Uncategorised

COSAP - Tariffe

 Tariffe in vigore dal 1 Gen. 2006 e confermate anche per l'anno 2010 con delibera Consiglio Comunale n° 9 del 7 maggio 2010.  

Sulla base delle tariffe comprensive del coefficiente economico e delle agevolazioni di cui al punto 4, le tariffe temporanee giornaliere sono così determinate:

TIP. OCCUPAZIONE

TARIFFA BASE I° CATEGORIA

TARIFFA BASE II° CATEGORIA

RIDUZIONI SPECIFICHE

TARIFFA I° CAT. IN VIGORE

TARIFFA II° CAT. IN VIGORE

CANTIERI EDILI FINO A 15 GG.

0,80

0,80

-

0,80

0,80

CANTIERI EDILI TRA 15 E 30 GG.

0,80

0,80

30%

0,56

0,56

CANTIERI EDILI PIU' 30 GG

0,80

0,80

50%

0,40

0,40

FIERE E SAGRE

1,31

1,17

40%

0,78

0,70

MERCATO CON CONVENZIONE

1,31

1,17

85%

0,20

0,18

MERCATO SENZA CONV.

1,31

1,17

60%

0,52

0,47

ATT. CULTURALI, SPORT. E POLITICHE

0,75

0,68

60%

0,30

0,27

COSAP - Applicazione del canone

L'applicazione del canone si basa su alcuni parametri come di seguito specificati.

1. Classificazione delle strade, piazze ed altre aree pubbliche

Agli effetti dell'applicazione del canone, il territorio comunale è suddiviso, a seconda della sua importanza, nelle seguenti categorie:

        I Cat. - Tutti i suoli pubblici esistenti nel Capoluogo e nelle frazioni di Marsiliana, Saturnia e Montemerano;

       II Cat. - Tutti i suoli pubblici esistenti nel rimanente territorio comunale.

TARIFFA BASE

Per le occupazioni permanenti di qualsiasi natura, la tariffa base annuale viene determinata in €. 25,60/mq/ml.

Per le occupazioni temporanee di qualsiasi natura, la tariffa base giornaliera viene determinata in €. 1,50/mq/ml  

2. Riduzioni della tariffa base per le occupazioni ricadenti nella II° categoria

Per le occupazioni di suolo pubblico ricadenti nella II categoria, la tariffa base viene così ridotta:

OCCUPAZIONI PERMANENTI: 10%

OCCUPAZIONI TEMPORANEE:

- Fiere                                       10%

- Mercati in genere                       10%

- Altre occupazioni in genere          10%

- Cantieri edili                             Tariffa piena.

3. Coefficiente di valutazione economico dell'occupazione

Il coefficiente di valutazione economica dell'area è il valore attribuito all'attività connessa all'occupazione per il quale va moltiplicata la tariffa di base in precedenza fissata e viene così stabilito:

TIPOLOGIA DELLE OCCUPAZIONI

I° CATEGORIA

II° CATEGORIA

Pubblici Esercizi

1,30

1,30

Distributori di Carburante

1,00

1,00

Cantieri Edili

0,53

0,53

Aree di Mercato

0,87

0,87

Attività Culturali,Sportive,Politiche,ecc.

0,50

0,50

Privati Cittadini

1,00

1,00

Di conseguenza sulla base dei coefficienti di valutazione, le tariffe di base in precedenza determinate assumono i seguenti valori:

OCCUPAZIONI PERMANENTI: €/MQ/ANNO

TIP. DELLE OCCUPAZIONI

TARIFFA BASE I° CATEGORIA

TARIFFA BASE II° CATEGORIA

COEFFICIENTE ECONOMICO

TARIFFA BASE I° CATEGORIA

TARIFFA BASE II° CATEGORIA

ES. PUBBLICI

25,60

20,48

1,30

33,28

26,63

PRIV. CITTADINI

25,60

20,48

1,00

25,60

20,48

DISTR. CARBURANTI

25,60

20,48

1,00

25,60

20,48

Per le occupazioni con cavi, condutture ed impianti di aziende erogatrici di pubblici servizi, il canone da versare viene determinato moltiplicando il numero delle utenze esistenti sul territorio comunale per la tariffa dell'anno precedente rivalutata dell'indice ISTAT dei prezzi al consumo rilevato al 31 dicembre dell'anno precedente.

