La rete dei sentieri oggi è realtà: 200 chilometri che collegano borghi e siti di interesse turistico

  • Stampa

“Ieri è stata una di quelle giornate straordinarie, che ti danno l’energia per lavorare. In un cinema gremito è stata presentata la nostra rete di sentieri. Oltre 200 chilometri che collegano tutti i borghi e i siti di interesse turistico. La presenza di Simone Frignani che ci ha raccontato il Coast to Coast e di Luciano Morini con cui abbiamo siglato un patto di amicizia hanno reso ancor più speciale il convegno”. Sono queste le parole dell’assessore al Turismo del Comune di Manciano Giulio Detti, impegnato a lavorare sul potenziamento del turismo sostenibile e dell’escursionismo in Maremma. “Stiamo lavorando molto per lo sviluppo turistico del nostro territorio – continua Detti. La progettualità della sentieristica è una delle più importanti perché ci permette di intercettare nuovi flussi, soprattutto stranieri. Abbiamo realizzato oltre 200 chilometri di percorsi che collegano tutte le frazioni e siti di interesse turistico del territorio comunale, dando informazioni e suggerendo tracciati per raggiungere quelli fuori comune. Grande attenzione l’abbiamo messa anche nella scelta dello strumento web di rappresentazione dei percorsi, con cui si può interagire e scaricare mappe. Adesso si aprono nuovi scenari e nuovi progetti, come ad esempio il percorso vetta-mare, da portare avanti in modo sinergico con altri enti. Il futuro del nostro territorio, passa dalla capacità di collaborare e di sviluppare il turismo sostenibile. Mi auguro che su questo tema ci sia massima convergenza di energie. La sala gremita per la presentazione di ieri è un segno tangibile della grande sensibilità della cittadinanza”. Sulla stessa linea si pone il sindaco di Manciano Marco Galli il quale spiega che “la sinergia interterritoriale è la forza economica e politica su cui un comune come il nostro deve puntare. Il turismo è il comparto tra i più importanti in Maremma e con le giuste azione deve fare da traino per tutta l’economia della provincia”. “Abbiamo accolto con piacere – parla l’assessore al Turismo e alla Cultura del Comune di Nocera Umbra, Luciano Morini - l’invito giunto dall’amministrazione comunale di Manciano attraverso l’assessore Detti a partecipare a questo bellissimo festival. Il protocollo d’intesa che abbiamo firmato per la promozione reciproca dei territori è coerente  con le caratteristiche dei nostri comuni, a cominciare dalle preziose risorse ambientali di cui dispongono. Manciano è una realtà importante del turismo slow e Nocera Umbra che sta finalmente uscendo dal terremoto, potrà sicuramente trarre vantaggio da questo legame. Oggi siamo legati anche dal bellissimo itinerario Italia Coast to Coast di cui la tappa Nocera Assisi è la più significativa sotto il profilo spirituale, in quanto si snoda lungo il percorso che riportò San Francesco morente nella sua città natale”. “Un’esperienza meravigliosa – afferma l’autore di Italia coast to coast, Simone Frignani – quella di potenziare la Maremma, collegandola al resto di Italia. Progetti come questi rendono un territorio più appetibile sotto ogni punto di vista. Il primo raduno nazionale dei coaster qui in Maremma è già un successo”. “Vorrei ringraziare – chiude Detti – tutte le persone che ci hanno aiutato a realizzare un progetto che ci darà una marcia in più. Menzione speciale anche sindaco e assessore del Comune di Sorano che ieri hanno accolto al meglio il passaggio dei coaster. Il lavoro da fare è ancora tanto ma con questa passione possiamo smuovere le montagne”.