabili. La determina di affidamento è stata vagliata dai nostri uffici, dunque, la scelta del fornitore è ricaduta sulla proposta più adatta e non certo per simpatie personali. Il modello di cucina che ci ha offerto il commerciante che ha polemizzato su Facebook non era completamente compatibile con le esigenze dei portatori di handicap e questo non avrebbe permesso una completa mobilità per chi è in carrozzina o per chi ha disabilità motorie. Non abbiamo agevolato nessuno, la valutazione è stata assolutamente tecnica. I Comuni non sono obbligati ad acquistare al costo più basso ma sempre secondo le caratteristiche e le conformità che vengono avanzate nella richiesta di preventivo. Siamo davvero rammaricati che ci vengano fatti attacchi beceri e di basso livello, non solo contro gli amministratori comunali ma contro gli uffici che lavorano onestamente. Non tolleriamo più attacchi di questo genere, soprattutto verso i dipendenti comunali e siamo pronti a difendere il nostro operato anche denunciando chi ci diffama”. “Attacchi e interventi di questo tipo – spiega il sindaco di Manciano, Mirco Morini – attraverso l’utilizzo dei social network, che notoriamente diffondono e rendono virali qualsiasi tipo di messaggio, non fanno bene alla nostra comunità. Proprio qualche giorno fa, in occasione delle Energiadi, la nostra amministrazione ha espresso con grande soddisfazione come il nostro paese ha saputo essere unito e sereno. Ci sono momenti, in cui le piazze vere e quelle virtuali dovrebbero apportare un valore aggiunto all’operato di un’amministrazione e non distruggerlo attraverso bieche strumentalizzazioni e messaggi denigranti. Il lavoro del nostro Comune, dei nostri dipendenti, è sacro e non permettiamo che venga infangato dal livore di qualcuno”.                  

Energiadi, Bulgarini: “E’ emerso il sentimento della coesione. Manciano unita per lo stesso obiettivo”

Un successo strepitoso quello della prima edizione di Energiadi 2019: le Olimpiadi dell’energia, la prima gara al mondo che premia la produzione di corrente elettrica pulita attraverso i Bike Energy System, che si è tenuta a Manciano da venerdì 15 a oggi, domenica 17 marzo. Bambini, giovani e meno giovani si sono succeduti in una maratona durata tre giorni all’interno della quale sono state organizzate tante iniziative grazie alle associazioni del territorio. “In queste giornate di sana competizione – spiega il capogruppo di maggioranza, Roberto Bulgarini -  abbiamo visto una comunità unita. Grazie a tutti i soggetti coinvolti e a tutte le associazioni, in particolare Genitori Ursula, nelle persone di Alessia Lombardi e Annalisa Sarnelli le quali hanno organizzato alla perfezione tutta la manifestazione. Nessuno ha mai smesso di pedalare e di competere in nome di Manciano, questo è lo spirito giusto che un paese deve avere per affrontare qualsiasi situazione. Non avremo i risultati dell’energia prodotta fino alla fine del mese ma posso dire che oltre ai numeri, in questa occasione, è emerso il sentimento della coesione, dello stare insieme per il bene comune”. Le Energiadi sono un'iniziativa di social networking e partecipazione civica che stimola l'energia sociale di un territorio e mette in circolo una potente carica di entusiasmo. Le Energiadi sono una sfida a mettere in gioco la propria energia per raggiungere un duplice obiettivo: sensibilizzare i ragazzi della scuola e i cittadini sulle tematiche ambientali; altro obiettivo è quello di favorire le sinergie scuola-territorio, fornendo uno strumento utile alla creazione di relazioni che consolidino il ruolo della scuola nella crescita di una comunità. Energiadi è una vera e propria competizione, una maratona di 52 ore tra le scuole del primo ciclo, ovvero elementari e medie dei Comuni di Manciano, Capalbio e Monte Argentario, quest’ultimo invece gareggerà dal 22 al 24 marzo.