OCCUPAZIONI TEMPORANEE: €./MQ/G

TIP. DELLE OCCUPAZIONI

TARIFFA BASE I° CATEGORIA

TARIFFA BASE II° CATEGORIA

COEFFICIENTE ECONOMICO

TARIFFA BASE I° CATEGORIA

TARIFFA BASE II° CATEGORIA

ES. PUBBLICI

1,50

1,35

1,30

1,95

1,76

PRIV. CITTADINI

1,50

1,35

1,00

1,50

1,35

FIERE, SAGRE E MERCATI

1,50

1,35

0,87

1,31

1,17

CANTIERI EDILI

1,50

1,50

0,53

0,80

0,80

ATT. CULTURALI, SPORTIVE E POLITICHE

1,50

1,35

0,50

0,75

0,68

4. Agevolazioni specifiche per le occupazioni temporanee

All'importo derivato dalla Tariffa base  giornaliera per il coefficiente economico, come calcolato sopra, si applicano le seguenti riduzioni

     Cantieri Edili: per le occupazioni superiori ai 15 giorni ed inferiori ai 30 - 30%

                           per le occupazioni superiori ai 30 giorni - 50%

    Commercio Ambulante in genere: 85%

     Att. Culturali, sportive Politiche, ecc. - 60%

     Per le occupazioni con l'installazione di attrazioni, giochi e divertimenti dello spettacolo viaggiante le superfici, vengono così calcolate:

   fino a 100 mq. al 50%

   oltre i 100 mq. 25%

    oltre 1000 mq. 10%

COSAP - Occupazioni temporanee

Per le occupazioni temporanee è utile distinguere se le stesse superano o meno la durata di 3 giorni.
Le concessioni temporanee superiori a tre giorni sono soggette ad autorizzazione del Comune (Ufficio Tributi). Le domande (scaricabili dall'apposita sezione modulistica) dovranno essere presentate almeno 10 giorni prima dell'occupazione stessa e dovranno essere corredate da n. 2 marche da bollo, dalla planimetria dei luoghi interessati e dalla ricevuta dell'avvenuto pagamento del canone, mediante versamento diretto presso la Tesoreria Comunale e tramite bollettino di C.C.P.n. 12647582.

Per le autorizzazioni di occupazione temporanea fino a tre giorni, l' interessato dovrà rivolgersi direttamente all'Ufficio Polizia.

 

 

 

 

 

 

 

 

COSAP - Occupazioni permanenti

Tutte le occupazioni permanenti, sono subordinate al rilascio di apposita concessione da parte del Comune (Ufficio Tributi). Le domande ( scaricabili dall'apposita sezione modulistica) dovranno essere corredate da n. 2 marche da bollo, da una planimetria relativa al luogo di occupazione con l'indicazione della superficie che si intende occupare e le misure relative alla strada, via o piazza, interessata all'occupazione stessa. Il rilascio della concessione è subordinata al nulla osta dell'Ufficio Urbanistica e dell'Ufficio Polizia. Per gli anni successivi a quello del rilascio della Concessione, salvo revoca o disdetta, l'occupazione si intende  tacitamente rinnovata, purchè in regola con i versamenti dovuti.

PAGAMENTI DELLE CONCESSIONI PERMANENTI

All'inizio di ogni anno, L'Ufficio Tributi comunicherà ad ogni titolare di Concessione permanente, gli importi e le scadenze da osservare durante l'anno. I versamenti potranno essere effettuati direttamente presso la Tesoreria Comunale oppure tramite i bollettini di C.C.P. n. 12647582 allegati alla comunicazione.

Le stesse modalità sono eseguite anche per i titolari di concessioni decennali per i mercati settimanali, fiere e sagre. In questo caso, visto che le occupazioni avvengono in più giorni, durante il versamento dell'ultima rata, il concessionario può compensare le eventuali assenze avvenute durante l'anno. 

 

 

 

 

Poderi di Montemerano

Poderi di Montemerano sorse verso la fine del Cinquecento. Il primo nucleo fu il gruppo di casupole denominato Poderi di Sotto, sulla sinistra della vecchia stradina per Manciano. Qui gli abitanti di Montemerano avevano costruito, sul terreno della Comunità, alcuni modesti rifugi per il bestiame e per gli attrezzi agricoli. Il resto del territorio apparteneva al Convento di San Pietro, posto sulla via del Santarello. La frazione cominciò ad assumere una precisa fisionomia nel Settecento. Il più antico insediamento sorse di fronte a Montemerano e si chiamò Castelletto Santerelli, dal nome dei proprietari del fondo. In seguito giunsero sul posto famiglie di pastori e di boscaioli provenienti dal Casentino e si costruirono altri piccoli agglomerati: Case Detti e Case Ciano. A dispetto della modernità, Poderi ha conservato intatto il suo caratteri primitivo. Nell'immediato dopoguerra sorsero la scuola e la chiesa, con l'intento di dare unità al vecchio centro abitato. Ma la natura del borgo è forse più forte della volontà degli uomini. Poderi rimane legato al suo nome: un grappolo di case sparse nella campagna, un esempio di ordine costruttivo nell'epoca del disordine e del cemento armato.

Altri articoli...

  1. Marsiliana