Notizie

Seleziona un argomento dalla lista seguente, e dopo scegli un articolo da leggere.

Corso di italiano per stranieri

La Consulta per il sociale e le politiche giovanili organizza un incontro informativo sui corsi di italiano rivolti agli stranieri. L’incontro si terrà il giorno 22 ottobre alle ore 10.30 al centro di aggregazione La Pesa, in via Circonvallazione Sud. Il corso è rivolto agli adulti, con particolare attenzione alle donne, che vogliono avvicinarsi alla lingua italiana, nell’ottica di un buon processo di integrazione nella nostra comunità. L’incontro è volto a spiegare il progetto, raccogliere adesioni e concordare orari e date del corso. L’insegnante di italiano per stranieri sarà Silvia Sopranzetti.

Antonio Gramsci e le sue “Osservazioni sul folclore”

Venerdì 18 ottobre ore 17 alla biblioteca comunale “Antonio Morvidi” di Manciano (Via XX Settembre 77-79) i Badilanti presenteranno “Osservazioni sul folclore”, una carrellata di letture, canzoni e immagini dedicate a Gramsci e alla cultura popolare. Interverrà Lucia Matergi, presidente dell’istituto Gramsci di Grosseto. L’iniziativa gratuita (per informazioni contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , 0564/625329), è organizzata dalla biblioteca comunale “Antonio Morvidi” con la collaborazione della sezione Anpi di Manciano e con la partecipazione di Bruno Manca. I Badilanti sono un gruppo mancianese di ricerca e riproposizione di musica popolare attualmente composto da: Aldo Cavoli, Francesco Chinosi, Lucio Niccolai, Daniele Pratesi, Francesco Riva, Mariangela Serra, Natalio Silvestri, Luciano Verzieri. Tra le molte esperienze, il gruppo I Badilanti ha partecipato al cd “Canti e cantastorie di Maremma” prodotto dall’associazione Maremma Cultura Popolare (2018) con il brano “Cinquecento catenelle d’oro”. “Il tema del folclore – spiegano gli organizzatori - percorre interamente i ‘Quaderni dal carcere’ ed è rintracciabile in articoli e vari scritti precedenti la carcerazione di Antonio Gramsci. In sostanza Gramsci ha disseminato innumerevoli riferimenti dedicati alla cultura popolare nel corso di tutta la sua produzione culturale. Le ‘Osservazioni sul folclore’ (Quaderno 27) sono il punto di arrivo e il momento di elaborazione più completo e complesso in cui la sua riflessione viene sintetizzata. Secondo Gramsci, infatti, il folclore andrebbe studiato come «concezione del mondo e della vita, […] di determinati strati […] della società, in contrapposizione […] con le concezioni del mondo “ufficiali” […] che si sono succedute nello sviluppo storico».

 

IL NUOVO CENSIMENTO DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI

Da ottobre a Dicembre 2019 i Comuni di Manciano e Sorano saranno impegnati per il nuovo censimento permanente della popolazione e delle abitazioni, che da decennale diventa annuale.

Un cambiamento che fornirà informazioni utili per le istituzioni, per le politiche economiche e sociali, per sapere leggere e valutare in modo tempestivo l’evoluzione del nostro Paese e saper guardare al futuro.

Il nuovo censimento, infatti, produrrà annualmente i dati di base per comprendere e intervenire più efficacemente sulla soddisfazione dei bisogni degli individui e delle famiglie nelle diverse fasi della vita e per programmare e gestire i servizi sul territorio. Cambia il censimento e di conseguenza si evolvono l'organizzazione, il questionario, gli attori sul territorio, la rete di rilevazione e la campagna di comunicazione.

Innanzitutto sarà basato sia su fonti amministrative che su rilevazioni campionarie e sfrutterà i dati disponibili in modo più efficace. Aumenteranno e miglioreranno le tempistiche del rilascio dei dati, con un sostanziale taglio dei costi della rilevazione per l’amministrazione pubblica. Il censimento annuale, inoltre, non utilizzerà più questionari cartacei: la rilevazione si svolgerà in parte direttamente sul web e in parte e sarà affidata ad un rilevatore con tablet fornito da Istat.

Per maggiori informazioni cliccare qui.

Olio lampada votiva ad Assisi, Pallini e Bruni: “Un onore essere qui per San Francesco”

Anche il Comune di Manciano era ad Assisi nel giorno dell'anniversario del patrono d'Italia, San Francesco, nella giornata di venerdì 4 ottobre, in cui la Toscana si è riunita in Umbria per donare l'olio che alimenterà, per un intero anno, la fiamma che arde davanti alla tomba del santo, per riaccendere la lampada votiva dei Comuni italiani. "Siamo onorati per aver partecipato alla celebrazione che ha visto i sindaci della Toscana riunirsi ad Assisi nel giorno di San Francesco - afferma il vice sindaco del Comune di Manciano, Luca Pallini -. In questo giorno si respirava un'atmosfera di compattezza e unione che ci ha visto tutti insieme anche con gli altri rappresentanti dell'Unione dei Comuni, con il sindaco di Pitigliano Giovanni Gentili e con l’assessore alle Politiche sociali di Sorano Roberto Carrucola, per questo dono della Regione Toscana, per la quarta volta nella storia". Presente anche l'assessore comunale di Manciano al Sociale, Valeria Bruni la quale spiega che "siamo entusiasti di trovarci in unione tra due territori molto simili, Umbria e Toscana, che hanno la stessa storia, nel ricordo di san Francesco, il quale tra queste due regioni ha avuto il massimo della sua vocazione. Umbria e Toscana sono due realtà vicine e unite e per noi è un onore essere qui".

Bruni (assessore Lavori pubblici): “Consiglio plastic free è solo l’inizio, in arrivo casette dell’acqua a Manciano e a Marsiliana”

Il Consiglio comunale di Manciano si è dotato di borracce e i bicchieri donati da Acquedotto del Fiora per dire "No alla plastica e sì alla vita". “Anche il Comune di Manciano si avvia a diventare plastic free. Bere l'acqua del rubinetto, proprio all’interno del Consiglio è un piccolo gesto alla portata di tutti ma di grande impatto per l'ambiente”. Queste le parole dell’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Manciano, Valeria Bruni in occasione del Consiglio comunale di ieri, giovedì 26 settembre, nel quale è stato presentato il progetto di Acquedotto del Fiora, che ha consegnato i kit con borracce e bicchieri per Giunta e consiglieri comunali. “La nostra missione – continua l’assessore Bruni - incentrata sulla sostenibilità ambientale e in piena sintonia con la legge regionale sul ‘plastic free’, parte dal Consiglio comunale di Manciano per estendersi alle scuole e ai luoghi pubblici del paese e delle frazioni. Questo di oggi è un gesto simbolico che ne decreta l’inizio di qualcosa più grande. Sarà, infatti, ripristinata la casa dell’acqua a Manciano e ne sarà installata una nuova a Marsiliana. Siamo orgogliosi – conclude Bruni – che anche il nostro territorio si stia avviando a una politica sempre più lontana dall’utilizzo della plastica, nemica dell’ambiente”.

Sottocategorie

  • Ultime
    Le ultime notizie dal Comune di Manciano
    Conteggio articoli:
    131