ࡱ> HJG'`6bjbjVwVw1F44.zzzz , $ & & & & & & $"h+%zJ J _ &&&^$ &$ &&rT  W/zX$ u 0 f%% % &J J   d zz COMUNE DI MANCIANO REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEI COMITATI DI FRAZIONE E DI QUARTIERE Art. 1 Istituzione dei comitati di frazione e di quartiere In applicazione allarticolo 33 dello Statuto comunale, sono istituiti con il presente Regolamento i comitati di frazione e di quartiere. I comitati sono organi rappresentativi della popolazione ed operano per promuovere la partecipazione dei cittadini delle frazioni alle scelte dellAmministrazione Comunale, con particolare riferimento ai problemi delle singole localit. Art. 2 Individuazione dei comitati e loro sedi. I comitati vengono individuati sulla base del capoluogo, delle frazioni presenti nel Comune di Manciano e del territorio ad esse circostanti. Sono pertanto costituiti i seguenti comitati: Comitato di frazione di Marsiliana; Comitato di frazione di Montemerano; Comitato di frazione di Poderi di Montemerano; Comitato di frazione di Poggio Capanne e Poggio Murella; Comitato di frazione di San Martino sul Fiora; Comitato di frazione di Saturnia; Comitato di frazione di Sgrilla e Sgrillozzo; Comitato di quartiere di Manciano 1, il cui territorio delimitato in base agli iscritti alle liste delle sezioni elettorali nn. 1e 2; Comitato di quartiere di Manciano 2, il cui territorio delimitato in base agli iscritti alle liste delle sezioni elettorali nn. 3 e 4. I comitati hanno sede presso locali individuati dallAmministrazione, di propriet del Comune o concessi in comodato da enti pubblici o privati, in uso esclusivo o promiscuo. Art. 3 Numero dei componenti dei comitati Il numero dei componenti di ciascun comitato viene stabilito in proporzione al numero di iscritti nelle liste elettorali della relativa frazione o del capoluogo, con un minimo di quattro membri. Art. 4 Funzioni Le funzioni dei Comitati di frazione o di quartiere sono le seguenti: segnalazione di problemi e necessit legate alla frazione o al quartiere, ogni qualvolta che ci venga ritenuto necessario e, annualmente entro il 31 dicembre, mediante un rapporto annuale da inviare allAmministrazione comunale sullo stato della localit, dei servizi esistenti e delle eventuali esigenze. espressione di pareri preventivi, consultivi e motivati allamministrazione comunale, in ordine a questioni e problematiche di competenza del Comune; indicazioni al Consiglio comunale, alla Giunta ed alle Commissioni consiliari, nelle materie di rispettiva competenza e dietro incarico dei medesimi, su singoli problemi ed atti amministrativi; indizione di assemblee pubbliche; promozione, in autonomia, di attivit di carattere sociale, culturale o ricreativo rientranti negli indirizzi di governo dellAmministrazione comunale e che non risultino onerose per il bilancio del Comune. Art. 5 Modalit di espressione dei pareri I pareri di cui al precedente articolo 4 vengono normalmente espressi dietro richiesta scritta dellAmministrazione comunale. In caso di intervento rilevante predisposto dallAmministrazione comunale per una frazione, il comitato della medesima pu procedere allespressione del parere anche in assenza della richiesta di cui al comma precedente. LAmministrazione comunale dovr informare preventivamente i comitati di frazione sulle materie rilevanti di pertinenza amministrativa, i quali potranno, di propria iniziativa, esprimere pareri preventivi e consultivi su di