Notizie

Seleziona un argomento dalla lista seguente, e dopo scegli un articolo da leggere.

A passeggio tra i tesori di Montemerano

Per scoprire e riscoprire le bellezze di Montemerano, ieri mattina 26 ottobre, il vicesindaco di Manciano Luca Pallini, il responsabile dei Borghi più belli di Italia Montemerano Guido Avanzati e il fotografo Enzo Russo hanno fatto un giro nel borgo, tra i più belli di Italia. Le meravigliose foto di Enzo Russo testimoniano la grandezza del borgo maremmano, unico nel suo genere. Piazza del Castello, la chiesa medievale di San Giorgio e le abitazioni private donano un fascino senza tempo a questo gioiello naturale. “Attraverso gli occhi di un grande fotografo come Enzo Russo - spiega l’assessore al Turismo del Comune di Manciano Valeria Bruni - siamo andati alla ricerca delle meraviglie del nostro Montemerano. Il prossimo fine settimana il paese festeggerà i 10 anni della Festa delle streghe, ormai un appuntamento fisso tra i più giovani ma anche per famiglie e turisti. Inoltre, le eccellenze enogastronomiche di Montemerano si ritroveranno a Fico, il mercato dell’agroalimentare di eccellenza di Bologna, dal 22 al 24 novembre per far conoscere i prodotti locali fuori dei confini regionali”. “C'è felicità – parla il vice sindaco di Manciano, Luca Pallini - e consapevolezza del fatto che anche durante la nostra passeggiata di sabato molti turisti erano presenti nel borgo e questo ci fa ben sperare: Montemerano è e sarà più apprezzato dai turisti che vengono dal resto di Italia e dall'estero, perché è veramente una delle chicche del nostro territorio. Ringrazio Enzo Russo per la sua disponibilità e professionalità e Don Roberto per averci aperto la porta della chiesa di San Giorgio”.  “Montemerano è un paese vivace dal punto di vista culturale, turistico e agroalimentare. Le iniziative che movimentano il borgo lo testimoniano. Far conoscere le bellezze naturali e i prodotti agroalimentari nel resto di Italia è un obiettivo di marketing territoriale da portare avanti e implementare”, lo spiega Guido Avanzati dei Borghi più belli di Italia.

 

 

“Manciano comune cardioprotetto”, consegnati dall’Asl gli ultimi 5 defibrillatori

“Con la consegna di questi ultimi cinque defibrillatori da parte dell’Asl Toscana Sud Est si conclude il progetto ‘Manciano comune cardioprotetto’, fortemente voluto da me e da questa amministrazione. Un piano che avevamo inserito nel programma di Governo per rendere tutto il territorio di Manciano più sicuro e moderno sul piano socio-sanitario”. Con queste parole il consigliere delegato alla Sanità del Comune di Manciano, Luca Giorgi commenta la conclusione di questo importante progetto salvavita. “Mi ritengo molto soddisfatto – continua Giorgi - visto che, a oggi, sul territorio comunale abbiamo ben 18 defibrillatori semiautomatici a uso pubblico, destinati a scuole, piazze e centri sportivi: un numero che è andato ben oltre le mie stesse aspettative di realizzazione, un numero importante che ci consente di coprire tutti i centri abitati del comune garantendo sicurezza agli stessi cittadini e anche ai turisti in visita. Tengo a sottolineare – continua Giorgi - che nei prossimi mesi tutti i dipendenti comunali seguiranno un corso per imparare a utilizzare i Dae e che tra gli ultimi cinque consegnati dall’Asl Toscana Sud Est, uno sarà destinato alla Polizia Municipale. Gli agenti della Polizia Municipale, dopo aver conseguito il corso di formazione, porteranno a bordo della pattuglia mobile il Dae. Il dispositivo sarà così sempre presente e sarà utilizzato per prestare il primo soccorso. Ringrazio personalmente la direzione Asl e il direttore del dipartimento Emergenza urgenza per la disponibilità e l'apporto dato, utile al completamento del progetto ‘Manciano comune cardioprotetto e ringrazio anche tutti gli uffici e operai comunali che si sono adoperati al lavoro di installazione dei defibrillatori. In ultimo, anticipo che sto ultimando il lavoro di mappatura delle 18 postazioni Dae, che sarà diffusa tramite i social network, apposite App e che verrà inserita nelle cartine turistiche del comune, al fine di segnalare ogni singola postazione con coordinate longitudinali, utile anche al turista di passaggio. Insomma – conclude Giorgi - un passo in avanti, per rendere Manciano e il suo territorio all'avanguardia per quanto riguarda lo sviluppo tecnologico socio-sanitario”. “Con grande soddisfazione consegniamo gli ultimi defibrillatori che portano al completamento del progetto 'Comune Cardioprotetto' – afferma il direttore generale della Asl Toscana Sud Est, Antonio D'Urso -. Con questi strumenti siamo in grado di salvare la vita delle persone colpite da arresto cardiaco e permettere il massimo recupero funzionale. Alla luce del grande risultato ottenuto dalla collaborazione con l'amministrazione comunale mancianese, il nostro impegno continuerà nelle zone della Sud Est ancora non del tutto cardioprotette nell’interesse della salute e della sicurezza dei cittadini”. “La defibrillazione salva la vita, è ormai dimostrato. Specialmente nei centri abitati più isolati, è pertanto necessario che siano presenti strumenti come i Dae che in caso di arresto cardiaco potranno fare la differenza - dichiara Massimo Mandò, direttore Dipartimento Emergenza-Urgenza Asl Toscana Sud Est - Tra le patologie tempo-dipendenti, l’infarto è quella che concede minor tempo di intervento, si hanno infatti 5 minuti al massimo dall’inizio dell’arresto per iniziare il soccorso. E’ quindi di vitale importanza avere a disposizioni i defibrillatori per intervenire subito sul posto. Ringrazio l’amministrazione comunale per la piena disponibilità e i cittadini che hanno frequentato il corso per imparare a utilizzare i defibrillatori”.

