L’importanza dei piccoli centri: presentazione dell’ultimo volume di “Testimonianze”

  • Stampa

Sabato 21 gennaio, alle ore 17, nella sala del Consiglio comunale di Manciano, secondo appuntamento promosso dall’amministrazione comunale, dal titolo “L’importanza dei piccoli centri”, facente parte del ciclo di incontri “I luoghi e le loro culture”. In questa occasione, sarà presentato il fascicolo speciale della rivista fiorentina “Testimonianze”, fondata da Ernesto Balducci, dedicato all’Italia dei piccoli centri e contenente anche un articolo del mancianese Lucio Niccolai intitolato “Paesi d’Amiata e di Maremma”. L’articolo parla della scelta di vivere in un piccolo centro come Manciano, considerato un luogo di confine tra aree attratte dalle lusinghe della geotermia, del turismo, un luogo dove è ancora possibile costruire progetti di salvaguardia ambientale e di valorizzazione delle produzioni tipiche, di tradizioni locali e di cultura come volano di un turismo senza fretta e di basso impatto ambientale. L’incontro sarà introdotto da Severino Saccardi, direttore di “Testimonianze” che illustrerà i contenuti di questo importante volume che tratta, con il contributo di numerosi saggi di esperti locali, storici ed antropologi tra i quali Pietro Clemente, Fabio Detti e Tomaso Montanari, il tema dei piccoli centri e il valore e il significato di questa “Italia minore” nella età della globalizzazione.  Interverranno l’editorialista de Il Manifesto, Aldo Carra, l’assessore alla Cultura del Comune di Manciano Giulio Detti che parlerà delle scelte politiche e amministrative, delle iniziative e dei progetti realizzati in questi anni e finalizzati alla valorizzazione delle peculiarità e delle potenzialità di un piccolo centro tipo come Manciano e Lucio Niccolai, approfondirà alcuni dei temi trattati nell’articolo pubblicato da “Testimonianze”. L’iniziativa vedrà la partecipazione del gruppo musicale mancianese “I badilanti” che proporrà brani scelti dal repertorio maremmano. Al termine dell’incontro è previsto un momento conviviale.