Manciano Street Music Festival 2017

E’ stata presentata ufficialmente, ieri sera, la settima edizione di Manciano Street Music Festival, l’evento internazionale di musica da strada ideato e organizzato dall’associazione musicale culturale Diego Chiti, in collaborazione con la pro loco di Manciano e con il patrocinio e contributo del Comune, che si svolgerà per le vie del borgo dal 9 all’11 giugno. Sette gruppi alla corte del festival più atteso dell’anno, provenienti da ogni parte di Italia e di Europa. “Quest’anno – spiega Michele Santinelli, presidente dell’associazione musicale e culturale Diego Chiti di Manciano e direttore artistico del festival - mi trovo in doppia veste ed è un piacere che ad occuparsi dell’evento sia la nostra scuola di musica, proprio quest’anno che compie 30 anni di attività. Dal punto di vista musicale, il livello sta salendo in modo esponenziale ogni anno. Due band verranno dalla Francia, gli eccentrici Funky Style Brass e La Fanfare en Petard. Per questi è un ritorno dopo la partecipazione all’edizione 2011. Ho voluto fortemente che tornassero, poiché credo siano stati il primo passo importante di crescita del nostro festival, una delle street band più conosciute in Europa. Non mancherà il Dixieland, con una formazione di 8 elementi che arriva da Lecce: la Bedixie Jass Band. Questa sarà un’edizione colorata, ospiteremo strani individui che suoneranno con delle maschere e proporranno le colonne sonore dei cartoni animati: Miwa Street Band. La prima nota della street parade, da tradizione, la suonerà la Magicaboola, la band ufficiale del nostro festival presente a tutte le edizioni. La ciliegina sulla torta verrà posta sin dal concerto di apertura con la Funk Off. Attiva dal 1998, è la prima marching band italiana ad essersi costituita, precursori del genere. Siamo abituati a vederli in tv con Arbore, Bollani, a Sanremo con Alexia. Da oltre 10 anni sono la band ufficiale di Umbria Jazz. Pensare che si esibiranno sul nostro palco ci rende orgogliosi”. Oltre alle sfilate e ai concerti delle marching band, interessante l’esperimento dei workshop nelle scuole con la band barcellonese Brincadeira, che dopo il successo della scorsa stagione, quest’anno lavorerà con tutti i plessi dell’istituto comprensivo P. Aldi, diretto dalla dirigente scolastica Anna Maria Carbone, nel territorio di Manciano e di Capalbio, durante questa settimana. La Brincadeira si esibirà anche ad Albinia, a Grosseto e a Pitigliano dove svolgerà uno stage con i ragazzi dell’associazione Rinascimento, scuola di tamburini. Durante il festival, sempre rivolta ai più giovani, si terrà la seconda edizione del Campus “Da band a street band”, da cui è già nata e sta crescendo la Syb, Street Young band, formazione di bambini e adolescenti che hanno già provato l’emozione di esibirsi per strada raccogliendo sostegno e applausi. “Il Festival lo pensiamo così - dicono gli organizzatori - non solo un evento per il paese, tre giorni di festa per chi vorrà partecipare ma un’occasione per promuovere la musica a più livelli, le sue potenzialità di aggregazione e inclusione, di generare creatività e energia. Proprio per questo abbiamo cercato di ampliare il numero delle iniziative che gli sono collegate e di curarne la qualità, con lo scopo anche di inserirlo in circuiti musicali riconosciuti e magari finanziati a livelli più alti”. “Un evento grande – spiega l’assessore alla Cultura del Comune di Manciano, Giulio Detti – che conferisce importanza al nostro territorio e consegna nelle mani dei turisti una terra meravigliosa piena di risorse. La musica di qualità, come quella offerta da questo festival, è il collante tra cultura e territorio, tra i vacanzieri e chi ci lavora. Musica e natura sono una buona base per far conoscere la Maremma fuori dai confini regionali e per farla apprezzare al meglio”.