Comunità d’Ambito Toscana Sud: il Consiglio comunale ha approvato lo Statuto all’unanimità

ImageComunicato stampa del 28 maggio 2008

L’atto è in corso di approvazione da parte dei Consigli dei 103 Comuni delle province di Arezzo, Siena e Grosseto

Il Consiglio comunale di Manciano, nel corso della seduta di martedì 27 maggio, ha approvato all’unanimità lo Statuto della nuova Comunità d’ambito per i rifiuti della Toscana Sud, che comprende le province di Arezzo, Siena e Grosseto.
Istituito dalla Regione con la Legge 61/2007, che ha ridotto a 3 gli Ato rifiuti toscani, l’Ato della Toscana Sud comprende 103 Comuni. Secondo quanto prevede la normativa regionale, devono sottoporre ai propri Consigli lo Statuto, già approvato dai Comuni delle province di Arezzo, Siena e Grosseto, entro il 29 maggio.
Per arrivare alla stesura definitiva di questo atto, ci sono stati due diversi livelli di lavoro: una prima commissione ristretta, di carattere tecnico, composta da funzionari e tecnici degli Enti interessati, ha avuto il compito di lavorare sullo schema-tipo di Statuto proposto dalla Regione, per adattarlo alle esigenze del territorio.
In una seconda fase, il lavoro dei tecnici è stato oggetto di confronto di una commissione politica composta da 12 sindaci – 4 per ogni provincia - che ne hanno valutato l’impostazione complessiva, la rispondenza alle caratteristiche e alle esigenze dei territori rappresentati. Per la provincia di Grosseto, erano presenti i sindaci dei comuni sede di impianto, Grosseto, Manciano, Scarlino e Civitella-Paganico.
Sono stati necessari tre incontri, a cavallo tra aprile e maggio, per arrivare alla stesura definitiva dello Statuto, sottoposta all’assemblea che raccoglie i 103 Comuni, lo scorso 12 maggio, e approvata all’unanimità.