Notizie

Seleziona un argomento dalla lista seguente, e dopo scegli un articolo da leggere.

L’amministrazione comunale di Manciano pubblica il piano operativo conformato al Pit

E’ stata pubblicata lo scorso 16 maggio, sul bollettino ufficiale della Regione Toscana, l’approvazione del Piano operativo del Comune di Manciano. Dopo Chiusi, questo di Manciano è il secondo strumento urbanistico operativo che ottiene la conformazione al Piano paesaggistico (Pit) con le firme congiunte di Regione Toscana e Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio di Arezzo, Grosseto e Siena. La Conferenza paesaggistica che ha concluso l’intero procedimento, avviato nel 2014, si è tenuta a Firenze lo scorso 2 maggio, dopoché l’approvazione comunale era avvenuta nel novembre 2017. “Come impegno preso con i cittadini appena insediati – spiega l’assessore all’Urbanistica del Comune di Manciano, Luca Pallini - siamo finalmente riusciti a dotare il Comune di Manciano di uno strumento generale e operativo che sostituisce il Prg (piano regolatore generale) del 1998 ed è conforme al piano strutturale del 2011. Il risultato raggiunto – prosegue Pallini - ha trovato il concorso degli enti sovraordinati ed è con entusiasmo e soddisfazione che porto a compimento questo strumento fondamentale per lo sviluppo del territorio comunale. L’assessorato intende portare avanti la politica del confronto attraverso incontri con professionisti e operatori del settore, in collaborazione con l’ufficio di Piano, anche per esplicitare con maggior chiarezza le potenzialità del nuovo strumento.  Come assessorato continuiamo a renderci disponibili e presenti per qualsiasi istanza da parte dei cittadini. Ricordo le continue messe a punto normative ricevute dal personale della Provincia di Grosseto, i contributi     diretti   e   informali   dei   tecnici   della   Regione   Toscana   e   dei   funzionari   della Soprintendenza di Siena e non nascondo il forte dibattito interno nelle oltre trenta commissioni urbanistiche che hanno accompagnato le limature locali e coordinato l’intero percorso. Segnalo, infine, il lavoro svolto dalla passata amministrazione e il confronto continuo al quale sono stato sollecitato prima in qualità di semplice membro della Commissione urbanistica ed oggi come assessore”. L’intera progettazione è stata effettuata dall’ufficio di Piano del Comune con la responsabilità degli architetti Fabio Detti e Luca Sozzi e gestita interamente da personale interno. Questo è un piano – parla l’architetto Fabio Detti - che prosegue il tentativo di coniugare progettazione urbanistica e salvaguardia paesaggistica, cominciato nel 2003 con la redazione della variante al territorio rurale e che cerca di leggere in chiave progettuale gli elementi sedimentati del paesaggio storico”. “Per la nuova amministrazione - afferma il sindaco di Manciano, Mirco Morini - questo strumento ha la potenzialità di offrire alcune risposte al mercato locale delle ristrutturazioni e delle nuove costruzioni, contribuendo a rendere sostenibile e duraturo lo sviluppo del territorio. Anche per questa ragione va dato atto agli enti sovraordinati Regione, Provincia e, infine, Soprintendenza di aver accompagnato un percorso sicuramente non privo di difficoltà per una amministrazione comunale che decide di attivare all’interno l’intera progettazione. Di questo gliene sono grato”.         

Commemorazione Aldi, Pietretti: “Un evento simbolico che fa bene al nostro territorio”