 

Comunicato congiunto con l’ufficio stampa Asl Toscana Sud Est.

Corso di italiano per stranieri

La Consulta per il sociale e le politiche giovanili organizza un incontro informativo sui corsi di italiano rivolti agli stranieri. L’incontro si terrà il giorno 22 ottobre alle ore 10.30 al centro di aggregazione La Pesa, in via Circonvallazione Sud. Il corso è rivolto agli adulti, con particolare attenzione alle donne, che vogliono avvicinarsi alla lingua italiana, nell’ottica di un buon processo di integrazione nella nostra comunità. L’incontro è volto a spiegare il progetto, raccogliere adesioni e concordare orari e date del corso. L’insegnante di italiano per stranieri sarà Silvia Sopranzetti.

Montemerano Borghi più belli d’Italia, si lavora per far tornare gli “italiani all’estero”

In occasione della conferenza nazionale della Confederazione degli italiani nel mondo (Cim), dal titolo “Gli italiani nel mondo, grande risorsa per i Borghi delle origini”, che si è svolta nella giornata di ieri mercoledì 23 ottobre alla Camera dei deputati a Roma, i protagonisti sono stati i Borghi più belli di Italia, tra cui quello di Montemerano. A rappresentare il borgo di Montemerano il vice sindaco di Manciano Luca Pallini e il responsabile associazione Borghi più belli di Italia Montemerano Guido Avanzati. La conferenza ha aperto il dibattito nazionale insieme alla politica sul ripopolamento dei borghi italiani con bassa densità di popolazione da parte degli italiani all’estero. “Valorizzare i piccoli borghi come il nostro – commentano Pallini e Avanzati – è una delle proposte avanzate dai rappresentanti di Montecitorio affinché chi vive all’estero possa essere agevolato dal punto di vista fiscale nel tornare nel proprio paese di origine, non solo per passare le vacanze ma anche per soggiorni più lunghi o addirittura per trascorrerci la pensione. Ma questo incontro a Roma è per ora solo l’inizio”. Prossimo appuntamento del Comune di Manciano e dei Borghi più belli di Italia sarà in Emilia Romagna con la presenza delle eccellenze del mancianese a Fico, il parco dell’agroalimentare di Bologna, dal 22 al 24 novembre. Tre stand accoglieranno i produttori del territorio affinché le eccellenze vitivinicole e agroalimentari siano apprezzate e conosciute nel resto di Italia. 

 

Antonio Gramsci e le sue “Osservazioni sul folclore”

Venerdì 18 ottobre ore 17 alla biblioteca comunale “Antonio Morvidi” di Manciano (Via XX Settembre 77-79) i Badilanti presenteranno “Osservazioni sul folclore”, una carrellata di letture, canzoni e immagini dedicate a Gramsci e alla cultura popolare. Interverrà Lucia Matergi, presidente dell’istituto Gramsci di Grosseto. L’iniziativa gratuita (per informazioni contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , 0564/625329), è organizzata dalla biblioteca comunale “Antonio Morvidi” con la collaborazione della sezione Anpi di Manciano e con la partecipazione di Bruno Manca. I Badilanti sono un gruppo mancianese di ricerca e riproposizione di musica popolare attualmente composto da: Aldo Cavoli, Francesco Chinosi, Lucio Niccolai, Daniele Pratesi, Francesco Riva, Mariangela Serra, Natalio Silvestri, Luciano Verzieri. Tra le molte esperienze, il gruppo I Badilanti ha partecipato al cd “Canti e cantastorie di Maremma” prodotto dall’associazione Maremma Cultura Popolare (2018) con il brano “Cinquecento catenelle d’oro”. “Il tema del folclore – spiegano gli organizzatori - percorre interamente i ‘Quaderni dal carcere’ ed è rintracciabile in articoli e vari scritti precedenti la carcerazione di Antonio Gramsci. In sostanza Gramsci ha disseminato innumerevoli riferimenti dedicati alla cultura popolare nel corso di tutta la sua produzione culturale. Le ‘Osservazioni sul folclore’ (Quaderno 27) sono il punto di arrivo e il momento di elaborazione più completo e complesso in cui la sua riflessione viene sintetizzata. Secondo Gramsci, infatti, il folclore andrebbe studiato come «concezione del mondo e della vita, […] di determinati strati […] della società, in contrapposizione […] con le concezioni del mondo “ufficiali” […] che si sono succedute nello sviluppo storico».

 

Sottocategorie

  • Ultime
    Le ultime notizie dal Comune di Manciano
    Conteggio articoli:
    132