Arriva sul grande schermo la storia di Margherita Aldobrandeschi

  • Stampa

Sarà proiettato venerdì 11 marzo, alle ore 18, al Nuovo cinema di Manciano il cortometraggio scritto e diretto dalla regista maremmana Antonella Santarelli “Margherita Aldobrandeschi: una donna di Maremma”. Il film, realizzato lo scorso anno grazie al sostegno del Comune di Manciano, al lavoro dei ragazzi del liceo scientifico di Manciano e Iti e al supporto delle varie associazioni locali tra cui la pro loco di Montemerano, con il suo corteo storico, l’associazione Rinascimento, l’associazione Sovana Aperta e il corteo storico di Castell’Ottieri. “Il progetto – spiega la regista Antonella Santarelli - è un esempio di marketing territoriale in quanto viene messa in scena la storia del territorio e della comunità. Gli attori, tutti abitanti della Maremma, hanno contribuito a creare quel senso di identificazione e partecipazione che difficilmente sarebbe stato raggiunto utilizzando attori professionisti. La sceneggiatura è stata tratta da un documento del 1314 del notaio della Contessa Margherita Aldobrandeschi, redatto per volere della contessa come sorta di testamento e narrazione delle sue vicende. La famiglia Aldobrandeschi – continua la regista - ha segnato la storia del nostro territorio e, in particolare, la figura dell’ultima erede del casato Margherita Aldobrandeschi ci guiderà all’interno delle vicende più importanti della Maremma. Lafigura storica della contessa Margherita Aldobrandeschi, il cui padre era il famoso conte Rosso Ildebrandino Aldobrandeschi, con i suoi  cinque matrimoni importanti si trovò ad essere coinvolta negli scenari internazionali che sconvolsero il basso medioevo, a cavallo tra ‘200 e ‘300. Margherita, suo malgrado, non poté sottrarsi al suo ruolo di importante pedina nello scacchiere della Maremma toscana, terra di mezzo tra i patrimoni della chiesa e la laicissima Toscana. Il cortometraggio ha partecipato a numerosi festival nazionali e internazionali, raggiungendo un discreto successo in alcuni festival degli Stati Uniti, portando così la Maremma anche oltreoceano”. “La nostra amministrazione – afferma l’assessore alla Cultura del Comune di Manciano, Giulio Detti - da sempre sostiene i progetti culturali che coinvolgono in particolare i ragazzi e le scuole del territorio. In questo caso specifico, la progettualità è stata portata avanti durante lo scorso anno scolastico e ha prodotto, oltre al cortometraggio su Margherita Aldobrandeschi, un video sul centro storico di Manciano. Ringrazio le molte associazioni del territorio – conclude Detti - per il supporto dato al progetto e mi complimento con la regista, Antonella Santarelli, per il costante lavoro promozionale che fa per la Maremma, portandola in giro per il mondo. Il fatto che il corto sia stato selezionato in molti festival internazionali, ricevendo anche dei premi, è una testimonianza tangibile della bontà del lavoro svolto”.