Uncategorised

COSAP - Ricorsi

Tutte le controversie concernenti i tributi locali sono soggette alla giurisdizione della Commissione Tributaria Provinciale e della Commissione Tributaria Regionale ai sensi dell'art. 2 del D.Lgs. n. 546 del 31 dicembre 1992.
I ricorsi, in bollo, devono essere notificati all'Ente impositore (il Comune) a pena di inammissibilità entro sessanta giorni dalla data di notificazione dell'atto impugnato e devono contenere tutti gli elementi previsti dal 2° comma dell'art. 18 del D.Lgs. n. 546 del 31/12/1992.

Il contribuente può notificare il ricorso all'Ente impositore nei seguenti modi:
- tramite consegna diretta;
- a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, in plico senza busta;
- tramite ufficiale giudiziario.

Entro 30 giorni dalla notifica del ricorso all'Ente impositore, il ricorrente a pena di inammissibilità si deve costituire in giudizio mediante deposito presso la segreteria della Commissione Tributaria adita dell'originale del ricorso ovvero copia del ricorso consegnato o spedito per posta, con fotocopia della ricevuta di deposito o della spedizione per raccomandata a mezzo del servizio postale (art. 22 del D.Lgs. n. 546/92).

COSAP - Esenzioni

Dall'applicazione del canone sono escluse quelle aree occupate con:

       Tende o simili, fisse o retrattili;

      Vasi da fiori, a solo scopo ornamentale;

      Passi Carrabili in genere;

      Superfici inferiori al mq,:

      Condutture idriche necessarie all'attività agricola;

      Mercato itinerante, purché la sosta non superi i 60 minuti;

      Manifestazioni di artisti di strada, purché non superiori a tre metri e per un tempo non superiore alle 3 ore;

      Manifestazioni o iniziative di carattere umanitario non superiori a 10 mq;

      Innesti od allacci ad impianti di erogazione di pubblici servizi;

      Manifestazioni o iniziative di carattere politico, purché l'area occupata non superi i 10 mq.;

      Manifestazioni organizzate da Enti o Associazioni senza scopo di lucro.

Le occupazioni temporanee e permanenti destinate ad attività artigianali, commerciali e di pubblico esercizio,ubicate nei centri storici del capoluogo e frazioni limitatamente ai primi cinque anni successivi all’inizio dell’attività,  per una superficie  massima di mq. 25. La delimitazione dei centri storici, verrà individuata con apposita delibera dalla Giunta Comunale. 

      L'esenzione dal pagamento del canone, non esenta comunque, la richiesta ed il rilascio della concessione o autorizzazione.

COSAP - Tariffe

 Tariffe in vigore dal 1 Gen. 2006 e confermate anche per l'anno 2010 con delibera Consiglio Comunale n° 9 del 7 maggio 2010.  

Sulla base delle tariffe comprensive del coefficiente economico e delle agevolazioni di cui al punto 4, le tariffe temporanee giornaliere sono così determinate:

TIP. OCCUPAZIONE

TARIFFA BASE I° CATEGORIA

TARIFFA BASE II° CATEGORIA

RIDUZIONI SPECIFICHE

TARIFFA I° CAT. IN VIGORE

TARIFFA II° CAT. IN VIGORE

CANTIERI EDILI FINO A 15 GG.

0,80

0,80

-

0,80

0,80

CANTIERI EDILI TRA 15 E 30 GG.

0,80

0,80

30%

0,56

0,56

CANTIERI EDILI PIU' 30 GG

0,80

0,80

50%

0,40

0,40

FIERE E SAGRE

1,31

1,17

40%

0,78

0,70

MERCATO CON CONVENZIONE

1,31

1,17

85%

0,20

0,18

MERCATO SENZA CONV.

1,31

1,17

60%

0,52

0,47

ATT. CULTURALI, SPORT. E POLITICHE

0,75

0,68

60%

0,30

0,27

COSAP - Applicazione del canone

L'applicazione del canone si basa su alcuni parametri come di seguito specificati.

1. Classificazione delle strade, piazze ed altre aree pubbliche

Agli effetti dell'applicazione del canone, il territorio comunale è suddiviso, a seconda della sua importanza, nelle seguenti categorie:

        I Cat. - Tutti i suoli pubblici esistenti nel Capoluogo e nelle frazioni di Marsiliana, Saturnia e Montemerano;

       II Cat. - Tutti i suoli pubblici esistenti nel rimanente territorio comunale.

TARIFFA BASE

Per le occupazioni permanenti di qualsiasi natura, la tariffa base annuale viene determinata in €. 25,60/mq/ml.

