Realtà aumentata, social wall, tablet e selfie point: il museo di Preistoria e protostoria si fa 2.0

La rivoluzione culturale parte dal museo di Preistoria e protostoria di Manciano. Sarà inaugurato domani alle ore 15.30 il museo rinnovato, ampliato e innovato grazie a un percorso con realtà aumentata per i bambini. Una mascotte, un’archeologa parlante, illustrerà le sale del museo in modo animato, presentando le ere e la ricostruzione 3D della capanna preistorica. Ogni visitatore sarà dotato di un tablet con cui potrà fare il percorso di visita in modo interattivo e gratuito. “Con il ‘nuovo’ museo – spiega il sindaco Marco Galli – ogni visitatore potrà fare un’esperienza 2.0. Il tour guidato, le mappe interattive e le ricostruzioni 3D permetteranno ai bambini e ai turisti di vivere il museo in prima persona, di assorbire in modo semplice e diretto anche i concetti più complessi e astratti. La nostra amministrazione è al passo con i tempi, con le esigenze di chi fruisce di un luogo pubblico, affinché realtà culturali e turistiche come il museo siano vive e al centro dell’interesse del cittadino”. All’interno dei nuovi spazi del museo, precisamente all’ingresso, è presente un selfie point dove i bambini e gli adulti potranno scattare delle foto e condividerle, attraverso l’hashtag #museomanciano, in modo automatico sul social wall che si trova all’ingresso del museo. “Con l’inaugurazione di domani – afferma il direttore del museo Massimo Cardosa  - completiamo il lavoro di ampliamento e in particolare l’attivazione del percorso di realtà aumentata per i bambini. Abbiamo perfezionato il selfie point e le nuove tecnologie sono al centro dell’interesse del visitatore. Questo museo – conclude Cardosa – diventa un percorso didattico interattivo attraente e affascinante per studenti ma anche famiglie e turisti”. “L’amministrazione comunale – commenta l’assessore alla Cultura, Giulio Detti -  ha fatto un lavoro importante sulla valorizzazione culturale del territorio, partendo proprio dai musei civici. Il percorso interattivo e multimediale per bambini che andiamo ad inaugurare rende il nostro museo un prodotto didattico e interessante per le famiglie e per i turisti. In quest’ottica, la decisione di rendere gratuito l’ingresso del museo incrementerà la diffusione della cultura e le presenze nel nostro paese. Possiamo con orgoglio affermare che a Manciano la cultura è libera e gratuita. Questo diventerà il nostro slogan su cui imposteremo la campagna di comunicazione del museo di preistoria. Che la rivoluzione abbia inizio”.