Uncategorised

Museo di Preistoria e Protostoria della Valle del Fiora

ImageIstituito con l'intento di ricostruire la vita della comunità che hanno preceduto il sorgere della civiltà etrusca, un arco di tempo quindi che va dal Paleolitico all'età del Bronzo Finale. Nelle varie sale, oltre alle vetrine che accolgono i reperti, sono collocati audiovisivi, pannelli esplicativi del contenuto della sala, quadri a libro (notizie sull'attività di ricerca, scavi, convegni e mostre). Inoltre, data l'ubicazione del museo, sono stati creati dei quadri a collimazione visiva che posti di fronte alle finestre indicano, sul profilo del paesaggio, le località nelle quali sono stati rinvenuti i materiali esposti. In una sala è stata realizzata una videoteca interattiva con quattro monitor attivati manualmente che selezionano documentari di archeologia. In un'altra sala sono stati raccolti i reperti provenienti dallo scavo del villaggio di Scarceta, dell'età del Bronzo, ubicato nel territorio del nostro Comune.

 

Il percorso museale parte da uno spazio didattico che illustra la Valle del Fiora e introduce carattere e metodi della ricerca archeologica. Si passa poi ad una serie di unità espositive che illustrano il territorio dal Paleolitico all'età del Bronzo Finale. Si parte dai resti relativi ai più antichi abitatori della Valle del Fiora, che risalgono oltre a mezzo milione di anni fa (strumenti litici da Montauto-Vulci), per passare alle testimonianze del Paleolitico Medio e Superiore (Monte Amiata). I rinvenimenti neolitici provengono da Vacasio e Poggio Lucio ( Pitigliano) e da Poderi del Bufalo (Manciano). L'Età del Rame è documentata da reperti provenienti dalla Grotta dei Sassi Neri (Capalbio), dalla Necropoli di Poggialti Vallelunga, Corano e Poggio Formica (Pitigliano) e Le Calle, Lasconcino e Poggio Capanne (Manciano). Seguono i materiali dallo scavo dell'abitato di Scarceta (Manciano), che è stato ininterrottamente frequentato dal Bronzo Medio al Bronzo Finale e ha restituito anche frammenti di ceramica micenea, il ripostiglio di bronzi di Montemerano, le asce dal territorio dell'Amiata e da Sovana, i frammenti ceramici da varie località della Valle del Fiora. All'età del Bronzo Finale si riferiscono i corredi delle tombe a incinerazione di Cavallin del Bufalo e del Bagnatoio, e i reperti dagli abitati di Le Sparne di Poggio Buco e di Sorgenti della Nova.


 
ImageIl Museo di Preistoria e Protostoria della Valle del Fiora è stato istituito ufficialmente agli inizi degli anni ’70 per iniziativa di alcuni privati cittadini e dell’allora sopraintendenza all’archeologia della Toscana. Il progetto venne subito fatto proprio anche dal Comune di Manciano e dalla Regione Toscana, principali finanziatori di tutta l’operazione.
Inaugurato ufficialmente nel 1985, è da allora sempre aperto e perfettamente funzionante.  A distanza di 12 anni dall’inaugurazione del museo, è stato possibile completarne l’allestimento secondo il progetto iniziale con l’acquisizione di due locali sul piano delle sale espositive e di tre locali al sottostante piano terreno.  Sono state così create una sala dedicata alle esposizioni temporanee, una videoteca e una biblioteca attrezzata per ospitare gli ulteriori ritrovamenti provenienti dai continui scavi effettuati sul territorio.  

Il Museo è sito in  Via Corsini 5, Manciano

Tel. 0564-625352

 

Mese  Apertura  Mattina  Pomeriggio 
 Aprile  Tutti i giorni compreso il lunedì 10.00 - 13.00 16.00 - 20.00
 Maggio  Tutti i fine settimana (venerdì-domenica) 10.00 - 13.00  16.00 - 20.00 
 Giugno  Tutti i fine settimana (venerdì-domenica)  10.00 - 13.00   16.00 - 20.00 
 Luglio  Tutti i giorni compreso il lunedì  10.00 - 13.00  16.00 - 20.00  
 Agosto  Tutti i giorni compreso il lunedì   10.00 - 13.00   16.00 - 20.00   
 Settembre  Tutti i giorni - dal 13 al 30 solo fine settimana 10.30 - 13.00    16.00 - 20.00    
 Ottobre  Tutti i fine settimana (venerdì-domenica) sino la 1 novembre 10.30 - 13.00   16.00 - 20.00     
 Dicembre  dal 22 al 6 gennaio, esclusi il 25-26 dicembre e 1 gennaio 10.30 - 13.00    16.00 - 20.00 

 

Ingresso:

intero  € 2,50  
ridotto € 2.00 
cumulativo € 4.00

Ingresso libero per ragazzi sotto i 12 anni e residenti non in gruppo 

Accesso disabili: no

 

 

 

 

Commissione Pari Opportunità

La Commissione Pari Opportunità del Comune di Manciano è stata istituita nel febbraio del 2002 ed è stata nominata nella sua attuale composizione nel dicembre 2009 a seguito delle Elezioni amministrative del giugno precedente.
È costituita da 13 componenti rappresentanti, in misura proporzionale, la maggioranza e la minoranza politica dell’Amministrazione, comprese le Sigg.re Consiglieri Comunali, componenti di diritto.
 
