A fronte dell’emergenza COVID-19, il Comune di Manciano ha aperto un conto corrente ove poter effettuare le donazioni. 

 

Di seguito il codice Iban:

IT94 E030 6972 2821 0000 0300 004

 

 

Pandemia e crisi economica, Bulgarini: “Continueremo a lavorare per i cittadini e per le aziende, per un 2021 più vigoroso”

“Il Bilancio 2020 è stato caratterizzato dai gravi risvolti economici causati dalla pandemia mondiale tuttora in corso e tutte le risorse disponibili sono state messe in campo sia per aiuti diretti e concreti ai cittadini e alle imprese in difficoltà, sia per la riduzione della pressione fiscale locale, talvolta generale, talvolta indirizzata verso le categorie che più hanno risentito e stanno risentendo di questa catastrofe socio-economica”.

Queste le parole dell’assessore al Bilancio del Comune di Manciano Roberto Bulgarini, il quale tira le somme di questo 2020. “Un ruolo importante – continua Bulgarini - è stato rivestito dagli ingenti aiuti governativi, che in qualche caso hanno sopperito alle minori entrate del Comune e in qualche caso hanno finanziato interventi diretti verso le categorie più disagiate. Riguardo agli aiuti statali, se un appunto si può fare, è sulle tempistiche sia di quantificazione sia di liquidazione dei trasferimenti legati all’emergenza: molti di essi sono stati quantificati nel mese di dicembre ed erogati proprio in questi ultimi giorni dell’anno, quindi per queste ultime tranche di erogazioni statali non c’è stata per il 2020, la possibilità di attuare una politica di sostegno più incisiva verso i cittadini, come invece è stato fatto con le risorse messe a disposizione nel corso dell’anno. La speranza è che per il 2021 arrivino disposizioni chiare sull’utilizzo di queste risorse e soprattutto arrivino per tempo, in modo che l’amministrazione abbia un ragionevole lasso di tempo per poter pianificare interventi più mirati e di conseguenza più efficaci in materia di sostegni e di politica fiscale, anche  mediante interventi di programmazione e di rivitalizzazione compatibili con un quadro di limitazioni, che, anche se allentate rispetto alle attuali, comunque, compromettono la routine precedente, a ogni livello e in ciascun settore, in particolare su quegli asset che erano cresciuti negli ultimi anni (turismo, eventi, cultura, ristorazione)”.

Il sindaco Mirco Morini si pone sulla stessa linea e afferma che “lo sforzo che sinora è stato fatto dalla nostra amministrazione è quello di mantenere gli equilibri del bilancio, di cui ne abbiamo dato atto nel Consiglio comunale di novembre, di mantenere vivi alcuni settori come l’associazionismo culturale, sportivo e sociale e quello della Protezione civile. Altro punto sul quale stiamo lavorando è quello di non fermare gli investimenti programmati, il cui slittamento avrebbe rallentato ulteriormente lo sviluppo del nostro territorio”. “Siamo consapevoli – conclude Bulgarini - che il Comune sia l’istituzione più vicina ai cittadini e che quindi giochi un ruolo di vitale importanza circa le misure da adottare per affrontare le criticità che si sono presentate e quelle che potranno presentarsi in futuro. Affronteremo questa congiuntura con la responsabilità, l’impegno e lo spirito di servizio che ci hanno sempre contraddistinto”.