I musei di Manciano e Saturnia “entrano” nelle scuole elementari

Al fine di promuovere la conoscenza dei due principali musei presenti nel territorio comunale, il museo di preistoria e protostoria di Manciano e il museo archeologico di Saturnia, tra la popolazione locale e tra i turisti, l’amministrazione comunale ha ritenuto opportuno promuovere una serie di attività didattiche, che permettano un approccio “friendly” ai contenuti scientifici delle due istituzioni. A questo scopo sono state realizzate alcune iniziative rivolte alle scuole dell’obbligo presenti nel territorio comunale. Questo progetto ha visto la realizzazione di una serie di visite guidate con attività didattiche, accompagnate da lezioni frontali in aula per preparare la visita, nel quadro dell’esigenza fondamentale di diffondere la conoscenza della storia del nostro territorio presso i cittadini più giovani. Le classi delle scuole elementari di Manciano che hanno partecipato a lezioni frontali ed attività museali nei mesi di febbraio e marzo sono state la classe terza, quarta A, quarta B e classe quinta. “Il senso dell’iniziativa – spiega il direttore dei musei di Manciano e Saturnia Massimo Cardosa - è cominciare a far conoscere il museo ai cittadini più giovani. E’ fondamentale partire dall’età scolare. I nostri musei sono conosciuti più dai turisti che dai mancianesi. Occorre cominciare dai bambini perché fanno da traino al il resto della famiglia e perché sono i cittadini del domani. Il museo è un luogo vivo, non è una vetrina ma un posto dove si fanno le attività. L’educazione alla cultura è importante ed è fondamentale partire proprio dai bambini”. “L’amministrazione comunale di Manciano – spiegano il sindaco Marco Galli e l’assessore alla Cultura Giulio Detti – lavora affinché il territorio possa aprire i propri orizzonti dal punto di vista culturale, turistico ed economico. I musei rappresentano un polo culturale vivo e attivo, di richiamo per i turisti e i ragazzi anche fuori dei confini regionali. Solo facendo sistema è possibile rispondere alla domanda in maniera soddisfacente nell’interesse dei mancianesi”.