Inaugurazione del nuovo centro di aggregazione

  • Stampa

Taglio del nastro, in programma sabato 7 maggio alle ore 17, del nuovo centro di aggregazione, all’interno dell’ex mattatoio in via Circonvallazione sud. Il progetto, sviluppato dalla Consulta giovani di Manciano e dalla Consulta per il sociale, con il sostegno dell’amministrazione comunale di Manciano, ha lo scopo di offrire ai giovani e agli anziani del territorio un luogo di scambio di idee e di competenze. All’interno del centro, saranno proposte iniziative volte alla cura e alla prevenzione del disagio, sarà realizzata una rete di soggetti e associazioni coinvolte nella vita dello spazio di aggregazione. Quello all’ex mattatoio sarà un centro dove gli enti pubblici, il mondo del volontario e quello associazionistico e i comuni cittadini possono organizzare corsi di formazione o di aggregazione. Uno spazio polivalente, senza fini di lucro, dove si può entrare liberamente, accessibile a tutti, in quanto  privo di barriere architettoniche. “Con grande orgoglio – spiegano la presidente della Consulta giovani di Manciano, Beatrice Lombardi e la presidente della Consulta per il sociale, Cinzia Tomassoli – andiamo ad inaugurare uno spazio condiviso e che grazie ai giovani, che ci hanno dato una forte carica emotiva e grande aiuto, vediamo realizzato”. All’interno del centro, è tra i progetti, sia quello di allestire uno spazio per la raccolta degli alimenti non venduti della Coop, i quali potrebbero essere utilizzati, una volta ottenuto l’accreditamento del Banco alimentare; sia di prevedere una stanza aperta a tutte le associazioni che intendono aprire uno sportello d’ascolto. Inoltre, il centro di aggregazione ospiterà uno spazio per il laboratorio di disegno, di musica, un laboratorio artigianale per promuovere le capacità manuali e l’impiego di strumenti per la realizzazione di materiale per feste ed eventi. La giornata di sabato prevederà alle ore 17 il taglio del nastro e la realizzazione di un murales. Alle 18 gli interventi del sindaco del Comune di Manciano, Marco Galli e dell’assessore alle Politiche sociali, Andrea Teti e alle ore 19 si aprirà un tavolo di discussione con i cittadini presenti sul nome da dare al centro e sulle attività da proporre. Alle 19.30 buffet e musica dal vivo. “Ringraziamo l’assessore Teti - concludono le presidenti delle Consulte - che si è impegnato per arrivare a questo risultato e l’amministrazione comunale che ci ha dato fiducia nell’affidarci uno spazio così importante”. “La nostra amministrazione – parla il sindaco di Manciano, Marco Galli – investe nel sociale per il bene della comunità. Uno spazio come questo rappresenta un luogo aperto alla città, un’opportunità in più per i giovani, per scambiarsi idee e praticare attività consone con il loro percorso di crescita. Uno spazio condiviso anche da chi vive la terza età e da tutti i cittadini che vorranno contribuire a questo progetto”. “Sono orgoglioso e soddisfatto – spiega l’assessore alle Politiche sociali Andrea Teti – per lo spirito con cui la Consulta dei giovani e quella del sociale collaborano tra loro. Ringrazio tutti i volontari, soprattutto i più giovani, che nei mesi scorsi hanno lavorato duramente per l’allestimento e l’organizzazione del centro e della sua inaugurazione. I ragazzi sono tutti giovani volontari spinti dall’amore verso il proprio paese e la propria comunità. Posso affermare con forza che ho la fortuna e il piacere di lavorare al fianco della miglior gioventù presente nel nostro territorio. In cantiere ci sono molti progetti interessanti, fattibili, alcuni di essi sono pronti a partire come lo sportello per le vittime di violenza con l’ausilio di una psicologa, un magazzino per il progetto della mensa sociale, laboratori d’artigianato, corsi dedicati ai giovani e agli anziani. I più giovani per esempio aiuteranno gli anziani a prendere confidenza con le nuove tecnologie. Insomma, c’è molto lavoro da fare. E per portarlo a termine c’è bisogno dell’aiuto di tutti. Per questo chiedo a tutta la cittadinanza di essere presente e di partecipare all’inaugurazione, per condividere idee, progetti e soprattutto per sostenere il lavoro delle Consulte. Essere presenti e partecipare alla giornata d’inaugurazione sarà il miglior modo di ripagare e ringraziare il lavoro svolto da tutti i volontari e le volontarie. Il nostro obiettivo è quello di valorizzare l’associazionismo e il volontariato locale, fare rete tra le istituzioni e le associazioni, creare interscambio tra generazioni diverse e restituire uno spazio come quello dell’ex mattatoio alla comunità come valore aggiunto per offrire nuove opportunità. Le porte sono aperte a tutti, le consulte faranno da ponte tra il tessuto associativo locale e l’amministrazione si occuperà della logistica e dell’organizzazione generale delle attività che si svolgeranno nell’ex mattatoio. Io ce l’ho messa tutta, i volontari e le volontarie delle consulte hanno dato il massimo. Per questo motivo il successo è assicurato e i risultati che otterremo saranno eccezionali”.