Laboratori di arti e mestieri

  • Stampa

Image9 marzo  2007

  A Manciano corsi di pittura, di fotografia, lavorazione della ceramica e del legno  Tornano i “Laboratori di arti e mestieri” organizzati dalla Consulta comunale per il sociale. Al via anche il secondo corso di lingua e cultura italiana per stranieri

Dalla lavorazione del legno, a quella della ceramica, dai corsi di pittura, alla fotografia. Dopo il successo dello scorso anno, tornano a Manciano i "Laboratori di Arti e Mestieri", organizzati dalla Consulta Comunale per il Sociale. I corsi, gratuiti e aperti a tutte le persone che abbiano compiuto 18 anni, sono stati realizzati coinvolgendo le componenti sociali e i gruppi già presenti nella Consulta, con la collaborazione del consigliere Maria Rosa Mugnaioli, che ha la delega alle Politiche sociali, dell'associazione "Elianto" per i corsi di ceramica, e con il supporto della Commissione Pari Opportunità, che da sempre è impegnata nel lavoro con la Consulta. L'associazione Elianto, peraltro, sta raccogliendo fondi per acquistare un tornio che sarà dato in uso, principalmente, al centro socio-educativo "Il Delfino" e sarà utilizzato anche in occasione dei laboratori.

"Riteniamo che i giovani, gli anziani, i disabili, gli immigrati e tutti i talenti della nostra comunità possano trovare, nei laboratori, uno strumento in grado di esaltare la loro creatività - spiega il presidente della Consulta, Beniamino Capobianco -. I laboratori saranno il luogo della conoscenza e delle idee, ma soprattutto il luogo per confermare che esiste, ed è possibile, una vera e reale integrazione sociale".

Ma il lavoro della Consulta va anche in altre direzioni che hanno sempre l'obiettivo di favorire la massima partecipazione alla vita sociale per tutte le categorie di persone. Sulla base del principio che "non c'è vera integrazione se non si conoscono lingua, usi e costumi dei luoghi in cui si vive", è stato avviato il secondo corso di lingua e cultura italiana per gli immigrati. Lo scorso anno, infatti, le lezioni furono molto partecipate e soprattutto utili, tenute da insegnanti di professione che avevano così dato il proprio contributo a titolo gratuito e volontario all'insegnamento della lingua italiana.

Per partecipare, ai laboratori, occorre comunicare la propria adesione entro giovedì 15 marzo, 0564/629779  -  392/4078207  - 338/3524810