“Tre giornate dedicate alla memoria di Pietro Aldi hanno avuto un valore immenso per la nostra amministrazione e per tutto il territorio”. Queste le parole del consigliere delegato alla Cultura del Comune di Manciano, Sergio Pietretti in occasione dell’evento organizzato per i 130 anni dalla morte dell’artista Pietro Aldi dal titolo “Il polo Aldi incontra Pietro Aldi”. Un’occasione unica in cui lo scorso fine settimana si sono unite le eccellenze artistiche e agroalimentari del territorio e in cui sono state mostrate al pubblico cinque importanti opere del pittore. “È stato un bell’evento – continua Pietretti - che ha sapientemente coniugato arte, cultura, musica ed eccellenze enogastronomiche locali. Voglio ringraziare Banca Tema e Tema Vita che hanno ospitato l’evento nei locali del polo Aldi e questo spero sia l’inizio di una sinergia che porti il nostro pittore ad esser sempre più conosciuto ed apprezzato non solo nella nostra provincia ma anche fuori dei confini regionali. Ringrazio la Filarmonica Amilcare Ponchielli di Saturnia, in particolare il presidente Elena Bartolini per la passione e l’impegno che trasmette, il direttore artistico del Saturnia Festival, Massimiliano Tonsini che regala ogni anno al nostro territorio degli artisti di altissimo livello e Chiara Merli valido e importante aiuto. Un enorme grazie anche al consorzio L’altra Maremma per aver organizzato le degustazioni e gli ottimi aperitivi di venerdì in casa Aldi e di domenica a conclusione dell’evento. Un grazie dovuto all’amministrazione comunale di cui faccio parte per aver creduto in questo evento, in particolare all’assessore Valeria Bruni per il supporto logistico e operativo. Ma il grazie più grande va alla famiglia Aldi che si è messa a disposizione, aprendo la dimora storica di Manciano e regalando al pubblico cinque tra le opere più rappresentative del pittore. Grazie, in particolar modo all’amico Sandro Settimi Aldi, che è sempre generoso e disponibile e che ha esaudito tutte le mie richieste. Grazie ad Antonella Santarelli ed Alice Coiro per la realizzazione delle riprese alle cascate del Mulino, a Paolo Landi per le registrazioni. Grazie a Matteo Boggi del ristorante ‘Il cantuccio’ di Anastasia e a Simone Giannerini del ristorante ‘Sadun’ per aver ospitato i musicisti, alla pro loco Aurinia Nova di Saturnia per aver dato una mano e infine grazie a tutte le persone che ci hanno onorato della loro presenza”.

 

 

Turismo avventura, un corso ad hoc per gli imprenditori del territorio

Il Comune di Manciano in collaborazione con la Regione Toscana, Toscana Promozione e Atta (Adventure Travel Trade Association) invita tutte le realtà imprenditoriali locali a partecipare al corso di formazione “AdventureEdu” che si svolgerà il 24 e il 25 maggio a Grosseto, al polo universitario grossetano (aula 5), in via Ginori 43, sul turismo avventura. Il corso rientra nel progetto formativo sul turismo avventura dedicato alla Costa di Toscana che Toscana Promozione Turistica, in collaborazione con Atta (www.adventuretravel.biz), ha sviluppato all’interno del più ampio progetto triennale dedicato all’adventure tourism avviato nel 2017 e come tassello del percorso di rilancio e sviluppo dell’area costiera. Percorso, quest’ultimo, che prevede una strategia di marketing unitaria mirata alla costruzione di un unico brand “Costa di Toscana”, attraverso la promozione integrata dei vari prodotti turistici. Tra questi, appunto, “Turismo avventura”, che può rappresentare un segmento d’offerta che integra l’offerta mare e che consente la destagionalizzazione e l’incremento dei flussi turistici. AdventurEdu nasce, dunque, come supporto formativo dedicato ai Comuni della costa e dell’arcipelago per aiutarli a qualificarsi come territorio con percorsi/attività che rientrino nello sviluppo del nuovo prodotto del turismo avventura. Rivolto a operatori turistici e stakeholder territoriali (enti, associazioni ecc.) il corso di formazione è pensato per spiegare le caratteristiche specifiche del prodotto “turismo avventura”, nonché per fornire i principali strumenti per la preparazione, distribuzione e pubblicizzazione di pacchetti turistici e pacchetti di servizi. Il corso si terrà in lingua inglese e gli interessati hanno tempo fino al 15 maggio per iscriversi.

