Meno tasse e più incentivi a famiglie e a imprese, sindaco Morini: “Manovra storica, più importante di Manciano”

  • Stampa

“In un periodo complicato come questo che stiamo ancora vivendo, segnato dalla pandemia da Covid-19, tutt’ora in corso, e che ha destabilizzato l’intera nazione dal mese di marzo, la nostra amministrazione comunale ha lavorato in questi mesi per garantire ai cittadini la più bassa tassazione della storia del nostro comune e un’immediata ripresa economica. Siamo intervenuti sostenendo le imprese che hanno perso fatturato, tenendo conto delle famiglie che hanno perso reddito, con una manovra massiva che ha dato una risposta ad ampio raggio riducendo in modo forte la pressione fiscale”. Queste le parole del sindaco di Manciano Mirco Morini in merito all’approvazione del conto consuntivo e della variazione al bilancio di previsione del triennio 2020-2022. “Una manovra complessa e mai realizzata prima – spiega l’assessore al Bilancio del Comune di Manciano, Roberto Bulgarini – voluta fortemente su aspetti importanti sul fronte delle tassazioni. Tra le novità, mai introdotte prima, abbiamo inserito una riduzione di 3,6 punti percentuali per gli immobili locati ad attività commerciali, artigianali, pubblici esercizi, strutture turistiche ricettive concesse in locazione, a condizione che venga ridotto ai conduttori il canone di locazione. Per quanto riguarda la scadenza della prima rata dell’Imu 2020, come già avevamo annunciato, sarà prorogata al 31 agosto. Sarà ridotta l’aliquota ordinaria di 0,5 punti e anche quella sui fabbricati rurali ad uso strumentale dell’attività agricola, sempre di 0.5 punti. Per quanto riguarda il canone Cosap (canone per l'occupazione di spazi e aree pubbliche), il decreto ministeriale aveva annullato il pagamento solo per le attività commerciali dal 1 maggio al 31 ottobre e l’amministrazione ha operato una forte riduzione non solo per le attività commerciali ma per tutte le fattispecie di occupazione di suolo pubblico. Come amministrazione abbiamo provveduto, inoltre, a ridurre di oltre il 50 percento il canone di occupazione. Per quanto riguarda l’imposta comunale di soggiorno, abbiamo deciso di sospenderla, come hanno fatto altri comuni della provincia, per dare un segno ai nostri turisti, per tendere loro la mano. Abbiamo stanziato 45mila euro da destinare alle aziende del commercio e dell’artigianato che hanno subito i danni più grandi a causa dell’emergenza da Covid-19, che sono rimaste forzatamente chiuse e che non hanno la possibilità di utilizzare spazi all’aperto e quindi di usufruire del canone agevolato per il suolo pubblico”. “Abbiamo lavorato molto – spiega l’assessore al Sociale del Comune di Manciano, Valeria Bruni – per sostenere le famiglie che hanno ragazzi in età scolare. Abbiamo stanziato 30mila euro per acquisto dei libri, concessione agevolazioni in materia di mensa e trasporto. Abbiamo conferito i buoni spesa a quei nuclei familiari che a causa della pandemia da coronavirus si sono ritrovate in difficoltà economica per una cifra pari a 49mila e 654 euro, abbiamo lavorato per dare in gestione i centri estivi, per un importo di 30mila euro, affinché i bambini possano riappropriarsi dei loro spazi. Per un progetto di rilancio del territorio – continua Bruni – ai fini turistici e culturali, abbiamo stanziato una somma importante, di 320mila euro: 120mila euro per la riqualificazione dei centri storici e altre 200mila euro per il marketing territoriale come campagne pubblicitarie, gestione ufficio turistico, progetto di promozione del territorio con Pitigliano e Sorano, progetto con l’Ambito turistico e per eventi sul territorio.  Inoltre, saranno impegnati, sul fronte dei lavori pubblici, 100mila euro di manutenzione del patrimonio, 30mila euro manutenzione strade, 15mila manutenzione illuminazione pubblica straordinaria e 20mila euro per incarichi per l’ufficio urbanistica. Tengo a dire che sono stati destinati un milione e 800 mila euro per opere pubbliche già in esecuzione, in affidamento o già concluse, a cavallo tra il 2019-2020. Si tratta del ripristino pensiline, scuole e copertura edificio scuola media per 120mila euro; manutenzione ordinaria viabilità extra urbana per 200mila euro; manutenzione ordinaria viabilità urbana 124mila euro circa; progetto sentieristica via Clodia 23mila euro; realizzazione nuovo gruppo di loculi al cimitero di Poggio Murella 222mila euro; manutenzione straordinaria edificio ex Stanze 160mila euro; riqualificazione piazza della Rampa e via Marsala 35mila euro; 830mila euro circa riguarda l’efficientamento energetico per le scuole del territorio; realizzazione gruppo loculi al cimitero di Marsiliana per 180mila euro; riqualificazione del centro polifunzionale - area pubblica a Marsiliana per 200mila euro; messa in sicurezza dell’ex mattatoio a Montemerano 39mila euro; messa in sicurezza edifici scolastici di Saturnia 99mila euro; per il centro commerciale naturale di Saturnia stanziati 20mila euro; per la manutenzione straordinaria della strada dei Cavallini 96mila euro circa e per il recupero dei marciapiedi del centro urbano di Marsiliana 97mila euro circa”. “Approfitto per ringraziare – conclude il sindaco - tutti i miei collaboratori per il supporto avuto durante questa emergenza. Il mio augurio è quello di poter uscire quanto prima da questa situazione e lasciarci alle spalle il periodo buio, per un futuro migliore”.