Rimane in carica per la durata del mandato amministrativo e comunque fino alla costituzione del nuovo, ha un proprio regolamento e abitualmente usa come sede la sale consiliare del Palazzo Comunale. Si riunisce, di norma, ogni bimestre.
Promuove la realizzazione di iniziative, corsi di formazione, incontri e dibattiti finalizzati alla discussione di temi connessi con le Pari Opportunità in senso lato. 

 

 

 

 

 

 

 

Componenti Consulta per il Sociale

  

Pagina in costruzione

 

IN ATTESA DELLA NUOVA ORGANIZZAZIONE E DELLE  ELEZIONI DEI NUOVI ORGANI DIRIGENTI

Consulta per il sociale

La Consulta per il Sociale è il luogo ideale della conoscenza di tutte le dinamiche sociali e del confronto di idee, dove si esprimono bisogni e si individuano linee di intervento. È la capacità di elaborare ed attuare  grandi progetti di inclusione con l'obiettivo di perseguire il benessere collettivo.

Il suo motto è “STARE BENE INSIEME”; i principali strumenti, comprensione, tolleranza, accoglienza.

Tutte le persone interessate a queste tematiche sono invitate a partecipare ai lavori della Consulta, a prendere visione del Regolamento e delle attività che essa svolge, anche attraverso la lettura dei comunicati stampa.

 

 

 

 

 

 

Difensore Civico

Il Difensore Civico tutela i diritti soggettivi e gli interessi legittimi dei cittadini, delle associazioni e delle formazioni sociali che operano nel Comune come stabilito dallo Statuto e dal regolamento della Comunità Montana Colline del Fiora, nel quale sono chiaramente indicati i compiti ed il ruolo svolto dal Difensore Civico nonché i casi in cui può intervenire.

Il Difensore Civico è un organo di tutela del cittadino nei confronti della pubblica amministrazione , un garante del regolare svolgimento delle procedure amministrative che interviene chiedendo chiarimenti ad Amministratori  e Funzionari  – solitamente a seguito di segnalazioni da parte di cittadini – quando si verificano ritardi, irregolarità, omissioni o illegittimità nell’operato degli uffici pubblici.

L’intervento del Difensore Civico è gratuito ed ogni cittadino può rivolgersi al suo ufficio.

Il Difensore Civico attualmente in carica alla Comunità Montana Colline del Fiora è l'Avv. Enrico Santinelli  il cui orario di ricevimento al pubblico presso il il Comune di Manciano si svolge il secondo e il quarto giovedì del mese dalle ore 15.30 alle 17.00

presso il Palazzo Comunale in P.zza Magenta 1

telefono : 0564/62531

fax : 0564/620496

Scrivi al Difensore Civico

 

Calendario di ricevimento al pubblico

COMUNE

LUOGO E REFERENTE

GIORNI

ORA

MANCIANO

Palazzo Comunale Manciano

Sig.ra Loredana Pocci

2° e  4°  

GIOVEDì DEL MESE

dalle 15,30 

alle 17,30

PITIGLIANO 

SORANO

SEDE Comunità Montana 

Colline del Fiora - Pitigliano

(Pitigliano.) Dr.ssa. Monica Valentini

(Sorano.) Sig. Magri Enrico

(C.M.) Ufficio URP Giuliani Enzo

1° e 3°

MERCOLEDI DEL MESE

dalle 11,30 

alle 14,00

SCANSANO

Palazzo Comunale Scansano

Sig. Grilli Domenico

2° e  4°

MARTEDI DEL MESE

 

dalle 14,30 

alle 16,30

Si informa che :

                Per i cittadini di Sorano nel caso in cui nei giorni ed orari definiti non potessero presentarsi presso gli uffici della Comunità Montana in Pitigliano, il Difensore Civico, previa richiesta telefonica, provvederà a recarsi presso la sede del Comune di Sorano.

            Per esigenze particolari possono essere contattati i referenti delle amministrazioni che provvederanno a prendere contatti con il Difensore Civico ed a fissare un appuntamento.

            Il cittadino  potrà  comunque rivolgersi  al Difensore Civico  anche presso le sedi differenti da quella del proprio comune e della propria dimora abituale.

               Per questioni di particolare urgenza i cittadini istanti potranno comunque ricevere dai referenti comunali i numeri telefonici per una comunicazione  immediata con il Difensore Civico.

Altri articoli...

  1. Garante della comunicazione