Approvato bilancio di previsione, maggioranza: “Abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi prefissati”

“Siamo molto soddisfatti di come è andato il Consiglio comunale di ieri (giovedì 28 marzo) – dichiara il gruppo di maggioranza dell’amministrazione Morini – nel quale abbiamo discusso molti punti importanti per la nostra comunità. Abbiamo approvato il bilancio di previsione 2019 e la programmazione triennale dei lavori pubblici 2019-2021. Il bilancio è perfetto nei conti e ogni assessorato è in linea con gli obiettivi prefissati. Un esempio su tutti, per quanto riguarda la raccolta differenziata, essa è aumentata e i costi sono diminuiti e per noi questo è un grande risultato. Nello stesso tempo, però, – continua il gruppo – abbiamo trovato una minoranza impreparata e arrogante che vuol far credere alla gente, tramite i loro interventi privi di rigore e fondamenta, quello che più fa comodo loro. Ognuno dei componenti della minoranza si crede capogruppo, probabilmente di se stesso, ed è intervenuto in aula in maniera confusa e contraddittoria, buttando fumo negli occhi alla cittadinanza senza dati concreti. Quello che più ci rammarica è che questo comportamento della minoranza non fa altro che gettare fango sul nostro operato senza un reale riscontro. In realtà, invece, attraverso una specifica documentazione, il gruppo di maggioranza ha messo agli atti gli sprechi che sono stati compiuti dal precedente assessorato al Turismo: come montagne di scatoloni pieni di libri e brochure mai consegnate, come spese folli per delle apparecchiature inutilizzate, come lavori urbanistici fatti male che devono essere rifatti. Anche per quanto riguarda le cascate del Gorello, la minoranza parla di cose di cui non è esattamente a conoscenza. L’amministrazione Morini ritiene che quell’area di interesse mondiale è il fiore all’occhiello del nostro straordinario territorio e che pertanto deve essere tutelata, salvaguardata, messa in sicurezza e regolamentata affinchè l’accesso sia disciplinato. L’area circostante alle cascate del Gorello andrà decongestionata da una moltitudine di parcheggi selvaggi e incontrollati, quali auto e pullman per facilitare anche un’agevole scorrimento della strada principale che porta a Saturnia, con l’obiettivo di creare un parcheggio nell’apposita zona. Valorizzare l’area delle cascate del Gorello – continua l’amministrazione Morini - significa apportare un sostegno ambientale e occupazionale per la gente del posto. Non dobbiamo mai dimenticare che la proprietà dell’area è di un soggetto terzo e comunque verrà trattato come tutte le altre realtà imprenditoriali. La minoranza – spiegano ancora dalla maggioranza – ha presentato in Consiglio una mozione sull’istituzione di una commissione consiliare ad hoc sulla gestione delle cascate del Mulino. Anche questo è un tentativo di prendere in giro i cittadini e di ingannare la maggioranza. L’istituzione di una commissione è cosa infattibile, siamo un ente pubblico e non possiamo entrare in una cosa privata. La minoranza incerta e immatura ha, infatti, dovuto fare un passo indietro. Noi siamo disponibili al dialogo tramite le esistenti commissioni Affari istituzionali e Urbanistica, di cui fanno parte anche i membri di minoranza. Noi vogliamo concentrarci sulle cose giuste e utili da fare. Purtroppo, dobbiamo perdere tempo a rifare nel modo giusto ciò che ci è stato lasciato, come ripensare all’ubicazione dell’info point turistico che deve stare all’inizio del paese e non alla fine, riorganizzare il museo di Saturnia che così è inagibile. Inoltre, è bene sottolineare che per quanto riguarda la situazione dei dipendenti delle Terme spa siamo informati e la monitoreremo, cercando di capire le varie dinamiche e il futuro piano di riorganizzazione della struttura”.