IMPATTO - l'arte dialoga con il Territorio

IMPATTO - l'arte dialoga con il TerritorioManciano – dal 12 agosto al 13 settembre
Via Marsala e dintorni

Sede: cantina di Evia
Via Saffi 22

Il vero rischio della cultura contemporanea è il niente. Opinioni in libertà. Il caos non interpretato. Per opporsi al niente bisogna ricominciare daccapo: sapere su cosa possiamo contare, da che cosa dobbiamo difenderci, come riconoscere gli amici, i nemici e gli amici dei nemici. Nell'epoca del Pensiero Debole, la nostra epoca, siamo circondati da proclami, da notizie terrificanti, da atti di accusa. Eppure, tutti questi discorsi non ci toccano, sono lontani dalla realtà. Restiamo insensibili, intrappolati tra due sensazioni di impotenza.
Da una parte la quotidianità prosegue in un percorso di indifferenza. Sappiamo che bisogna aiutare gli indigenti, non inquinare, vivere in modo sano. Ma questa consapevolezza non influenza la realtà immediata. L'individuo va avanti in una sorta di nulla che non si identifica né con l'edonismo né con l'utilitarismo.
Dall'altra si moltiplicano i grandi discorsi del tutto avulsi dalla quotidianità: "L'imperialismo avanza", "Il neoliberismo distrugge la società", "Le catastrofi ecologiche mettono in pericolo la società".
La morale orienta queste affermazioni e ci impone di essere solidali. Dovremmo paragonare ciò che avviene concretamente nella nostra vita, immersa nell'indifferenza, a queste idee molto astratte di bene.