A fronte dell’emergenza COVID-19, il Comune di Manciano ha aperto un conto corrente ove poter effettuare le donazioni. 

 

Di seguito il codice Iban:

IT94 E030 6972 2821 0000 0300 004

 

 

Notizie

Seleziona un argomento dalla lista seguente, e dopo scegli un articolo da leggere.

Vaccini sì o vaccini no?”, lo spiega un eBook gratuito del ricercatore Edoardo Cherubini

È stato appena pubblicato l’eBook dal titolo “Vaccini: sì o no? Quando una semplice risposta può salvarti la vita”, a cura del ricercatore di Saturnia Edoardo Cherubini, responsabile scientifico dell’associazione Scienzintasca, editrice del volume digitale. L’eBook è stato patrocinato dal Comune di Manciano, il quale ha creduto fortemente a questo progetto e dall’Università degli Studi di Siena, dall’associazione USiena Alumni e dal Premio nazionale di divulgazione scientifica “Giancarlo Dosi”. “Negli ultimi anni – spiega Cherubini - quello dei vaccini è diventato un argomento di tutti. Ancor più sentito in questo momento dove c’è una pandemia da Covd-19 in corso. Ognuno ha la sua personale opinione: ci sono quelli che dicono che i vaccini fanno bene e quelli che invece dicono che i vaccini fanno male. Chi ha ragione e chi ha torto? Questo eBook nasce proprio dall’esigenza e dalla necessità di rispondere a questa domanda in maniera estremamente semplice, chiara, decisa ed esaustiva. Sono stati quindi trattati alcuni dei più importanti principi teorici alla base dell’immunizzazione attraverso la vaccinazione e sono state affrontate le tematiche maggiormente dibattute ormai da molto tempo. Alcuni concetti saranno ripetuti più e più volte, non a caso o per occupare spazio inutilmente, proprio per fissare e rafforzare concretamente la loro fondamentale e vitale importanza. Ma a chi è rivolto questo eBook? Semplicemente a tutti! A coloro che non sono esperti della vaccinazione, che hanno dei dubbi o delle domande e sono quindi in cerca di chiarimenti o risposte. E anche a coloro che sono invece esperti della materia, perché non si smette mai di imparare, soprattutto quando si deve spiegare qualcosa a qualcuno che non conosce molto bene un argomento”. Il libro digitale è gratuito e può essere scaricato a questo link: http://www.scienzintasca.it/vaccini-si-o-no-quando-una-semplice-risposta-puo-salvarti-la-vita/. “Lo scopo – afferma ancora il ricercatore - non è quello di guadagnare ma è quello di contribuire alla corretta divulgazione scientifica di tematiche fortemente legate al benessere della salute pubblica. L’obiettivo di questo eBook è quello di salvare delle vite, basta questo per ripagare tutti gli sforzi che hanno portato alla sua creazione. Gran parte della disinformazione e delle fake news nel campo scientifico, oggigiorno, viene veicolata per mezzo di internet, con particolare riferimento ai social network. Gli scienziati non possono stare a guardare, hanno il dovere e la responsabilità di intervenire al fine di arginare questa tendenza, estremamente pericolosa quando è volta nei confronti di tematiche connesse al benessere della salute pubblica, come le vaccinazioni”. Attualmente, l’associazione Scienzintasca è costituita da più di 100 professionisti italiani, un sito internet, un profilo Instagram, uno LinkedIn, uno YouTube e uno Facebook. Quest’ultimo, ad oggi conta più di 200mila followers e più di 520mila persone raggiunte. L’eBook verrà diffuso gratuitamente attraverso il sito internet di Scienzintasca e i social network.

Morte Settimio Bianciardi

Il sindaco di Manciano Mirco Morini e tutta l'amministrazione comunale esprimono vicinanza alla famiglia del sindaco di Capalbio Settimio Bianciardi, deceduto questa mattina a causa di un malore e a tutti i cittadini per il grande lutto che li ha colpiti. "Siamo profondamente rattristati e addolorati da questa grave e improvvisa perdita. Una terribile notizia che mai avremmo voluto sapere. Settimio era un collega preparato ed esperto che ha sempre agito in nome e per il bene della sua gente".

È morta Licia Bianchini Lucchini, la “signorina” che scriveva le lettere alle famiglie dei partigiani