Musica, arte e degustazioni tipiche per ricordare il maestro Pietro Aldi

In occasione del 130esimo anniversario della morte di Pietro Aldi, artista poliedrico nato a Manciano e vissuto nella seconda metà dell’800, che ha rappresentato volti e personaggi della Maremma ma anche eventi storici della nazione appena nata, l’amministrazione comunale, insieme al polo culturale “Pietro Aldi”, consorzio L’Altra Maremma, Banca Tema, Tema Vita, Filarmonica Ponchielli di Saturnia e Pro Loco Aurinia Nuova di Saturnia, organizza per le giornate di venerdì 18, sabato 19 e domenica 20 maggio un evento dedicato al lavoro del pittore: “130 Pietro Aldi, il polo Aldi incontra Pietro Aldi”, con la creazione di un percorso di rievocazione attraverso le sue opere, con musica e degustazione di prodotti locali. Per l’occasione saranno in mostra cinque opere appartenenti alla collezione privata della famiglia Aldi. Venerdì 18 maggio a Manciano, alle ore 17, conferenza stampa e presentazione dell’evento nella sala del Consiglio di Manciano, alle 18 visita a Casa Aldi, alle ore 19 nelle scuderie di Casa Aldi (ingresso da via Morvidi), il Quartetto d’archi “Blu note” e il soprano Masha Carrera proporranno un aperitivo musicale ispirato alle opere del maestro: musiche di Bellini, Verdi, Puccini. Aperitivo a cura del consorzio “L’Altra Maremma”. Sabato 19 maggio a Saturnia alle 19 alle Cascate del Molino, sorpresa musicale a cura del Saturnia Festival, alle 19.30 In piazza Vittorio Veneto degustazione di vini locali a cura del consorzio “L’Altra Maremma”. Alle 21.30 in piazza Vittorio Veneto concerto dell’ensemble “Il Florilegio” che con il soprano Masha Carrera ed il baritono Massimo Simeoli, presenterà un programma dedicato al mondo culturale e musicale contemporaneo di Pietro Aldi ed una anteprima del Saturnia Festival 2018: musiche di Vivaldi, Rossini, Bellini, Verdi, Puccini e altri ancora. Domenica 20 maggio a Saturnia alle ore 17.30 al Polo Aldi, visita della collezione a cura di Banca Tema. Per l’occasione, eccezionalmente, saranno visibili al pubblico cinque famose opere appartenenti alla collezione privata della famiglia Aldi. Alle 18.30 concerto della filarmonica Ponchielli di Saturnia e alle 19.30 aperitivo a cura del consorzio “L’Altra Maremma”. “Ci avviciniamo a un grande evento – spiega Sergio Pietretti, delegato alla Cultura del Comune di Manciano -. A 130 anni dalla scomparsa del grande pittore mancianese Pietro Aldi, saranno dedicati al maestro tre giorni di arte, musica, cultura e degustazioni. Un evento per ricordare la figura di un artista poliedrico che ha rappresentato grandemente la nostra terra e che insieme alle eccellenze del nostro territorio, come prodotti tipici e proposte musicali di alto livello, mantiene alto il nome di Manciano e delle sue frazioni. Tutto questo è stato possibile grazie al lavoro sinergico con le realtà imprenditoriali locali, la famiglia Aldi, le associazioni, i consorzi. Sarà un’estate calda e ricchissima di eventi”. “Un’altra grande proposta di inizio stagione – afferma il sindaco di Manciano, Mirco Morini – che dà spazio al grande maestro Aldi, alla cultura che ci ha regalato e al coinvolgimento delle realtà locali grazie alla buona musica e ai grandi prodotti della nostra terra”.

 

Manciano Street Music Festival 2018: dalla Magicaboola Brass Band a Fabio Concato