Per le occupazioni temporanee di qualsiasi natura, la tariffa base giornaliera viene determinata in €. 1,50/mq/ml  

2. Riduzioni della tariffa base per le occupazioni ricadenti nella II° categoria

Per le occupazioni di suolo pubblico ricadenti nella II categoria, la tariffa base viene così ridotta:

OCCUPAZIONI PERMANENTI: 10%

OCCUPAZIONI TEMPORANEE:

- Fiere                                       10%

- Mercati in genere                       10%

- Altre occupazioni in genere          10%

- Cantieri edili                             Tariffa piena.

3. Coefficiente di valutazione economico dell'occupazione

Il coefficiente di valutazione economica dell'area è il valore attribuito all'attività connessa all'occupazione per il quale va moltiplicata la tariffa di base in precedenza fissata e viene così stabilito:

TIPOLOGIA DELLE OCCUPAZIONI

I° CATEGORIA

II° CATEGORIA

Pubblici Esercizi

1,30

1,30

Distributori di Carburante

1,00

1,00

Cantieri Edili

0,53

0,53

Aree di Mercato

0,87

0,87

Attività Culturali,Sportive,Politiche,ecc.

0,50

0,50

Privati Cittadini

1,00

1,00

Di conseguenza sulla base dei coefficienti di valutazione, le tariffe di base in precedenza determinate assumono i seguenti valori:

OCCUPAZIONI PERMANENTI: €/MQ/ANNO

TIP. DELLE OCCUPAZIONI

TARIFFA BASE I° CATEGORIA

TARIFFA BASE II° CATEGORIA

COEFFICIENTE ECONOMICO

TARIFFA BASE I° CATEGORIA

TARIFFA BASE II° CATEGORIA

ES. PUBBLICI

25,60

20,48

1,30

33,28

26,63

PRIV. CITTADINI

25,60

20,48

1,00

25,60

20,48

DISTR. CARBURANTI

25,60

20,48

1,00

25,60

20,48

Per le occupazioni con cavi, condutture ed impianti di aziende erogatrici di pubblici servizi, il canone da versare viene determinato moltiplicando il numero delle utenze esistenti sul territorio comunale per la tariffa dell'anno precedente rivalutata dell'indice ISTAT dei prezzi al consumo rilevato al 31 dicembre dell'anno precedente.

OCCUPAZIONI TEMPORANEE: €./MQ/G

TIP. DELLE OCCUPAZIONI

TARIFFA BASE I° CATEGORIA

TARIFFA BASE II° CATEGORIA

COEFFICIENTE ECONOMICO

TARIFFA BASE I° CATEGORIA

TARIFFA BASE II° CATEGORIA

ES. PUBBLICI

1,50

1,35

1,30

1,95

1,76

PRIV. CITTADINI

1,50

1,35

1,00

1,50

1,35

FIERE, SAGRE E MERCATI

1,50

1,35

0,87

1,31

1,17

CANTIERI EDILI

1,50

1,50

0,53

0,80

0,80

ATT. CULTURALI, SPORTIVE E POLITICHE

1,50

1,35

0,50

0,75

0,68

4. Agevolazioni specifiche per le occupazioni temporanee

All'importo derivato dalla Tariffa base  giornaliera per il coefficiente economico, come calcolato sopra, si applicano le seguenti riduzioni

     Cantieri Edili: per le occupazioni superiori ai 15 giorni ed inferiori ai 30 - 30%

                           per le occupazioni superiori ai 30 giorni - 50%

    Commercio Ambulante in genere: 85%

     Att. Culturali, sportive Politiche, ecc. - 60%

     Per le occupazioni con l'installazione di attrazioni, giochi e divertimenti dello spettacolo viaggiante le superfici, vengono così calcolate:

   fino a 100 mq. al 50%

   oltre i 100 mq. 25%

    oltre 1000 mq. 10%

COSAP - Occupazioni temporanee

Per le occupazioni temporanee è utile distinguere se le stesse superano o meno la durata di 3 giorni.
Le concessioni temporanee superiori a tre giorni sono soggette ad autorizzazione del Comune (Ufficio Tributi). Le domande (scaricabili dall'apposita sezione modulistica) dovranno essere presentate almeno 10 giorni prima dell'occupazione stessa e dovranno essere corredate da n. 2 marche da bollo, dalla planimetria dei luoghi interessati e dalla ricevuta dell'avvenuto pagamento del canone, mediante versamento diretto presso la Tesoreria Comunale e tramite bollettino di C.C.P.n. 12647582.

Per le autorizzazioni di occupazione temporanea fino a tre giorni, l' interessato dovrà rivolgersi direttamente all'Ufficio Polizia.