È morta nella notte di mercoledì 13 gennaio, nella residenza sanitaria di Manciano in cui era ospite da qualche anno, la partigiana Licia Bianchini vedova Lucchini. Classe 1927, la signora Licia, o meglio la “signorina” Licia, come amava farsi chiamare, nata a Montemerano e poi vissuta a Marsiliana, ha tessuto una parte importante della storia di Manciano, indelebile nei ricordi di chi l’ha conosciuta, legata alla Resistenza durante la Seconda guerra mondiale. Appena sedicenne, la signorina Licia, durante il conflitto bellico del ‘43, aiutava un gruppo di militari capeggiati dai tenenti Luigi Canzanelli (conosciuto come tenente Gino) e Antonio Lucchini, che da Grosseto scelsero Montemerano come base operativa per la propria azione di resistenza. Il tenente Gino le chiese di inviare delle lettere alla famiglia per proprio conto. E fu così che la signorina Licia iniziò a scrivere per i partigiani, inviando di nascosto lettere alle famiglie dei combattenti, per comunicare loro le condizioni di salute dei propri figli, per far sapere loro che andava tutto bene. La signorina Licia rassicurava le mamme a casa che aspettavano notizie senza però svelare dove fossero nascosti e cosa facevano i propri figli combattenti. Una notte, Licia fu scoperta, fu prelevata in casa da 35 uomini fascisti per essere portata via e picchiata. A quel tempo, durante la guerra del ’43, i partigiani si rifugiavano e nascondevano nelle aperte campagne per combattere i nazifascisti. E fu così che Luigi Canzanelli, il tenente Gino, incontrò tra le colline di Manciano la signorina Licia Bianchini e se ne innamorò. “Durante la notte del 7 maggio 1943 – come si legge nelle pagine de Il Giunco - nella zona di Murci il gruppo di Canzanelli viene attaccato: con lui perderà la vita Giovanni Conti. Sarà l’amico e compagno Antonio Lucchini a vendicare la morte del tenente Gino e a restare a fianco di Licia, che poi finita la guerra sposerà”. La signorina Licia, in questi anni, ha sempre portato la sua testimonianza nelle scuole e ha continuato ad essere un modello di resistenza, per i giovani e continuerà ad esserlo per le generazioni future. La signorina Licia lascia tre figli Giacomo, Giovanna e Lavinia Lucchini. Oggi pomeriggio alle 14.30 saranno celebrati i funerali nella chiesa di Marsiliana.

Vignali: “Scegliete le scuole del territorio”

 

“Le scuole superiori di Manciano sono il fiore all’occhiello della nostra formazione culturale e fucina di talenti. L’istituto tecnico chimico Iti e il liceo scientifico di Manciano sono da sempre punti di riferimento per la nostra comunità”. L’assessore all’Istruzione del Comune di Manciano Daniela Vignali e il sindaco Mirco Morini lanciano un appello ai ragazzi che sono in procinto di iscriversi alla scuola secondaria di secondo grado. “Agli studenti che dovranno compiere una scelta importante di vita – spiega Vignali – dico di scegliere l’eccellenza del nostro territorio. Le nostre scuole hanno sempre messo in primo piano l’alunno come persona e come studente, con lo scopo di indirizzare i giovani verso il mondo del lavoro. In questo momento di grande cambiamento anche per la scuola, a causa della pandemia da Covid, la didattica a distanza sta funzionando grazie alla professionalità di tutto il corpo docente. I ragazzi sono chiamati ad affrontare nuove sfide e saranno all’altezza della situazione. Ai ragazzi e alle ragazze dico di scegliere le scuole del territorio per una buona preparazione e per un futuro certo”. “Volevo ricordare ai ragazzi e alle loro famiglie – commenta il sindaco Morini - che dall’istituto Iti e dal liceo scientifico sono sempre uscite grandi professionalità grazie alla preparazione impartita dai nostri docenti.  Inoltre, l’amministrazione comunale già da qualche anno eroga 150 euro a ogni studente che si iscriverà alle scuole di Manciano, nello specifico all’istituto tecnico chimico Iti e al liceo scientifico”.

AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI VARIANTE AL PIANO OPERATIVO AI SENSI ART. 17 L.R. 65/2014 - REINSERIMENTO PER AGGIORNAMENTO DI STUDI IDRAULICI DI 3 LOTTI E, F, G NELLA UTOE DI MARSILIANA

Con Deliberazione di Giunta Comunale n. 150 del 10.11.2020 il Comune di Manciano ha iniziato l’avvio del procedimento per la formazione della Variante richiamata in oggetto ai sensi dell’art 17 L.R. Toscana n. 65/2014. 

Il Garante dell'Informazione comunica: 

che in data 14 gennaio 2021 è in scadenza quanto sotto riportato. Eventuali contributi giunti in ritardo rispetto alla data di scadenza saranno valutati anche in relazione alla necessità di dover richiedere la convocazione di cui all'art. 21 del PIT che costituirà data di scadenza naturale del procedimento.

Ai fini della raccolta di contributi utili a perfezionare il procedimento, che dovranno pervenire entro 45 giorni dalla data del 30 novembre 2020, si informa che i documenti relativi alla fase di Avvio del Procedimento per la formazione della Variante in Oggetto sono pubblicati sulla sezione "Amministrazione Trasparente - Pianificazione e governo del territorio" del sito web istituzionale.

Di seguito il relativo link:

https://www.halleyweb.com/c053014/zf/index.php/trasparenza/index/index/categoria/349

I contributi devono essere indirizzati al seguente indirizzo PEC:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Garante della Comunicazione, Dott. Mittica Maurizio

Ai sensi della L. 241/90 e s.m.i., si informa che l’Ufficio di Riferimento è il Servizio Urbanistica dell’Area Tecnica (tel. 0564/625348 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ), presso cui è possibile rivolgersi per ogni eventuale informazione e chiarimento in merito, mediante i contatti sopra indicati e nel rispetto delle restrizioni dettate dall’emergenza sanitaria Covid19.

Il Responsabile del Procedimento, f.to Arch. Fabio Detti

Sottocategorie

  • Ultime
    Le ultime notizie dal Comune di Manciano
    Conteggio articoli:
    135