Canto popolare in Maremma

  • Stampa

Un’importante iniziativa culturale in programma a Manciano sabato 14 gennaio, dalle ore 17, nella sala del consiglio comunale sul canto popolare in Maremma e sulle tradizioni popolari di Manciano. Un incontro promosso dall’amministrazione comunale in collaborazione con il Museo delle tradizioni popolari di Canepina in provincia di Viterbo, la rivista “Testimonianze” e la locale sezione Anpi, inserito nel ciclo “I luoghi e le loro culture” che vedrà impegnato il Comune anche sabato 21 gennaio con la conferenza “L’importanza dei piccoli centri”. Dopo i saluti dell’assessore alla Cultura del Comune di Manciano, Giulio Detti, interverrà Quirino Galli, direttore del Museo di Canepina, che parlerà dell’esperienza dei convegni annuali dedicati alle tradizioni popolari, con particolare riferimento al tema del canto popolare che è stato l’argomento trattato nel quattordicesimo incontro di “Tra Arno e Tevere” di Canepina del settembre 2016. Corrado Barontini, invece, portavoce del Coro degli Etruschi ed esponente dell’archivio delle Tradizioni popolari di Grosseto, tratterà il tema del canto popolare in Maremma e delle tradizioni di Manciano ricordando Alfio Cavoli e Lilio Niccolai e le loro ricerche nel settore delle tradizioni musicali nel mancianese. Per l’occasione, l’esperto presenterà una lettera inedita di Alfio Cavoli del 1985, contenente la trascrizione di un brano del musicista mancianese Belisario Baggiani dal titolo “Valzer del bicchieretto”. Al termine degli interventi, il gruppo mancianese “I Badilanti” (Mariangela, Daniele e Francesco alle voci, Natalio, chitarra e voce, Lucio e Federico, chitarre) presenterà una decina di brani scelti dal repertorio maremmano. Le conclusioni sono affidate a Piero Arcangeli, etnomusicologo e compositore. Al termine dell’incontro, verrà offerto ai presenti un piccolo rinfresco. “Quello di sabato – spiega l’assessore alla Cultura del Comune di Manciano, Giulio Detti - sarà un appuntamento importante per Manciano in cui saranno analizzati i punti salienti per lo sviluppo sostenibile dei nostri borghi. Ringrazio Anpi, Testimonianze e Lucio Niccolai per aver organizzato assieme all’assessorato alla Cultura questo interessante pomeriggio”.