È stata presentata l’ottava edizione del Manciano Street Music Festival, l’evento internazionale di musica di strada ideato e organizzato dall’associazione musicale culturale “Diego Chiti”, con il patrocinio e contributo del Comune di Manciano e di molte realtà imprenditoriali della zona, che si svolgerà per le vie del borgo dal 7 al 10 giugno. La presentazione ufficiale, che si è svolta domenica 13 maggio al Nuovo cinema di Manciano, ha visto la partecipazione di un trio d’eccezione che ha omaggiato il grande Django Reinhardt: Alessandro Golini al violino, Luca Giacomelli alla chitarra e nella veste insolita di chitarrista, l’attore Giorgio Tirabassi. Tante le novità di questa edizione: durata, numero di gruppi e tipologia di eventi. Il festival prenderà vita giovedì 7 giugno in piazza Della Rampa con un concerto-evento per festeggiare i 10 anni della Magicaboola Brass Band, quella che a tutti gli effetti è la street band ufficiale della manifestazione che si esibirà con tre ospiti di eccezione: Ellade Bandini alla batteria, Mauro Ottolini al trombone e Mauro Grossi al pianoforte. La Magicaboola si esibirà anche sulle strade di Manciano nelle giornate di sabato 9 e domenica 10 giugno con altre 7 band: 4 straniere e 3 italiane. Dalla Francia arrivano i Ziveli Orkestar, con le loro melodie balcaniche e i Panda’s Cover Gang una street band che propone brani della tradizione rock. Da Barcellona torna la Brincadeira: la band spagnola di percussionisti attualmente in Italia che per tutta questa settimana (14-20 maggio) sarà in molte scuole elementari della provincia con workshop di percussioni. Dall’Inghilterra arriva Tell Tale Tusk, un sestetto che fa dell’armonia vocale il suo punto di forza: tre bravissime cantanti e polistrumentiste per un repertorio che affonda le radici nella tradizione folk. Il dixieland arriva dalla Sicilia quest’anno con la Tinto Brass Band. A fare da collante a tutte le esibizioni le Hostress, un trio comico-vocale di ragazze, che in abito da hostess, animeranno le strade di Manciano con i loro pezzi e i loro “consigli” su come affrontare la manifestazione. Venerdì 8 giugno evento d’eccezione per il Manciano Street Music Festival: Fabio Concato in concerto. “Quest’anno abbiamo deciso di azzardare - spiega Michele Santinelli, presidente dell’associazione Diego Chiti e direttore artistico del festival - e lo abbiamo fatto con un intento preciso: quello di dare ancora più risalto al nostro paese e al nostro festival. Far crescere un festival significa anche far crescere il borgo che lo ospita e renderlo attrattivo dal punto di turistico. Con questa scelta andiamo fuori dal campo street band ma abbiamo deciso di promuovere il nostro festival attraverso la musica e per questo abbiamo voluto organizzare per il venerdì sera un concerto con un’icona della musica italiana, uno dei grandi autori della nostra storia musicale: avremo il piacere di avere in piazza della rampa Fabio Concato e come tutti i nostri eventi ovviamente sarà gratuito. È già una cosa grande avere così tante band, di cui ben 4 straniere, il concerto di Fabio Concato in piazza è la ciliegina sulla torta. Ringraziamo il Comune di Manciano per l’impegno, il contributo e l’attaccamento dimostrato alla nostra manifestazione, Banca Tema e Terme di Saturnia sponsor ufficiali dell’evento e tutte le aziende locali che hanno deciso di contribuire alla manifestazione. Cogliamo l’occasione per ricordare che è ancora aperta la sottoscrizione ‘Io sostengo il festival’”. “È stato svelato ieri sera – parla il consigliere delegato alla Cultura del Comune di Manciano, Sergio Pietretti - il programma del Manciano Street Music Festival 2018, una presentazione coinvolgente accompagnata da splendida musica con Giorgio Tirabassi, Alex Golini e Luca Giacomelli. Sarà un’edizione più lunga, con ben 4 gruppi internazionali e 3 italiani, con grandi ospiti d’eccezione (uno su tutti Ellade Bandini, batterista di Fabrizio de André e Francesco Guccini), e con musica per tutti i gusti, dal dixieland alle cover rock, alla celtica, alla balcanica, senza farci mancare gli ormai irrinunciabili tamburi della Brincadeira. Un festival sempre più colorato, sempre più vissuto, sempre più importante e sempre più amato. Un orgoglio per Manciano. Venerdì 8 giugno sorpresa con il concerto gratuito del grande Fabio Concato”. “Quest’anno – afferma il sindaco di Manciano, Mirco Morini – il festival raggiunge un altissimo livello qualitativo. Questo evento per noi rappresenta non solo divertimento e buona musica ma un’occasione per far vivere Manciano al massimo, per dare il benvenuto ai turisti che aprono la stagione e per far uscire Manciano fuori dai propri confini”.

Sottocategorie

  • Ultime
    Le ultime notizie dal Comune di Manciano
    Conteggio articoli:
    124