Gli studenti del liceo scientifico e dell’Iti di Manciano a lezione con Sei Toscana

  • Stampa

Un incontro formativo, al quale ne seguiranno altri con i bambini di elementari e medie, sul tema dei rifiuti, ha impegnato i ragazzi della classe IV del liceo scientifico e delle classi III e IV dell’istituto tecnico industriale di Manciano con un operatore di Sei Toscana, nell’ambito del progetto di educazione ambientale organizzato dal Comune di Manciano e Sei Toscana, che vede protagoniste tutte le scuole del territorio e che è strutturato in quattro anni sui temi dei rifiuti (quest’anno), aria, acqua e suolo. “Oltre agli appuntamenti legati a “RI-Creazione” – spiegano da Sei Toscana - il progetto di educazione ambientale, promosso dal gestore che quest’anno coinvolge più di 7000 studenti delle scuole primarie e secondarie dei comuni dell’Ato Toscana Sud, cui partecipano anche le scuole di Manciano, il Comune ha chiesto la disponibilità del gestore a intervenire con un percorso di educazione ambientale anche nelle scuole superiori”. Stamattina, circa 50 ragazzi hanno seguito con interesse le due ore di lezione in cui si è parlato in generale del problema rifiuti, dalla loro origine sino al corretto smaltimento: dalle norme che regolano il settore, alle opportunità che può offrire nell’ambito di una nuova concezione di economia che vede sempre più la necessità di passare dal concetto di consumo a quello di risparmio delle materie prime, così come previsto dalle nuove direttive sull’economia circolare. Con i ragazzi è stato poi affrontato il tema più specifico della responsabilità personale e delle azioni che ogni cittadino può intraprendere per ridurre i rifiuti che produce e per operare una corretta raccolta differenziata, che è lo strumento essenziale per poter avviare a riciclo le materie provenienti dai rifiuti post consumo. Gli studenti dell’ITI sono, infatti, impegnati in un progetto che prevede la produzione di saponette decorative a partire dall’olio esausto, oltre a condurre un’indagine sullo stato di salute di tutto il territorio di Manciano. Mentre gli studenti del Liceo scientifico sono impegnati in uno studio approfondito sulla tariffa e creeranno anche un cortometraggio sulla storia di un rifiuto dalla sua origine sino al percorso di riciclo. Alla fine dell’anno scolastico la settimana dedicata al tema dei rifiuti, che l’amministrazione organizzerà a Manciano, coinvolgerà tutte le scuole del Comune che hanno partecipato sia a “RI-Creazione” sia agli appuntamenti specifici con Sei Toscana. “Il progetto che è partito quest’anno con il tema dei rifiuti – spiega l’assessora all’Ambiente del Comune di Manciano, Daniela Vignali -  proseguirà anche nei prossimi tre anni e vedrà impegnati gli studenti sui temi dell’acqua, dell’aria e dell’ambiente nel suo insieme, con grande entusiasmo, partecipazione e collaborazione da parte di tutti gli insegnanti. Un progetto ambizioso, reso possibile grazie al fattivo contributo dell’associazione Velca di Manciano che si occupa dei laboratori attivi, che coinvolge bambini e ragazzi di ogni fascia di età, i quali concretamente potranno avere a che fare con il grande tema del rispetto dell’ambiente, della raccolta differenziata, del riciclo, trasformazione e riutilizzo dei rifiuti. Gli studenti, infatti, saranno i veri protagonisti. Siamo certi – conclude Vignali – che intraprendere percorsi come questo nelle scuole, rivolti a bambini e ragazzi significa che questi piccoli grandi studenti saranno uomini e donne informate e rispettose dell’ambiente in cui vivranno. Inoltre, a giugno organizzeremo un mercatino in cui saranno esposti i lavori di riciclo creativo fatti dai ragazzi”.