esse, e ad essi, ove presentati in forma scritta ed indirizzati al Sindaco, lAmministrazione dovr obbligatoriamente fare riferimento nei propri atti. Si intendono materie rilevanti di pertinenza amministrativa le seguenti: bilancio preventivo; regolamento urbanistico; lavori pubblici; sanit e sociale; ambiente. I pareri richiesti dallAmministrazione comunale dovranno essere formulati entro il termine di trenta giorni dalla richiesta, salvo motivi di urgenza, nel qual caso i termini saranno indicati nella richiesta e non saranno comunque inferiori ai dieci giorni. Trascorsi detti termini senza che il parere sia stato espresso, lAmministrazione ha facolt di procedere indipendentemente dal parere. Ai pareri espressi in forma scritta, lAmministrazione comunale dovr dare motivata risposta scritta entro il termine di trenta giorni dalla loro ricezione. Art. 6 Composizione e durata in carica I comitati sono composti: da un rappresentante per ciascuna delle associazioni riconosciute presenti sul territorio di riferimento, componenti di diritto in virt dellimportanza delle associazioni medesime dal punto di vista storico e culturale, nominato dall'associazione stessa; da componenti volontari individuati ai sensi dei commi seguenti; da un rappresentante dei migranti per ogni comitato di frazione e due per ogni comitato di quartiere, estratti a sorte da un elenco di stranieri volontari che hanno interesse a partecipare ai comitati; possono iscriversi tutti gli stranieri di ogni luogo od etnia, residenti nella frazione di riferimento, purch abbiano compiuto i sedici anni di et. Per il capoluogo, stante il loro elevato numero, le associazioni potranno essere presenti in uno soltanto dei due comitati, mediante estrazione a sorte le associazioni che avranno richiesto di far parte dei comitati. Si intendono per associazioni riconosciute quelle costituite per iscritto, il cui statuto sia depositato in Comune in copia conforme; sono escluse le forme associative a scopo di lucro e/o di servizio. I componenti volontari vengono nominati mediante estrazione a sorte, in numero proporzionale agli abitanti della frazione o del quartiere, tra gli iscritti ad un apposito elenco di volontari che avranno manifestato per scritto il proprio interesse a partecipare ai comitati; possono iscriversi allelenco tutti i residenti nella Frazione o della circoscrizione di riferimento, purch abbiano compiuto i sedici anni di et; con lestrazione, per ogni comitato, oltre ai componenti previsti saranno individuati altri cinque nominativi, i quali subentreranno in caso di dimissioni dei componenti. I componenti estratti a sorte sono in numero di tre per le frazioni con meno di 300 elettori (Poderi di Montemerano e San Martino sul Fiora), di quattro per le frazioni con numero di elettori compreso tra 301 e 500 (Saturnia e Poggio Murella Poggio Capanne), di cinque per le frazioni con numero di elettori compreso tra 501 e 1.000 (Marsiliana, Montemerano e Sgrilla - Sgrillozzo), di tredici per ciascuna delle circoscrizioni di quartiere di Manciano capoluogo. Le norme relative allineleggibilit ed incompatibilit dei consiglieri comunali, sono estese ai componenti dei comitati di frazione. Nessun componente del Consiglio comunale pu partecipare al comitato di frazione, n come rappresentante di associazione, n come iscritto allelenco da cui estrarre gli altri componenti. Gli elenchi dei volontari, dei migranti e, per il