Energiadi, la maratona che premia il riciclo dei rifiuti

Le Energiadi si avvicinano e l'entusiasmo aumenta. Da venerdì 15 a domenica 17 marzo a Manciano ci saranno le “Energiadi”, le Olimpiadi dell’Energia, la prima gara al mondo che premia la produzione di corrente elettrica pulita attraverso i Bike Energy System. “Per aumentare le nostre possibilità di vittoria – spiegano gli organizzatori - dobbiamo sfruttare al meglio tutti i bonus che il regolamento di Energiadi concede: fino alla chiusura della manifestazione invitiamo tutti a scrivere sulla pagina Facebook di Energiadi, sotto al post che inaugura la gara di Manciano, la seguente dicitura: ‘Porto in dono un raggio di sole per l'IC Pietro Aldi di Manciano’. Ogni commento ci garantisce un bonus di 5 wattora. Durante la maratona saremo inoltre impegnati a guadagnare punti con il bonus riciclo. In collaborazione con il consorzio Erp Italia verremo valutati su cosa ricicliamo (umido, plastica, carta, indifferenziato) e come ricicliamo (rifiuto compattato o omogeneo). I ragazzi di quarta e quinta elementare e quelli delle medie saranno quindi impegnati in un questionario sulla raccolta dei rifiuti. Invitiamo la cittadinanza a portare a scuola, durante la maratona, rifiuti da riciclare che verranno raccolti nelle isole di raccolta appositamente posizionate. Anche con l'edizione 2019, le Energiadi intendono aiutare le scuole nel compiere un importante upgrade strumentale, fornendo in premio beni e servizi per la didattica di natura tecnologia. Gli strumenti digitali, elettronici ed elettrici sono una risorsa e un'opportunità che aiuta l'essere umano in sempre più attività. Anche le scuole sono coinvolte da questo processo e le Energiadi sono fiere di poterle aiutare fornendo strumenti e servizi efficienti ma anche un approccio al loro utilizzo fondato sulla consapevolezza che è come costruisco e utilizzo gli strumenti a fare la differenza tra uno sviluppo attento alle future generazioni e uno che trasformerà la bellezza della nostra terra in un lontano ricordo”. Le Energiadi sono un'iniziativa di social networking e partecipazione civica che stimola l'energia sociale di un territorio e mette in circolo una potente carica di entusiasmo. Le Energiadi sono una sfida a mettere in gioco la propria energia per raggiungere un duplice obiettivo: sensibilizzare i ragazzi della scuola e i cittadini sulle tematiche ambientali; altro obiettivo è quello di favorire le sinergie scuola-territorio, fornendo uno strumento utile alla creazione di relazioni che consolidino il ruolo della scuola nella crescita di una comunità. Energiadi è una vera e propria competizione, una maratona di 52 ore ed è prevista tra le scuole del primo ciclo, ovvero elementari e medie dei Comuni di Manciano, Capalbio e Monte Argentario, quest’ultimo invece gareggerà dal 22 al 24 febbraio.

