Cascate del Gorello, Bulgarini: “Abbiamo preso le distanze da un comportamento sbagliato e lesivo della Minoranza. Per l’area abbiamo un progetto all’avanguardia, innovativo e di alto livello

Durante il Consiglio comunale di oggi, venerdì 12 ottobre, il gruppo di Maggioranza ha votato contro la mozione presentata dal capogruppo di Minoranza, Giulio Detti, con il quale veniva chiesto al sindaco di Manciano Mirco Morini di rinnovare il comodato d’uso gratuito dell’area delle Cascate del Gorello di Saturnia e quindi garantirne la gestione pubblica. “Abbiamo votato contro questa mozione – parla il capogruppo di Maggioranza, Roberto Bulgarini – perché quello della Minoranza, nello scorso Consiglio comunale, è stato un gesto di chiusura, un comportamento inaccettabile, in quanto ha deciso di abbandonare l’aula senza neanche leggere il documento depositato, senza dare alcuna giustificazione o chiarimento all’aula e quindi ai cittadini. La posizione della Minoranza, dunque, all’ultimo Consiglio comunale è stata, a nostro parere, sbagliata, inadeguata, fuori luogo e ci ha costretto a prendere le distanze al Consiglio comunale di oggi. Nessuno, in aula oggi, - continua Bulgarini – ha discusso sulla questione Cascata. Quindi dire e scrivere sui social che abbiamo votato contro la volontà di garantire la gestione e lo sviluppo dell’area significa, da parte della Minoranza, diramare notizie non vere, cosa estremamente lesiva nei confronti del territorio. I tempi e le condizioni con le quali sarà affrontata la questione della gestione delle Cascatelle – spiega ancora Bulgarini – saranno dettati dalla Maggioranza, governando con serietà, come sempre abbiamo fatto e prendendoci le nostre responsabilità. Tutto quello che possiamo dire sulla gestione delle Cascate del Gorello è che abbiamo in serbo un progetto all’avanguardia, innovativo e di alto livello su cui stiamo lavorando, che porteremo in approvazione in Consiglio comunale e di cui metteremo a conoscenza il capogruppo di Minoranza Giulio Detti, che già sa benissimo che sulle Cascatelle c’è un progetto ampio e di spessore e che non può essere ‘liquidato’ da una semplice mozione”.