capoluogo, delle associazioni, vengono formati a seguito di pubblicazione di avviso da parte del Sindaco, entro sessanta giorni dallinsediamento del medesimo a seguito delle elezioni. Le iscrizioni dovranno pervenire entro i trenta giorni successivi. Lestrazione dei nominativi avverr entro dieci giorni dal termine di cui al periodo precedente e verr effettuata in forma pubblica, presso la sede comunale, dal Sindaco o suoi delegati. Il consiglio comunale, nella prima riunione utile dopo lestrazione, provvede alla costituzione formale dei comitati ed al loro insediamento, dandone comunicazione scritta agli interessati. In caso di dimissioni o di decadenza della carica di uno o pi componenti, questi vengono surrogati dal primo degli estratti non nominati, qualunque sia il componente dimissionario. Ogni comitato dura in carica fino alla fine della legislatura del consiglio comunale. Art. 7 Cariche Ogni comitato di frazione o di quartiere nomina tra i propri membri, nella prima seduta successiva alla costituzione formale da parte del Consiglio comunale, un Presidente, un Vicepresidente ed un Segretario. Il Presidente rappresenta il comitato, convoca e presiede il comitato di frazione e le relative assemblee pubbliche e ne sottoscrive i verbali e le comunicazioni; riferisce al Sindaco circa le attivit del Comitato ed i pareri da esso resi, riceve dal Sindaco informazioni sugli indirizzi proposti dallAmministrazione relativi al territorio di riferimento del comitato; presenzia, dietro invito dellAmministrazione, alle sedute del Consiglio comunale. Il Vice Presidente coadiuva il Presidente nelle sue mansioni e ne svolge le funzioni vicarie in caso di sua assenza od impedimento. Il Segretario redige i verbali dei comitati e delle assemblee pubbliche della frazione e ne cura la conservazione. Art. 8 Convocazione e svolgimento delle sedute Il comitato di frazione convocato almeno una vota ogni tre mesi dal presidente di propria iniziativa, o su richiesta scritta di almeno 1/3 dei componenti il comitato, o su richiesta scritta dei cittadini residenti nella frazione in numero almeno doppio a quello dei componenti del comitato. Il Sindaco ed il Consiglio comunale si riservano la facolt di convocare il comitato di frazione per lanalisi di singoli problemi. La convocazione del comitato deve avvenire almeno dieci giorni prima la data stabilita, in forma scritta o informatica, purch dimostrabile. La convocazione del consiglio di frazione comunicata al Sindaco ed alla cittadinanza della frazione con indicazione degli oggetti iscritti allordine del giorno, almeno sette giorni prima la data stabilita, in forma scritta o telematica per il Sindaco, a mezzo di almeno tre volantini affissi in luoghi pubblici per la cittadinanza della frazione o del quartiere. Lordine del giorno predisposto dal Presidente; ciascun membro del consiglio od un numero di cittadini pari al doppio dei componenti il comitato, possono chiedere linserimento all'ordine del giorno di un argomento da trattare. Le sedute sono pubbliche e si svolgono con la medesima regolamentazione dei consigli comunali tenuti in seduta pubblica. Le sedute sono valide se ad esse risulta presente almeno la met pi uno dei componenti; in assenza del Presidente, la seduta presieduta dal Vicepresidente o dal membro pi anziano del comitato. Le sedute vengono verbalizzate dal Segretario del comitato o, in sua assenza, dal componente pi giovane del comitato