Energiadi, al via la prima edizione di Manciano

Sono iniziate ufficialmente le Olimpiadi per l’Energia pulita. Fino al 17 marzo è in programma “Energiadi”, la prima gara al mondo che premia la produzione di corrente elettrica pulita attraverso i Bike Energy System. “Siamo felici che ragazzi e ragazze possano esprimersi attraverso questa originale pedalata per difendere l’ambiente”. Queste le parole dell’assessore all’Istruzione e all’Ambiente del Comune di Manciano, Daniela Vignali durante l’inaugurazione della manifestazione. “I nostri studenti – continua Vignali sono impegnati in questa lunga maratona che inizia oggi, venerdì 15 marzo, proprio nel giorno in cui il resto del mondo celebra il Global Strike For Future e ha sfilato nei centri delle città in difesa del pianeta Terra. Per tutto questo fine settimana a Manciano si difenderà la Terra grazie al progetto Energiadi. Colgo l’occasione per dire che è importante partecipare alla raccolta differenziata, da parte di giovani e adulti e di contribuire a differenziare i rifiuti negli appositi contenitori, posizionati nel piazzale della scuola. In collaborazione con il consorzio Erp Italia, infatti, verremo valutati su cosa ricicliamo (umido, plastica, carta, indifferenziato) e come ricicliamo (rifiuto compattato o omogeneo). I ragazzi di quarta e quinta elementare e quelli delle medie saranno quindi impegnati in un questionario sulla raccolta dei rifiuti. Invitiamo la cittadinanza a portare a scuola, durante la maratona, rifiuti da riciclare che verranno raccolti nelle isole di raccolta appositamente posizionate”. Le Energiadi sono un'iniziativa di social networking e partecipazione civica che stimola l'energia sociale di un territorio e mette in circolo una potente carica di entusiasmo. Le Energiadi sono una sfida a mettere in gioco la propria energia per raggiungere un duplice obiettivo: sensibilizzare i ragazzi della scuola e i cittadini sulle tematiche ambientali; altro obiettivo è quello di favorire le sinergie scuola-territorio, fornendo uno strumento utile alla creazione di relazioni che consolidino il ruolo della scuola nella crescita di una comunità. Energiadi è una vera e propria competizione, una maratona di 52 ore ed è prevista tra le scuole del primo ciclo, ovvero elementari e medie dei Comuni di Manciano, Capalbio e Monte Argentario, quest’ultimo invece gareggerà dal 22 al 24 marzo. Il sindaco di Manciano, Mirco Morini intende ringraziare tutta la comunità per aver reso possibile una grande manifestazione come questa. “Il Comune – spiega il sindaco - ha come obiettivo di migliorare la vita dei cittadini attraverso iniziative e progetti sull’ambiente. Dobbiamo imparare a non sprecare, a difendere il territorio e a conservare piuttosto che buttare”. 

 

Progetto pilota contro le processionarie

L’ufficio Ambiente del Comune di Manciano ha messo a punto un piano innovativo e unico nel suo genere per debellare le processionarie, insetti molto pericolosi per la salute dell’uomo, degli animali (soprattutto domestici) e altamente distruttivi per le pinete a causa del loro potenziale urticante. A dicembre 2018, il Comune di Manciano ha commissionato uno “studio di fattibilità” per valutare la diffusione della processionaria nei luoghi pubblici e ad uso pubblico, come scuole e parchi, del centro abitato di Manciano. A seguito di questo studio, sempre nel mese di dicembre, il Comune ha provveduto a far rimuovere i nidi più vicini al suolo e nei primi giorni del mese di marzo ad apporre alcune trappole sui tronchi degli alberi attaccati dalla processionaria, al fine di catturarla prima che essa potesse scendere a terra. Queste prime azioni fanno parte di un progetto pilota che, con il tempo, sarà esteso a tutti i centri abitati del mancianese, interessati da questa problematica. “E’ importante – spiega l’assessore all’Ambiente del Comune di Manciano, Daniela Vignali - che i cittadini siano messi a conoscenza dei pericoli che può causare un insetto del genere che purtroppo è ampiamente diffuso nel nostro territorio. Ma è ancora più importante il lavoro di bonifica svolto dal nostro Comune, estremamente innovativo ed efficacie volto ad eliminare le processionarie senza utilizzare armi da fuoco, profondamente sconsigliato dalle autorità competenti e senza utilizzare sostanze nocive per l’ambiente. Queste trappole, segnalate sui tronchi delle piante infestate, sono la risposta immediata e valida per eliminare dalla radice un problema, a tutela della salute pubblica e nel pieno rispetto dell’ambiente. Mai nessuno – conclude Vignali - prima di questa amministrazione era riuscito a realizzare un progetto di questo tipo che diventerà modello per altre realtà”. “La tutela della salute pubblica, soprattutto di quella dei bambini e degli animali – afferma il sindaco di Manciano, Mirco Morini - è un aspetto fondamentale sul quale un’amministrazione deve investire. Il progetto portato avanti dall’ufficio Ambiente del Comune di Manciano ha un duplice obiettivo, quello di mettere in sicurezza l’ambiente in cui vive la comunità e quello di diventare un modello per altri Comuni”.

Sottocategorie

  • Ultime
    Le ultime notizie dal Comune di Manciano
    Conteggio articoli:
    129