stesso. I verbali sono pubblici e conservati presso la sede della consulta e, in copia, presso il Comune. Le sedute si svolgono presso le sedi dei comitati. I componenti dei comitati di frazione esercitano il loro incarico senza indennit alcuna. Art. 9 Riunioni pubbliche e riunioni delle presidenze Il Presidente del comitato di frazione o di quartiere deve convocare riunioni pubbliche almeno due volte all'anno, per lesame delle problematiche relative alla frazione o al quartiere. Possono partecipare alle riunioni, con diritto di parola, tutti gli abitanti della frazione o del quartiere. Il Sindaco convoca almeno due volte allanno la riunione di tutti i Presidenti dei comitati di frazione e di quartiere. La riunione presieduta dal Sindaco, si svolge in forma pubblica e con le medesime regole dei Consigli comunali, ed ha lo scopo di: - favorire lo scambio di informazioni e di iniziative intraprese nelle singole localit; - stabilire insieme a tutte le rappresentanze, quali problematiche e di quale frazione debbano avere la precedenza sulle altre; - coordinare unitariamente gli indirizzi e le attivit della politica del decentramento e della partecipazione; - esaminare in via preliminare le materie di interesse generale sulle quali i comitati sono chiamati a pronunciarsi. Art. 10 Mezzi finanziari Il Comune assicura, mediante apposito stanziamento di bilancio, la copertura delle spese per il materiale funzionamento dei comitati di frazione e di quartiere. ij R !z{_5a56hM5B*\phhMB*ph hM5\hMMhij1   R  2 W  > O $ & Fa$$h`ha$$`a$`$a$$a$6 ,J}sPQ)BS$ & Fa$$a$$ & Fa$$h`ha$$a$$`a$$a$Seo{TpB!"n$,%%8&9&:&K&'($`a$$ & Fa$$a$$h`ha$$ & Fa$(f)))) *1++C,-.//00C1D1E1}1233z44_5`5a5|5$a$$`a$|56$`a$/1h;0. A!n"n#n$n% j@j Normale$*$1$A$a$/B*CJKHOJPJQJ^J_H9aJmHsHtH98@8 Titolo 1$@&5\>@> Titolo 2$$@&a$5\LAL Car. predefinito paragrafo\i@\ Tabella normale :V 44 la 4k@4 Nessun elenco JOJ Absatz-Standardschriftart6O6 WW8Num1z0 OJQJ^JPOP WW-Absatz-StandardschriftartRO!R WW-Absatz-Standardschriftart1TO1T WW-Absatz-Standardschriftart11VOAV WW-Absatz-Standardschriftart1112OQ2 PuntiOJQJPJ^JX@rX Intestazione x$CJOJPJQJ^JaJBB@rB Corpo del testo x,/@q, Elenco^JN"N  Didascalia xx $6CJ]^JaJ0O0 Indice $^JDP@D Corpo del testo 2$a$.FMhij1 R2W>O,J} s P Q )BSeo{TpBn,89:K f!!!! "1##C$%&''((C)D)E)})*++z,,_-`-a-|-.ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0ȑ0 00000000 0 0 0 0 000000 0 0 00000000000000000000000000000000000000000006 S(|56 !"6  "(/DF..@ (WmAyC1kPFu#Wh ^`OJQJo(h ^`OJQJo(oh pp^p`OJQJo(h @ @ ^@ `OJQJo(h ^`OJQJo(oh ^`OJQJo(h ^`OJQJo(h ^`OJQJo(oh PP^P`OJQJo(h ^`OJQJo(h ^`OJQJo(oh pp^p`OJQJo(h @ @ ^@ `OJQJo(h ^`OJQJo(oh ^`OJQJo(h ^`OJQJo(h ^`OJQJo(oh PP^P`OJQJo(h ^`OJQJo(h ^`OJQJo(oh pp^p`OJQJo(h @ @ ^@ `OJQJo(h ^`OJQJo(oh ^`OJQJo(h ^`OJQJo(h ^`OJQJo(oh PP^P`OJQJo(h ^`OJQJo(h ^`OJQJo(oh pp^p`OJQJo(h @ @ ^@ `OJQJo(h ^`OJQJo(oh ^`OJQJo(h ^`OJQJo(h ^`OJQJo(oh PP^P`OJQJo(u#C1kmA@I=gM@I.P@UnknownG: Times New Roman5Symbol3& : ArialWSimSunArial Unicode MS5& zaTahoma] OpenSymbolTimes New Roman?5 : Courier New;WingdingsB hj j <'S<'S 4..2Q HX)?I=g2COMUNE DI MANCIANOPoggio Argentiera User    Oh+'0  8 D P \hpxCOMUNE DI MANCIANOPoggio Argentiera  Normal.dotUser2Microsoft Office Word@F#@@ @ <'՜.+,0 hp|  S.' COMUNE DI MANCIANO Titolo  !"#%&'()*+,-./012345689:;<=>@ABCDEFIRoot Entry FͰ/K1Table$%WordDocument1FSummaryInformation(7DocumentSummaryInformation8?CompObju  F#Documento di Microsoft Office Word MSWordDocWord.Document.89q